Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Norme relative all'impiego e ai limiti del tempo di volo e di servizio...

Norme relative all'impiego e ai limiti del tempo di volo e di servizio del personale di condotta degli elicotteri adibiti al trasporto pubblico passeggeri non di linea per collegamenti con piattaforme petrolifere (Off-shore) e per servizio medico di emergenza (Hems).

ENTE NAZIONALE PER L’AVIAZIONE CIVILE
Oggetto : Norme relative
all’impiego e ai limiti del tempo di volo e di servizio del
personale di condotta degli elicotteri adibiti al trasporto pubblico
passeggeri non di linea per collegamenti con piattaforme petrolifere
(Off-shore) e per servizio medico di emergenza (Hems ).

1 .
PREMESSA

Nel contesto del trasporto pubblico passeggeri
l’impiego del personale navigante in operazioni off-shore ed
Hems , per la specificità del comparto , richiede una disciplina a
parte .

Il Cap. 5 del Decreto Dirigenziale D.D.41/6821/M.3E in data
8.11.94 , intitolato “Norme inerenti alle operazioni del
Servizio medico di emergenza (Hems) – SAR Elisoccorso in
montagna “ stabilisce che l’esercente debba includere nel
proprio Manuale Operativo le norme relative ai tempi di servizio ,
di volo e di riposo .

Oltre a ciò il Cap. 15 del Doc. 4123100 Ed.
Gennaio 1997 fissa i requisiti d’impiego e i limiti dei tempi di
volo e di servizio del personale di condotta per il trasporto pubblico
in generale .

2. RIFERIMENTI NORMATIVI

· D.D. 41/6821/M.3E del
8.11.94
· Doc. 4123100 Ed. Gennaio 1997.

3 . APPLICABILITA’ E
SCOPO

La presente Circolare si applica a tutti gli Operatori che , in
servizio di trasporto pubblico, effettuano operazioni del Servizio
medico di emergenza (Hems) in accordo ai requisiti del D.D.
41/6821/M.3E ovvero operazioni off-shore in conformità ai requisiti
del Doc. 4123100 Ed. Gennaio 1997.

Lo scopo è quello di integrare le
suddette norme specificando termini e requisiti della disciplina in
parola.

La presente Circolare ha effetto dal 1.9.1999 .

Sino alla
data del 31.12.1999 , alle Imprese e Società di trasporto aereo , già
in possesso , alla data di entrata in vigore della presente Circolare
, di licenza di esercizio ai sensi del Regolamento CEE n. 2407/92 , è
data facoltà di adottare i limiti ed ottemperare ai requisiti appresso
indicati ovvero di adottare i limiti e ottemperare ai requisiti
indicati nelle documentazioni a riferimento di cui al punto 2
precedente .

Pertanto per il periodo transitorio sino al 31.12.1999
resta valido quanto previsto nelle sopra dette documentazioni a
riferimento . Le Imprese e Società che scelgono quest’ultima
opzione dovranno darne notifica all’ENAC – Struttura
D.G.A.C. – Ufficio 41 Operativo e Aeromobili – Piazzale
degli Archivi,41 – 00144 Roma entro trenta giorni
dall’entrata in vigore della presente .

Dal 1.1.2000 è fatto
obbligo a tutte le Imprese e Società di applicare esclusivamente la
presente Circolare .

4 . TERMINOLOGIA

Ai fini esclusivi della
presente Circolare si applica la seguente terminologia che va a
sostituire, per tali specifiche attività, quella riportata nei
documenti a riferimento di cui al punto 2 precedente .

Tempo di volo
– E’ il tempo trascorso in volo quale membro di un
equipaggio di condotta e va computato da quando il rotore
dell’elicottero inizia a girare a quando si ferma;

Tempo di
servizio – E’ il tempo che comincia con la presentazione
in base ( Aeroporto, Eliporto, Aviosuperficie, Elisuperficie, Sede
Operativa dell’azienda) del personale di condotta come da
richiesta dell’esercente e termina con la chiusura della base
stessa o con l’orario stabilito
dall’esercente;

Reperibilità – E’ il tempo in cui
il personale di condotta è pronto ad intervenire per casi di urgenza o
emergenza sulla base assegnata. La reperibilità viene svolta al di
fuori dalla base stessa e l’intervento deve avvenire in accordo
a quanto stabilito dall’esercente. Il periodo di tempo che va
dal momento della richiesta di intervento fino alla fine
dell’intervento stesso sarà considerato a tutti gli effetti
tempo di servizio;

Periodo di riposo – E’ il periodo di
tempo nel quale il personale di condotta è libero da qualsiasi
impegno. Tale periodo di tempo consente al membro di equipaggio di
recuperare le capacità psicofisiche;

Giorni di servizio –
Giorni consecutivi, durante i quali il personale di condotta è in
servizio presso la base, come richiesto dall’esercente a
prescindere dalla durata del servizio svolto nelle 24 ore;

Giorni di
riposo – Giorni consecutivi, durante i quali il personale di
condotta è libero da qualsiasi impegno;

Base – Aeroporto,
Eliporto, Aviosuperficie, Elisuperficie, Sede Operativa
dell’azienda ove viene svolto il servizio.

5 . LIMITI DEI
TEMPI DI VOLO E DI SERVIZIO

5.1 – Attivita’ Off-Shore
(collegamento piattaforme)

Il personale di condotta deve disporre di
locali idonei come previsto dalle normative in
vigore.

L’equipaggio minimo di condotta è composto da 1 pilota
comandante più un copilota e valgono le seguenti limitazioni:

Tempo
di volo – I piloti possono essere impiegati per un tempo massimo
di volo di 8 ore durante 24 ore consecutive;

Tempo di servizio
– I piloti possono essere impiegati per un tempo massimo di
servizio di 9 ore più 15 ore di reperibilità durante 24 ore
consecutive;

Riposo – Al termine del servizio programmato
(servizio più reperibilità) al membro di equipaggio di condotta deve
essere concesso un periodo di riposo continuativo pari a tanti giorni
quanti ne ha prestati di servizio (rapporto uno a uno). Il riposo
compensa il servizio precedentemente svolto;

Massimi periodici del
tempo di volo – I tempi massimi complessivi settimanali, mensili ed
annuali della durata del tempo di volo, fermo restando quelli
giornalieri come sopra stabiliti, sono fissati come segue:

34
ore durante 7 giorni consecutivi
70 ore durante 28
giorni consecutivi
700 ore durante 365 giorni
consecutivi

Massimi periodici del tempo di servizio più reperibilità.
– Fermo restando quanto già stabilito per i tempi massimi di servizio
e reperibilità giornalieri, i massimi settimanali e mensili sono
fissati come segue:

63 ore di servizio più 105 ore di reperibilità
durante 7 giorni consecutivi
126 ore di servizio più 210 ore di
reperibilità durante 28 giorni consecutivi

5. 2/A Attività HEMS
(eliambulanza – elisoccorso)

Il personale di condotta deve
disporre di locali idonei come previsto dalle normative in
vigore.

Per l’equipaggio di condotta composto da un pilota
comandante più un copilota valgono le seguenti limitazioni.

Tempo
di volo – I piloti possono essere impiegati per un tempo massimo
di volo di 8 ore durante 24 ore consecutive.

Tempo di servizio
– I piloti possono essere impiegati per un tempo massimo di
servizio di 13 ore durante 24 ore consecutive.

Riposo – Al
termine del servizio programmato, al membro di equipaggio di condotta
deve essere concesso un periodo di riposo continuativo pari a tanti
giorni quanti ne ha prestati di servizio (rapporto uno a uno). Il
riposo compensa il servizio precedentemente svolto.

Massimi
periodici del tempo di volo – I tempi massimi complessivi
settimanali, mensili ed annuali della durata del tempo di volo, fermo
restando quelli giornalieri come sopra stabiliti, sono fissati come
segue:

28 ore durante 7 giorni
consecutivi
60 ore durante 28 giorni
consecutivi
500 ore durante 365 giorni consecutivi

Massimi
periodici del tempo di servizio – I tempi massimi settimanali,
mensili del tempo di servizio, fermo restando quello giornaliero come
sopra stabilito, sono fissati come segue:

91 ore di servizio
durante 7 giorni consecutivi
182 ore di servizio durante 28
giorni consecutivi

5. 2/B Attività HEMS (eliambulanza –
elisoccorso)

Il personale di condotta deve disporre di locali
idonei, come previsto dalle normative in vigore.

Per
l’equipaggio di condotta composto da un pilota comandante o da
un pilota facente funzioni di comandante, valgono le seguenti
limitazioni:

Tempo di volo – Il pilota può essere impiegato
per un tempo massimo di volo di 5 ore durante 24 ore
consecutive.

Tempo di servizio – Il pilota può essere impiegato
per un tempo massimo di servizio di 13 ore durante 24 ore
consecutive.

Riposo – Al termine del servizio programmato, al
membro di equipaggio di condotta deve essere concesso un periodo di
riposo continuativo pari a tanti giorni quanti ne ha prestati di
servizio (rapporto uno a uno). Il riposo compensa il servizio
precedentemente svolto.

Massimi periodici del tempo di volo – I
tempi massimi complessivi settimanali, mensili ed annuali della durata
del tempo di volo, fermo restando quelli giornalieri come sopra
stabiliti sono fissati come segue:

25 ore durante 7 giorni
consecutivi
50 ore durante 28 giorni
consecutivi
400 ore durante 365 giorni consecutivi

Massimi
periodici del tempo di servizio – I tempi massimi settimanali,
mensili del tempo di servizio, fermo restando quello giornaliero come
sopra stabilito, sono fissati come segue:

1. Durante il periodo di
tempo che va da aprile a settembre (ora legale):
91 ore di servizio
durante 14 giorni consecutivi
182 ore di servizio durante 28
giorni consecutivi

2. Durante il periodo di tempo che va da
settembre ad aprile (ora solare):
91 ore di servizio durante 7
giorni consecutivi
182 ore di servizio durante 28 giorni
consecutivi.

6 . CASI DI DEROGA

I limiti massimi di volo e di
servizio stabiliti dalla presente Circolare possono essere superati
solamente nei seguenti casi:

a) Situazioni di pericolo per
l’elicottero ed i suoi occupanti.
b) A giudizio del comandante
dell’aeromobile per eccezionali, impreviste e comprovate
esigenze di servizio. Dette esigenze non contempleranno la
reperibilità ed altri servizi programmati

L’esercente deve
comunicare all’ENAC gli eventuali casi di deroga di …

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info