Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Adeguamento, con modificazioni, della tariffa professionale degli ing...

Adeguamento, con modificazioni, della tariffa professionale degli ingegneri ed architetti approvata con L. 2 marzo 1949, n. 143.

INGEGNERE, ARCHITETTO E GEOMETRA
A) Ingegnere e architetto
D.M. 21 agosto 1958 (1).

Adeguamento, con modificazioni, della tariffa
professionale degli ingegneri ed architetti
approvata con L. 2 marzo 1949, n. 143 (2).

E’ disposto l’adeguamento, con modificazioni, della tariffa
degli onorari per le prestazioni professionali degli ingegneri e
degli architetti, approvata con la legge 2 marzo 1949, n. 143
(3), secondo le norme di cui all’unito allegato vistato dal
Ministro per la grazia e giustizia.

Adeguamento con modificazioni, della tariffa professionale
degli ingegneri ed architetti, approvata con
legge 2 marzo 1949, n. 143

1. Quando l’incarico al professionista riguardi l’esecuzione
di pi— opere complete, di tipo e caratteristiche costruttive
identiche, cioŠ di opere ripetute e senza che il complesso di
insieme richieda speciali cure di concezione, l’onorario
corrispondente a quella parte di prestazioni professionali
riguardanti il progetto e che sia da eseguire una sola volta per
tutte le opere, deve essere computato sulla base della somma
dell’importo di una sola opera e degli importi delle altre opere
ripetute, ridotte, questi ultimi, ad una aliquota di quelli
effettivi che potr… variare da 1/5 ad 1/2, a seconda delle loro
caratteristiche e della loro importanza.
Nel caso di incarichi di progettazione di edilizia popolare ed
economica, l’eventuale speciale lavoro di concezione e
d’impostazione urbanistica verr… compensato con un onorario
integrativo a discrezione.

2. I criteri stabiliti negli artt. 21, 22 e 23 della tariffa
professionale degli ingegneri ed architetti, approvato con legge
2 marzo 1949, n. 143 (3), sono applicabili alle prestazioni per
l’esecuzione di opere contemplate alla lettera A) del capo II
della stessa tariffa.

3. Le tabelle A e F, allegate alla legge citata nell’articolo
precedente, sono prolungate, oltre i 500 milioni di lire e fino
a 5 miliardi, come rispettivamente alle tabelle A/1 e F/1
annesse al presente decreto, nelle quali ultime le percentuali
risultano gi… maggiorate dell’aumento fissato al seguente art.
4, secondo comma.

4. ……………………………………………….(4).
Tutti gli altri compensi previsti dalla stessa tariffa (5)
sono aumentati del quaranta per cento (6).

5. Il professionista, per i lavori da liquidarsi a
percentuale ivi compresi gli incarichi di collaudo, ha facolt…
di essere compensato a norma dell’art. 13, primo comma, della
tariffa indicata nel precedente art. 2, ovvero di conglobare
tutti i compensi accessori di cui agli artt. 4 e 6 della stessa
tariffa in una cifra che non potr… superare il 60 per cento
degli onorari a percentuale. In caso di disaccordo con il
committente la percentuale di tale conglobamento sar…
determinata dal Consiglio dell’ordine, sempre per• entro il
predetto limite massimo.

6. I compensi stabiliti dalla tariffa professionale
costituiscono minimi inderogabili.
(Si omettono le tabelle)
(1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 2 settembre 1958, n.
211.
(2) La L. 4 marzo 1958, n. 143, ha cos disposto:
®Articolo unico. Le tariffe degli onorari e delle
indennit… ed i criteri per il rimborso delle spese agli
ingegneri ed agli architetti sono stabilite mediante
decreto del Ministro per la grazia e giustizia, di
concerto con il Ministro per i lavori pubblici, su
proposta dei Consigli nazionali riuniti degli ingegneri
e degli architetti, sentite, da parte dei Consigli
stessi, le organizzazioni sindacali a carattere
nazionale delle due categorie¯. Successivamente,
l’articolo unico, L. 5 maggio 1976, n. 340 (Gazz. Uff. 3
giugno 1976, n. 144) ha aggiunto all’articolo unico,
legge citata, il seguente comma;
®I minimi di tariffa per gli onorari a vacazione a
percentuale ed a quantit…, fissati dalla L. 2 marzo
1949, n. 143, o stabiliti secondo il disposto della
presente legge, sono inderogabili. L’inderogabilit… non
si applica agli onorari a discrezione per le prestazioni
di cui all’art. 5 del testo unico approvato con la
citata L. 2 marzo 1949, n. 143¯. Vedi inoltre l’art. 6,
L. 1ø luglio 1977, n. 404, riportata alla voce Carceri e
case di rieducazione, che al primo comma ha precisato
che l’articolo unico, L. 5 maggio 1976, n. 340, deve
intendersi applicabile esclusivamente ai rapporti
intercorrenti fra privati.
(3) Riportata al n. A/XI.
(4) Il primo comma del presente articolo recava
modifiche ai compensi a vacazione previsti nell’art. 4,
terzo comma, della tariffa professionale approvata con
L. 2 marzo 1949, n. 3, riportata al n. A/XI. Tali
compensi sono stati ulteriormente modificati dal D.M. 25
febbraio 1965, riportato al n. A/XV.
(5) Trattasi della tariffa approvata con L. 2 marzo
1949, n. 143, riportata a n. A/XI.
(6) Con D.M. 25 febbraio 1965, riportato al n. A/XV tali
compensi sono stati ulteriormente aumentati del 15 per
cento. Per un ulteriore aumento del 15 per cento, vedi
il D.M. 18 novembre 1971, riportato al n. A/XVII.

Architetto.info