Approvazione dei metodi di analisi per il controllo ufficiale degli alimenti per animali | Architetto.info

Approvazione dei metodi di analisi per il controllo ufficiale degli alimenti per animali

Approvazione dei metodi di analisi per il controllo ufficiale degli alimenti per animali - Supplemento n. 17.

L’ISPETTORE GENERALE CAPO PER LA REPRESSIONE DELLE FRODI
di concerto con I Ministri delle finanze, della sanita’ e
dell’industria, del commercio e dell’artigianato
Visto il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143, relativo al
“Conferimento alle regioni delle funzioni amministrative in materia
di agricoltura e pesca e riorganizzazione dell’Amministrazione
centrale”, ed in particolare l’art. 2 che istituisce il Ministero
per le politiche agricole, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 129 del 5 giugno 1997;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, inerente alla
“Riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11
della legge 15 marzo 1997, n. 59, ed in particolare l’art. 33,
comma 1, con il quale il Ministro per le politiche agricole e il
Ministero per le politiche agricole assumono rispettivamente la
denominazione Ministro delle politiche agricole e forestali e
Ministero delle politiche agricole e forestali;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, concernente
norme per la razionalizzazione dell’organizzazione delle
amministrazioni pubbliche e revisione della disciplina in materia
di pubblico impiego, a norma dell’art. 2 della legge 23 ottobre
1992, n. 421;
Visti l’art. 43 del regio decreto-legge 15 ottobre 1925, n. 2033,
convertito nella legge 18 marzo 1926, n. 562, riguardante la
repressione delle frodi nella preparazione e nel commercio di
sostanze di uso agrario e di prodotti agrari, e l’art. 108 del
regolamento di esecuzione dello stesso regio decreto-legge,
approvato con regio decreto 1o luglio 1926, n. 1361, i quali
prescrivono che le analisi occorrenti in applicazione delle norme
contenute nel regio decreto-legge e nel regolamento suddetti
dovranno essere eseguite dai laboratori incaricati con i metodi
prescritti da questo Ministero, di concerto con il Ministero delle
finanze, il Ministero della sanita’ ed il Ministero dell’
industria, del commercio e dell’artigianato;
Visto il decreto legislativo 23 novembre 1998, n. 460, di
attuazione della direttiva 95/53/CE relativa all’organizzazione dei
controlli ufficiali nel settore dell’alimentazione animale e, in
particolare, l’art. 11, comma 1-b), il quale dispone che gli
accertamenti analitici sono effettuati in conformita’ a quanto
previsto dalle metodiche comunitarie di riferimento;
Vista la direttiva n. 2000/45/CE della Commissione del 6 luglio
2000, che fissa i metodi di analisi comunitari per i controlli
ufficiali degli alimenti per animali e delle premiscele, per quanto
riguarda il loro contenuto di vitamina A, vitamina E e triptofano;
Visto il decreto ministeriale 9 novembre 1971, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 308 del 6 dicembre
1971, con il quale sono stati approvati i “Metodi ufficiali di
analisi degli alimenti per uso zootecnico”, modificati ed integrati
da ultimo con decreto ministeriale 6 dicembre 1999 – Supplemento n.
16;
Visto il decreto ministeriale 30 settembre 1999, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 118 del 23 maggio
2000, cui e’ allegato, in materia di metodi di analisi, il
supplemento n. 15, con il quale all’art. 2, comma 2, sono stati
soppressi, in attuazione della direttiva 99/27/CE, alcuni metodi
inerenti al controllo ufficiale degli alimenti per animali tra i
quali la determinazione del retinolo (vitamina A);
Ritenuto necessario adottare le opportune disposizioni per
conformare le succitate norme nazionali a quelle comunitarie
previste dalla predetta direttiva n. 2000/45/CE;
Sentita la commissione per l’aggiornamento dei metodi ufficiali di
analisi per i prodotti agrari e le sostanze di uso agrario –
sottocommissione alimenti per il bestiame di cui al decreto
ministeriale 11 febbraio 1981, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 204 del 27 luglio 1981, rinnovata, da
ultimo, per quanto attiene alla sottocommissione alimenti per il
bestiame, col decreto ministeriale 20 novembre 1995, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 18 del 23
gennaio 1996, e successive modificazioni;
Decreta:
Art. 1.
Sono approvati i “Metodi di analisi per il controllo ufficiale
degli alimenti per animali” descritti nel supplemento n. 17,
allegato al presente decreto.
Art. 2.
Il presente decreto sara’ inviato al competente organo di controllo
per la registrazione ed entra a far parte della raccolta ufficiale
dei metodi nazionali.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 28 luglio 2000
L’ispettore generale capo per la repressione delle frodi del
Ministero delle politiche agricoli e forestali Lo Piparo
Il direttore generale del Dipartimento delle dogane e imposte
indirette del Ministero delle finanze Guaiana
Il direttore generale del Dipartimento alimentare nutrizione e
sanita’ pubblica veterinaria del Ministero della sanita’ Marabelli
Il direttore generale per lo sviluppo e la competitivita’ del
Ministero dell’industria del commercio e dell’artigianato Visconti
Allegato
SUPPLEMENTO N. 17
pag. 1
pag. 2
pag. 3
pag. 4
pag. 5
pag. 6
pag. 7
pag. 8
pag. 9
pag. 10
pag. 11
pag. 12
pag. 13
pag. 14
pag. 15
pag. 16
pag. 17
pag. 18
pag. 19
pag. 20
pag. 21
pag. 22
pag. 23
pag. 24
pag. 25
pag. 26

Approvazione dei metodi di analisi per il controllo ufficiale degli alimenti per animali

Architetto.info