Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Titolari di licenza di esercizio per le attività di trasporto pubblic...

Titolari di licenza di esercizio per le attività di trasporto pubblico – Noleggio aeromobili short notice.

Ente Nazionale per l’Aviazione Civile
CIRCOLARE
SERIE ECONOMICO
AMMINISTRATIVA LEGALE Data 21/01/2002 EAL-07
Oggetto: Titolari di
licenza di esercizio per le attività di trasporto pubblico –
Noleggio
aeromobili short notice.
1. PREMESSA
Il noleggio di
aeromobili da parte di una impresa nazionale titolare di una licenza
di
esercizio per le attività di trasporto pubblico è disciplinato dal
Regolamento CEE n. 2407/92 e
dalla circolare ministeriale n. 334273
del 30 marzo 1994.
L’autorizzazione viene rilasciata con
l’approvazione del relativo contratto, verificato il
requisito
dell’equivalenza delle norme di sicurezza richiesto dalle citate
disposizioni. Lo
svolgimento di tale procedimento è però
incompatibile, in termini di preavviso alle strutture
competenti e di
tempo necessario per le verifiche, con le esigenze di noleggio
derivanti da
urgente ed imprevista necessità.
Occorre quindi prevedere
una procedura semplificata che, pur garantendo il
soddisfacimento
delle norme di sicurezza, consenta di gestire tali casistiche in
analogia a quanto
già previsto per la parte tecnico-operativa nella
JAR OPS 1 Subpart B e, per i servizi di linea in
concessione,
dall’atto di indirizzo del Ministro dei Trasporti e della
Navigazione n. 92-T del 7
luglio 2000.
2. CONDIZIONI
Nei casi di
sostituzione di aeromobile per urgente ed imprevista necessità
(avaria
aeromobile, riprotezione passeggeri, emergenze),
l’autorizzazione al noleggio non è necessaria
purché sussistano
le seguenti condizioni:
– il noleggio non sia superiore ad un periodo
di cinque giorni consecutivi, non
prorogabile;ഊEAL-07 pag. 2 di
3
R.A.I.
– l’aeromobile noleggiato sia immatricolato in una
Stato membro dell’ICAO e sia
munito di Certificato di
Navigabilità standard in corso di validità;
– l’operatore
dell’aeromobile sia titolare di un COA , o di un titolo
equivalente, in
corso di validità, rilasciato da uno Stato membro
dell’ICAO, con l’indicazione delle
abilitazioni sul tipo
di aeromobile per attività di Trasporto Pubblico;
– sia stato
stipulato il relativo contratto di noleggio.
L’operatore
nazionale noleggiatore (lessee) deve preventivamente notificare il
noleggio
alle Direzioni di Circoscrizione Aeroportuale interessate
dalle operazioni di volo e, per
conoscenza, all’Area Trasporto
Aereo – Servizio Licenze. Inoltre deve dare preventiva
evidenza
alla Direzione di Circoscrizione Aeroportuale presso la quale
è ubicata la propria sede operativa
del rispetto delle condizioni
sopra indicate.
Se l’operatore nazionale intende prolungare
oltre i cinque giorni il noleggio, entro tale
termine deve ottenere
l’autorizzazione dall’ENAC secondo le disposizioni della
circolare n.
334273 del 30.3.1994.
3. LISTA DI OPERATORI CON RELATIVI
AEROMOBILI
Può essere ritenuto accettabile che l’operatore
nazionale sviluppi un’apposita procedura
per il noleggio
short-notice nella manualistica d’impresa al fine di
identificare un insieme di
operatori con i relativi aeromobili da
inserire in una lista approvata dai servizi ENAC che
assicurano la
sorveglianza sull’operatore. L’inserimento nella lista è
basato sulla qualificazione
iniziale dell’operatore noleggiante
(lessor) seguita da un’attività, a carattere periodico, di
verifica
sul mantenimento degli standard nel tempo. I risultati di
tale attività dovranno essere conservati
dal noleggiatore e resi
disponibili all’ENAC per le verifiche di
competenza.
L’operatore può far ricorso agli aeromobili inseriti
nelle liste per le necessità di cui al
paragrafo 2, per brevi periodi,
comunque non superiori a 15 giorni calendariali.
Qualora
l’operatore intenda prolungare il noleggio oltre tale limite
dovrà richiedere
l’autorizzazione secondo le disposizioni della
circolare n. 334273 del 30 marzo 1994.ഊEAL-07 pag. 3 di
3
R.A.I.
4. CONTROLLI
Le Direzioni di Circoscrizione Aeroportuale
interessate provvederanno ad effettuare i
controlli sul rispetto delle
condizioni prescritte, segnalando al Dipartimento
Economia
dell’ENAC le eventuali situazioni di non conformità
riscontrate.
IL DIRETTORE GENERALE
AVV. PIERLUIGI DI PALMA

Architetto.info