AGENZIA DELLE DOGANE - DETERMINAZIONE 16 maggio 2008 | Architetto.info

AGENZIA DELLE DOGANE – DETERMINAZIONE 16 maggio 2008

AGENZIA DELLE DOGANE - DETERMINAZIONE 16 maggio 2008 - Localizzazione, presso alcuni uffici doganali, delle operazioni di importazione definitiva e temporanea, di esportazione definitiva e temporanea e di riesportazione, delle specie di animali e vegetali incluse nelle Appendici della Convenzione di Washington sul commercio internazionale. (GU n. 120 del 23-5-2008 )

AGENZIA DELLE DOGANE

DETERMINAZIONE 16 maggio 2008

Localizzazione, presso alcuni uffici doganali, delle operazioni di
importazione definitiva e temporanea, di esportazione definitiva e
temporanea e di riesportazione, delle specie di animali e vegetali
incluse nelle Appendici della Convenzione di Washington sul commercio
internazionale.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;
Visto l’art. 6 dello Statuto dell’Agenzia delle dogane;
Vista la Convenzione sul commercio internazionale delle specie
animali e vegetali in via di estinzione, firmata a Washington il
3 marzo 1973 e ratificata con legge 19 dicembre 1975, n. 874;
Visto il regolamento CE n. 338/97 del Consiglio del 9 dicembre
1996, relativo alla protezione di specie della flora e della fauna
selvatiche mediante il controllo del loro commercio e successive
modifiche ed integrazioni;
Visto il regolamento CE n. 865/2006 della Commissione del 4 maggio
2006, recante modalita’ di applicazione del regolamento CE n. 338/97
del Consiglio relativo alla protezione di specie della flora e della
fauna selvatiche mediante il controllo del loro commercio, e
successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge 7 febbraio 1992, n. 150, concernente il sistema
sanzionatorio per le violazioni alla predetta Convenzione di
Washington, cosi’ come modificata ed integrata dalla legge
13 febbraio 1993, n. 59, in materia di disciplina dei reati relativi
all’applicazione in Italia della Convenzione sul commercio
internazionale delle specie animali e vegetali in via di estinzione,
dalla legge 9 dicembre 1998, n. 426, in materia di nuovi interventi
in campo ambientale, nonche’ dal decreto legislativo 18 maggio 2001,
n. 275, recante il riordino del sistema sanzionatorio in materia di
commercio di specie animali e vegetali protette;
Visto l’art. 28 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300,
comma 1, lettera b), sulle competenze del Ministero delle attivita’
produttive;
Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito, con
modificazioni, dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, recante
disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della
Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri con il quale e’
stato istituito, tra gli altri, il Ministero del commercio
internazionale;
Visto l’art. 8-quinquies, comma 3-quinquies, della legge 7 febbraio
1992, n. 150, che demanda al Ministero dell’agricoltura e delle
foreste, tramite il Corpo forestale dello Stato, l’effettuazione dei
controlli e delle certificazioni previsti dalla predetta Convenzione
di Washington;
Visto il decreto 1° dicembre 2004 del Ministro delle politiche
agricole e forestali, che istituisce ed attiva i Nuclei operativi
CITES del Corpo forestale dello Stato, che svolgono attivita’ di
controllo e supporto specialistico all’autorita’ doganale presso gli
Uffici delle dogane abilitati alle operazioni di importazione
definitiva e temporanea, di esportazione definitiva e temporanea e di
riesportazione delle specie animali e vegetali incluse nelle
Appendici della predetta Convenzione di Washington;
Visto il decreto 8 luglio 2005, n. 176 del Ministro dell’ambiente e
della tutela del territorio emanato di concerto con il Ministro delle
politiche agricole e forestali, il Ministro delle attivita’
produttive e il Ministro dell’economia e delle finanze, recante il
regolamento concernente i controlli sul commercio internazionale
delle specie animali e vegetali selvatiche minacciate di estinzione
(CITES);
Considerato che l’art. 9-bis del testo unico delle leggi doganali,
approvato con decreto del Presidente della Repubblica 23 gennaio
1973, n. 43, conferisce la facolta’ di accentrare presso talune
dogane le operazioni doganali di importazione e di esportazione,
anche temporanea, relative a determinate merci o a merci trasportate
con determinati veicoli o viaggianti sotto determinati regimi
doganali;
Vista la determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane n.
15468 del 27 novembre 2007, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n.
277 del 28 novembre 2007, che ha definito l’elenco delle dogane
abilitate, in via esclusiva, alle operazioni di importazione
definitiva e temporanea, di esportazione definitiva e temporanea e di
riesportazione degli esemplari di flora e fauna selvatiche, ivi
inclusi esemplari di legname, indicati negli allegati al regolamento
CE n. 338/97 del Consiglio del 9 dicembre 1996 e successive modifiche
ed integrazioni;
Vista la determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane n.
601/UD del 9 maggio 2007 relativa all’istituzione ed attivazione
dell’Ufficio delle dogane di Pescara e con la quale e’ stata
soppressa la Dogana di Ortona, che comprendeva nel suo ambito la
Sezione doganale di Vasto, anch’essa soppressa;
Vista l’istituzione della Sezione operativa territoriale di Vasto,
ove venivano e vengono effettivamente svolte le operazioni di
sdoganamento di esemplari di legname, inclusi negli elenchi della
CITES e del regolamento (CE) n. 338/1997, e successive modifiche ed
integrazioni;
Vista la determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane n.
1919/UD del 20 novembre 2007 relativa all’istituzione ed attivazione
dell’Ufficio delle dogane di Roma 1 e l’Ufficio delle dogane di Roma
2;
Vista la determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane n.
1952/UD del 23 novembre 2007 relativa all’istituzione ed attivazione
della Sezione operativa territoriale di Malpensa;
Vista la determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane n.
2001/UD del 30 novembre 2007 relativa all’istituzione ed attivazione
dell’Ufficio delle dogane di Milano 1 e l’Ufficio delle dogane di
Milano 2;

A d o t t a
la seguente determinazione:

Art. 1.
Le operazioni di importazione definitiva e temporanea, di
esportazione definitiva e temporanea e di riesportazione degli
esemplari di flora e fauna selvatiche indicati negli allegati al
regolamento CE n. 338/97 del Consiglio del 9 dicembre 1996 e
successive modifiche ed integrazioni, possono essere effettuate
esclusivamente presso gli Uffici doganali elencati nell’allegato 1.

Art. 2.
Le operazioni di importazione definitiva e temporanea, di
esportazione definitiva e temporanea e di riesportazione degli
esemplari di legname indicati negli allegati al regolamento CE n.
338/97 del Consiglio del 9 dicembre 1996 e successive modifiche ed
integrazioni, possono essere effettuate esclusivamente presso gli
Uffici doganali elencati nell’allegato 2.

Art. 3.
I controlli doganali degli esemplari di cui al regolamento (CE) n.
338/97 del Consiglio del 9 dicembre 1996 e successive modifiche ed
integrazioni sono effettuati secondo le procedure previste dal
decreto 8 luglio 2005, n. 176.
La presente determinazione sara’ pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 16 maggio 2008
Il direttore dell’Agenzia: Peleggi

—-> Vedere Allegati da pag. 52 a pag. 55

AGENZIA DELLE DOGANE – DETERMINAZIONE 16 maggio 2008

Architetto.info