APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CE 1493/99 | Architetto.info

APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CE 1493/99

APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CE 1493/99 - MISURE DI MERCATO

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DIREZIONE GENERALE
DELLE POLITICHE COMUNITARIE ED INTERNAZIONALI
UFFICIO
VITIVINICOLO
SETTORE VITIVINICOLO – APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CE
1493/99 – MISURE DI MERCATO
ATTRAVERSO IL PRESENTE AVVISO IL MINISTERO
PER LE POLITICHE AGRICOLE E
FORESTALI RENDE NOTO CHE A PARTIRE DAL 1
AGOSTO 2000 SI APPLICA LA
NUOVA ORGANIZZAZIONE COMUNE DI MERCATO DEL
SETTORE VITIVINICOLO
DISCIPLINATA DAL REGOLAMENTO CE 1493/99 DEL 17
MAGGIO 1999 ( G.U.C.E. N.
L179 DEL 14 LUGLIO 1999).
AI FINI DEL
CORRETTO ADEMPIMENTO DEI PRINCIPALI OBBLIGHI PREVISTI DALLA
NORMATIVA
COMUNITARIA APPLICATIVA RELATIVA AI MECCANISMI DI MERCATO SI
RITIENE
DI PRECISARE QUANTO SEGUE.
· AIUTI PER LE DISTILLAZIONI COMUNITARIE :
“DISTILLATORE”, “ASSIMILATO AL
DISTILLATORE” ,
“ASSIMILATO AL PRODUTTORE” ED “ELABORATORE DI VINO
ALCOLIZZATO”.
I riconoscimenti di distillatore, di assimilato al
distillatore, di assimilato al produttore e di elaboratore di vino
alcolizzato rilasciati dal Ministero per le politiche agricole e
forestali ai sensi del regolamento CEE 2046/89 e secondo le modalità
stabilite dal decreto ministeriale del 26/10/89 (pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 258 del 4 novembre
1989), dal decreto ministeriale del 26/7/90 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale
della Repubblica Italiana n. 177 del 31 luglio 1990 ), dal
decreto ministeriale del 15/6/89 n.451 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica Italiana n.29 del 5 febbraio 1990) e dalla
circolare del 18 febbraio 1991 n. F/435 sono da ritenersi validi anche
per la campagna 2000/2001, ai fini dell’erogazione dei
contributi comunitari previsti dal regolamento CE n 1623/2000 del
25/7/2000.
Le modalità e le condizioni per ottenere i riconoscimenti
di distillatore, di assimilato al distillatore e di assimilato al
produttore restano quelle stabilite dai decreti ministeriali e dalla
circolare suindicati, finquando non saranno emanate nuove disposizioni
nazionali.
·AUMENTO DEL TITOLO ALCOLOMETRICO VOLUMICO NATURALE DEI
PRODOTTI DELLA VENDEMMIA
Ai fini dell’aumento del titolo
alcolometrico volumico naturale dei prodotti a monte del vino da
tavola e dei vini a base spumante come previsto dagli allegati V e VI
del Regolamento CE 1493/99, sono da ritenersi valide, in particolare
ai fini del rilascio della relativa autorizzazione, per la campagna
2000/2001, le disposizioni contenute nel Decreto ministeriale 8 giugno
1995 (pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana n.
149 del 28 giugno 1995).
· DISTILLAZIONI OBBLIGATORIE
Ai fini degli
adempimenti obbligatori posti a carico dei produttori previsti dagli
articoli 27 e 28 del Regolamento CE 1493/99 e dal Titolo III del
Regolamento applicativo della Commissione CE n.1623/2000, sono da
ritenersi valide le disposizioni vigenti in particolare quelle
contenute nel Decreto ministeriale n. 452 del 15/6/1989 (
“Regolamento recante disposizioni
nazionali integrative di
quelle comunitarie sulla distillazione obbligatoria dei sottoprodotti
della vinificazione“ pubblicato nella Gazzetta ufficiale della
Repubblica Italiana n. 29 del 5 febbraio 1990), nel decreto
ministeriale del 4/8/1997 (“Disposizioni relative alla
distillazione obbligatoria dei sottoprodotti della
vinificazione“ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della
Repubblica Italiana n. 198 del 26 agosto 1997), nel Decreto
ministeriale 16 maggio1997 (“Divieto di vinificazione delle uve
da tavola e modalità applicative per la vinificazione delle uve a
duplice attitudine” pubblicato nella Gazzetta ufficiale della
Repubblica Italiana n. 131 del 7 giugno 1997).
Si precisa inoltre che
dalle uve da tavola è possibile ottenere succhi d’uva e mosti da
destinare a succhi d’uva ma , a decorrere dalla presente
campagna 2000 -.2001,i succhi ottenuti non possono beneficiare degli
aiuti comunitari

APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO CE 1493/99

Architetto.info