Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Utilizzo di documento equivalente a biglietto aereo charter....

Utilizzo di documento equivalente a biglietto aereo charter.

ENTE NAZIONALE PER L’AVIAZIONE CIVILE

Oggetto: Utilizzo di documento
equivalente a biglietto aereo charter.

1. PREMESSA E SCOPO

Nel
corso della stagione di traffico “estate 1999” è stata sperimentata
una procedura cosiddetta di “ticketless charter” che ha consentito
l’imbarco di passeggeri su voli charter in partenza da numerosi scali
italiani mediante l’utilizzo di un biglietto cumulativo.
Tale
sperimentazione, attuata sulla base di una autorizzazione provvisoria
emanata dall’ENAC in favore dell’Associazione Tour Operator Italiani
(ATOI), che ne aveva fatto richiesta, ha prodotto soddisfacenti
risultati in termini di operatività e di snellezza procedurale.
La
procedura sperimentata infatti prevede la consegna da parte del tour
operator ai passeggeri del “foglio riepilogativo servizi” arricchito,
rispetto al passato, di una serie di informazioni che lo rendono
equivalente ad un biglietto aereo charter e sul quale possono essere
elencati i nominativi di più passeggeri facenti parte di un gruppo
familiare o comunque di un gruppo omogeneo.
In considerazione degli
evidenti vantaggi derivanti dall’applicazione della nuova procedura
sia per i passeggeri che vedono dimezzato il tempo di presentazione
all’aeroporto, sia per il notevole snellimento del flusso di
viaggiatori all’interno dello scalo, l’ENAC ritiene positivamente
conclusa la fase sperimentale. Pertanto, sentito il Ministero
dell’Interno competente per l’aspetto immigrazione e
polizia di frontiera, la procedura in questione viene resa disponibile
per tutti gli operatori del settore che intendano applicarla, secondo
le modalità e le condizioni di seguito
riportate.

2. APPLICABILITA’

Il contenuto della presente
circolare si applica alle procedure di emissione titoli di viaggio ed
imbarco dei voli charter originanti da scali nazionali.

3. MODALITA’ E CONDIZIONI

Allo scopo di rendere praticabile ed
uniforme l’applicazione della procedura “ticketless
charter” è stato sviluppato un modello sostitutivo del
biglietto, allegato alla presente circolare, che dovrà essere
utilizzato dagli operatori del settore che opteranno per la
summenzionata procedura.
Il documento sostitutivo deve essere
riprodotto su foglio unico (fronte-retro), nel rispetto delle seguenti
condizioni:

· I tour operators potranno utilizzare il modello per il
solo traffico charter originante dall’Italia.
· Il modello, che unisce
al “foglio riepilogativo servizi” tutte le informazioni di cui alla
Convenzione di Varsavia, alle norme nazionali, al Regolamento CEE
2027/97 circa l’avviso ai passeggeri sui limiti di responsabilità
nonché tutte le informazioni riguardanti le condizioni di sicurezza in
volo (trasporto articoli pericolosi e limitazioni bagagli a mano), è
da ritenersi a tutti gli effetti documento valido per il trasporto
aereo di passeggeri su voli charter originanti dall’Italia.
· Il
documento potrà contenere i nominativi di più persone appartenenti
allo stesso nucleo familiare ovvero facenti parte di un gruppo
omogeneo.
· Ogni passeggero, nominativamente elencato nel documento,
sarà provvisto di un esemplare originale che rimarrà in suo possesso
per l’intera durata del viaggio.
· Al momento dell’accettazione, ad
ogni passeggero, nominativamente elencato, verrà consegnata una carta
d’imbarco individuale.
· Nonostante l’accettazione cumulativa, ogni
passeggero dovrà procedere ai controlli per l’identificazione del
bagaglio da stiva ed ai normali controlli di sicurezza del bagaglio a
mano e della persona.
· Un rappresentante del tour operator dovrà
essere comunque presente presso lo scalo per risolvere eventuali
problemi relativi a smarrimento del documento, mancata corrispondenza
tra documenti di trasporto e lista passeggeri e per qualsiasi
assistenza si rendesse necessaria.

4. DECORRENZA

La presente
circolare è applicabile dalla data di emissione ed annulla le
preesistenti disposizioni in materia. Pertanto sono da considerare
superati i fogli DGAC 332402 del 1° marzo 1999 e ENAC 550/99/DG del
18 marzo 1999 .

Il Direttore Generale
Avv.
Pierluigi di Palma

Architetto.info