Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Lavoro aereo – Autorizzazione temporanea per operatori dell̵...

Lavoro aereo – Autorizzazione temporanea per operatori dell’Unione Europea.

Ente Nazionale per l’Aviazione Civile
CIRCOLARE
SERIE ECONOMICO
AMMINISTRATIVA LEGALE Data 21/01/2002 EAL-02A
Oggetto: Lavoro aereo
– Autorizzazione temporanea per operatori
dell’Unione
Europea.
1. APPLICABILITA’
Procedura per il
rilascio dell’autorizzazione temporanea per i servizi di lavoro
aereo,
effettuati con aeromobili eserciti direttamente da operatori di
stato membro dell’Unione Europea
diverso dall’Italia, in
adempimento agli obblighi imposti dagli artt. 59 e ss. del Trattato di
Roma
istitutivo della Comunità Europea.
La presente Revisione A è
stata introdotta a seguito della emanazione del D.P.R. 29
settembre
2000 n° 367 che ha abolito l’obbligo di nulla osta preventivo da
parte del Ministero
della Difesa per le attività di riprese aeree.
Di
conseguenza sono stati modificati i paragrafi 4, 5, 7.
2.
AUTORIZZAZIONE
I servizi di lavoro aereo possono essere effettuati
anche da operatori di Stato
membro dell’Unione Europea diverso
dall’Italia (successivamente chiamati semplicemente
operatori),
non stabiliti sul territorio nazionale, previa autorizzazione
temporanea rilasciata
dall’Ente Nazionale Aviazione Civile
(ENAC), alle condizioni e nei limiti previsti dalla
presente
circolare.
L’autorizzazione resta altresì subordinata
al mantenimento della validità delle
documentazioni ed attestazioni
richieste ed al rispetto delle specifiche condizioni (correlate
alla
attività da svolgere) nelle stesse contenute.ഊEAL-02A pag.
2 di 4
3. CONDIZIONI
L’operatore che intende ottenere
l’autorizzazione temporanea ad effettuare servizi di
lavoro
aereo, deve essere preventivamente accreditato dalle competenti
autorità dello Stato di
appartenenza mediante una “declaration
of competency” contenente le informazioni richieste
nel
fac-simile che si allega e comunque essere in possesso dei requisiti
tecnico-operativi, di
seguito evidenziati, necessari a garantire un
adeguato livello di sicurezza nell’espletamento del
servizio
stesso.
4. RICHIESTA
L’istanza per ottenere
l’autorizzazione temporanea, redatta in lingua italiana
o
inglese, deve essere inoltrata, in originale, al seguente
indirizzo:
ENAC – Dipartimento Economia
Servizio
Licenze
Piazzale degli Archivi, 41
00144 ROMA EUR
L’operatore
potrà comunque fare riferimento per eventuali informazioni al
seguente
numero di fax: + 3906 5484392.
L’istanza, redatta
secondo le indicazioni di cui al successivo punto 5 Dati Relativi
Alle
Operazioni, completa della documentazione elencata al punto 6
Documentazione (da
presentarsi in lingua italiana o inglese), dovrà
pervenire almeno 30 gg. prima della data prevista
per l’inizio
delle relative operazioni.
5. DATI RELATIVI ALLE
OPERAZIONI
L’istanza dovrà contenere le seguenti indicazioni:

generalità (nome, indirizzo, telefono e fax) dell’operatore;

dichiarazione del possesso della nazionalità comunitaria da parte
dell’operatore;
– per gli aeromobili, che dovranno essere
eserciti direttamente dall’operatore, dovranno
essere indicati
tipo, marche, equipaggiamenti fissi richiesti eventualmente
dall’attività che si
intende svolgere. L’operatore deve
dichiarare di essere in grado di garantire, a supporto
edഊEAL-02A pag. 3 di 4
in funzione dell’attività operativa
che intende svolgere, un’assistenza manutentiva, sulle
basi
operative indicate, atta a fornire le normali operazioni di
servicing, ispezioni calendariali e
orarie ad alta frequenza, ricerca
guasti ed eliminazione di inconvenienti ordinari che,
qualora non
eliminati, limiterebbero fortemente l’operatività
dell’aeromobile;
– nominativi (nome, cognome, domicilio, luogo e
data di nascita) dei piloti;
– base dei decolli ed atterraggi degli
aeromobili;
– periodo previsto per l’esecuzione
dell’attività oggetto della richiesta;
– località interessata
dalle attività richieste con l’evidenziazione, in una cartina di
zona da
allegare, sia del percorso da seguire, sia delle eventuali
aree proibite, regolamentate e
pericolose (“P”,
“R”, “D”);
– indicazione degli estremi e delle
date di scadenza delle polizze assicurative degli
aeromobili, che
coprano anche i danni a terzi sul territorio italiano.
6.
DOCUMENTAZIONE
All’istanza deve essere allegata la seguente
documentazione:
– accreditamento, mediante “declaration of
competency” (come da fac-simile allegato) in
corso di validità,
rilasciato dalle competenti autorità dello Stato di appartenenza, da
cui
risulti che l’operatore è autorizzato ad effettuare
l’attività di lavoro aereo, oggetto
dell’istanza, con gli
aeromobili indicati nell’istanza medesima;
– copia della
Abilitazione di Sicurezza rilasciata dall’Autorità governativa
di appartenenza
dell’operatore, qualora si tratti di riprese
aeree che interessino le zone proibite (“P”);
– copia del
certificato di navigabilità degli aeromobili che l’operatore
intende impiegare, in
corso di validità e rilasciato da
un’Autorità UE, JAA, altri Paesi ECAC, Stati Uniti o Canada,
ai
sensi dell’Annesso 8 ICAO;
– copia di documento che evidenzi
l’autorizzazione all’eventuale installazione
di
equipaggiamenti fissi sugli aeromobili impiegati;
– copia della
licenza commerciale dei piloti in corso di validità.ഊEAL-02A
pag. 4 di 4
7. RIPRESE AEREE
Le attività relative a riprese
fotografiche, fotogrammetriche, cinematografiche o
televisive,
rientrano tra i servizi oggetto di licenza di lavoro aereo. Per esse,
in accordo a
quanto contenuto nel DPR 29 settembre 2000, n. 367
“Regolamento recante norme per la
semplificazione dei
procedimenti relativi a rilevamenti e riprese aeree sul
territorio
nazionale e sulle acque territoriali”, non è più
richiesto il nulla osta delle competenti Autorità
del Ministero della
Difesa. Lo stesso Decreto contiene informazioni relative alla facoltà
di
imporre divieti temporanei all’attività di ripresa aerea
qualora intervengano motivi di
pubblica sicurezza, di sicurezza
nazionale od altri rilevanti interessi nazionali.
8.
ACCERTAMENTI
L’ENAC si riserva la facoltà di svolgere gli
accertamenti ritenuti necessari onde
verificare il rispetto dei
termini dell’autorizzazione rilasciata.
9. DECADENZA E
REVOCA
L’operatore decade dall’autorizzazione in caso di
inosservanza ai contenuti della
presente circolare.
L’ENAC
revoca l’autorizzazione qualora sorgessero esigenze operative
che
imponessero tale misura.
IL DIRETTORE GENERALE
AVV. PIERLUIGI DI
PALMA
Allegato: “Declaration of competency”.ഊEAL-02A
Allegato
NATIONAL AVIATION AUTHORITY
DECLARATION OF COMPETENCY
It is
hereby certified that following an inspection of the operational and
technical provisions
of
(operator………………………………………………………………………….)
(operator
certificate n.
……………………………………………………………………….)
the
(NATIONAL AVIATION AUTHORITY
…………………………………..)
is satisfied that said
company is competent to conduct international
operations safely and in accordance with the
(NATIONAL) laws and
regulations, the approved Flight Operation Manual, and with
the
Standards and Recommended Practices of ICAO Annex 6 within the
following limitations:
Type of Operations (e.g. Aerial work or
international non scheduled commercial flight,
including:
e.g. –
advertising (towing of objects, etc.)
photography and aerial shooting
agriculture (spraying,
dusting etc.)
measuring and observation with or
without special
equipment in the aircraft
external load operation
surveying
fire
fighting
other……………………………………………………………)
Type
of aircraft
…………………………………………………………………..
Registration
Mark
…………………………………………………………………..
Geographical
Area
…………………………………………………………………..
This
declaration will remain in force until
……………………………………………………………
Date
…………………
(NATIONAL AVIATION
AUTHORITY)
SIGNATURE

Architetto.info