Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Utilizzo del biglietto elettronico per i voli di linea....

Utilizzo del biglietto elettronico per i voli di linea.

Ente Nazionale per l’Aviazione Civile
CIRCOLARE
SERIE ECONOMICO
AMMINISTRATIVA LEGALE Data 25/03/2002 EAL-08
Oggetto: Utilizzo del
biglietto elettronico per i voli di linea.
1. PREMESSA E SCOPO
Nel
corso delle stagioni di traffico “estate 2000 “ ed
“inverno 2000 – 2001” è stata
sperimentata la
procedura che ha consentito l’imbarco di passeggeri su voli di
linea in partenza
da numerosi aeroporti nazionali mediante
l’utilizzo del biglietto elettronico.
Suddetta sperimentazione è
stata attuata sulla base di una autorizzazione provvisoria
emanata
dall’ENAC a favore della compagnia aerea ALITALIA che ne aveva
fatto richiesta.
In considerazione degli evidenti vantaggi derivanti
dall’applicazione della nuova procedura
sia per i passeggeri che
vedono dimezzati il tempo di presentazione all’aeroporto, sia
per il
notevole snellimento del flusso di viaggiatori
all’interno degli scali, sia per la semplificazione
delle
emissioni dei biglietti da parte delle compagnie aeree,
l’ENAC ritiene positivamente conclusa la
fase
sperimentale.
Pertanto, sentito il Ministero dell’Interno
competente per l’aspetto immigrazione e polizia
di frontiera, la
procedura in questione viene resa disponibile per tutte le compagnie
aeree che
intendano applicarla, secondo le modalità e le condizioni di
seguito riportate.
2. APPLICABILITA’
Il contenuto della presente
circolare si applica alle procedure di emissione titoli di viaggio
ed
imbarco dei voli di linea originanti da scali nazionali.ഊEAL-08
pag. 2 di 3
R.A.I.
3. MODALITA’ E CONDIZIONI
A tutti i
passeggeri che intendono usufruire del biglietto elettronico deve
essere rilasciata
dalla Compagnia una ricevuta (Itinerary Receipt ) in
cui siano riportati il nome, il cognome del
passeggero, il numero del
volo, la compagnia che effettua il volo, la data, l’orario di
partenza, la
classe e la destinazione, il prezzo pagato, le tasse
aeroportuali ed ogni altra limitazione legata
alla tariffa applicata,
nonché idonei elementi di sicurezza per impedire la
falsificazione.
Sul retro della predetta ricevuta devono essere
riportate tutte le informazioni di cui alla
Convenzione di Varsavia,
alle norme nazionali, al Regolamento CEE 2027/97 circa l’avviso
ai
passeggeri sui limiti di responsabilità, nonché tutte le
informazioni riguardanti le condizioni di
sicurezza in volo (trasporto
articoli pericolosi e limitazioni bagagli a mano) di cui alla
circolare
ENAC Serie Aeroporti APT 09 del 8 maggio 2001.
a) Passeggeri
con solo bagaglio a mano.
Se l’accettazione viene effettuata
dopo i controlli di sicurezza, il passeggero deve sempre
possedere la
ricevuta (Itinerary Receipt) di cui al punto 3 da esibire su richiesta
delle autorità.
In caso di voli a destinazione Paesi extra Schengen,
le operazioni di accettazione
potranno effettuarsi nella zona partenza
a condizione che ogni passeggero esibisca alle autorità
di frontiera
la ricevuta di cui sopra e richieda subito la carta di imbarco da
presentare alla
partenza.
Per i passeggeri con destinazione Paesi
terzi la carta di imbarco dovrà essere presentata
agli Uffici doganali
ubicati negli aeroporti per le richieste di rimborso dell’IVA
(TAX FREE) e di
acquisto di articoli presso i “duty free
shops”.
La mancata esibizione della carta di imbarco comporta la
perdita del diritto al rimborso
delle somme versate a titolo di
imposta.
In caso di passeggeri, in possesso di merce da esportare con
destinazione paesi terzi, le
formalità di accettazione devono essere
identiche a quelle previste al successivo punto 3.b).
b) Passeggeri
con bagaglio da stiva.
L’accettazione e registrazione dei
passeggeri con bagaglio da stiva deve avvenire sempre
prima dei
controlli di sicurezza.
Ogni passeggero deve essere sempre provvisto
della ricevuta di cui al punto 3 e della
carta di imbarco da esibire
in caso di voli soggetti ai controlli di frontiera.ഊEAL-08 pag.
3 di 3
R.A.I.
4. DECORRENZA
La presente circolare è applicabile dalla
data di emissione ed annulla le preesistenti
disposizioni di cui a
nota ENAC n. 360300 del 31 agosto 2000.
IL DIRETTORE GENERALE
AVV.
PIERLUIGI DI PALMA

Architetto.info