Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Revisione della tariffa degli onorari per le prestazioni professionali...

Revisione della tariffa degli onorari per le prestazioni professionali dei geometri.

INGEGNERE, ARCHITETTO E GEOMETRA
B) Geometra
D.M. 7 settembre 1988, n. 407 (1)

Revisione della tariffa degli onorari per le
prestazioni professionali dei geometri (2).

IL MINISTRO DI GRAZIA E GIUSTIZIA
di concerto con
IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Visto l’articolo unico della legge 18 ottobre 1961, n. 1181;
Vista la tariffa degli onorari per le prestazioni
professionali dei geometri approvata con legge 2 marzo 1949, n.
144, e successivi adeguamenti disposti con le leggi 4 gennaio
1951, n. 32, 7 ottobre 1957, n. 974 e 18 ottobre 1961, n. 1164 e
con i decreti ministeriali 25 marzo 1966, 1ø ottobre 1971, 16
aprile 1976, 4 marzo 1980, 16 settembre 1982;
Sulla proposta del Consiglio nazionale dei geometri;
Ritenuta l’opportunit… di procedere alla revisione della
tariffa;
Visto il parere favorevole espresso dal Comitato
interministeriale prezzi ai sensi dell’art. 14, penultimo comma,
della legge n. 887/1984;
Decreta:

1. I compensi a vacazione previsti dall’art. 31 della tariffa
approvata con legge 23 marzo 1949, n. 144 (3), e successive
modificazioni sono stabiliti, per ogni ora o frazione di ora, in
ragione di:
L. 13.000 per il geometra (3/a);
L. 9.000 per gli aiutanti di concetto.
2. I compensi a vacazione previsti dall’art. 32, primo comma,
sono stabiliti, per ogni ora o frazione di ora, in ragione di L.
18.000 per il geometra e di L. 12.000 per gli aiutanti di
concetto (4).

2. 1. Tutti i compensi da valutarsi a percentuale sono
calcolati applicando la seguente formula matematica:

Ú ¿t
³ Ir ³
Tr = Ti . ³ ÄÄÄÄ ³
³ Ii ³
À Ù

dove:
Tr=tariffa ricercata espressa in percentuale;
Ti=tariffa di riferimento espressa in percentuale;
Ir=importo, valore o imponibile relativo alla tariffa
ricercata;
Ii=importo, valore o imponibile relativo alla tariffa di
riferimento;
t=tangente della retta delle tariffe.
2. Le prestazioni relative a importi, valori o imponibili
inferiori a quelli espressi nelle tabelle sono valutate a
discrezione del professionista e non potranno essere superiori
al primo scaglione di dette tabelle; quelle relative a importi,
valori o imponibili superiori sono valutate con l’applicazione
della formula di cui al comma precedente.
3. Per importi, valori o imponibili intermedi rispetto a
quelli espressi nelle tabelle, l’onorario Š calcolato mediante
interpolazione lineare (5).

3. 1. La misura e la contabilit… dei lavori Š compensata in
base alla tabella M. Tale operazione si identifica con la
regolare compilazione dei documenti contabili. Le
controdeduzioni alle riserve dell’impresa sono compensate a
parte, discrezionalmente.
2. I collaudi di opere di terzi sono compensati in base alla
tabella N. L’importo o valore dell’opera Š quello che risulta
dalla liquidazione del conto finale, al lordo dell’eventuale
ribasso o dell’eventuale aumento d’asta.
3. Le tabelle A1, B1, C1, D1, E1, F2, G2, H3, I, L1, M1 e R1
allegate al decreto ministeriale 7 settembre 1988, n. 407, sono
rispettivamente sostituite dalle tabelle A2, B2, C2, D2, E2, F3,
G3, H4, I2, L2, M 2 e N allegate al presente decreto (6).

4. La misura di tutti gli altri compensi, prevista dalla
stessa tariffa, risultanti dall’adeguamento disposto con decreto
ministeriale 16 settembre 1982 (4), Š aumentata del 34%.

5. Il contributo dovuto al collegio dal richiedente, in virt—
dell’art. 6 della legge 2 marzo 1949, n. 144 (3), Š fissato in
ragione del 2% dell’onorario liquidato, con un minimo di L.
5.000 ed un massimo di L. 200.000, oltre al rimborso delle
spese.

Tabelle (7)
(1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 17 settembre 1988, n.
219.
(2) Si ritiene opportuno riportare anche la premessa del
presente decreto.
(3) Riportata al n. B/III.
(3/a) Cos corretto con avviso pubblicato nella Gazz.
Uff. 25 marzo 1994, n. 70.
(4) Cos sostituito dall’art. 1, D.M. 6 dicembre 1993,
n. 596, riportato al n. B/XI.
(5) Cos sostituito dall’art. 2, D.M. 6 dicembre 1993,
n. 596, riportato al n. B/XI.
(6) Cos sostituito dall’art. 3, D.M. 6 dicembre 1993,
n. 596, riportato al n. B/XI.
(7) Vedi, ora, le tabelle allegate al D.M. 6 dicembre
1993, n. 596, riportato al n. B/XI.

Architetto.info