Approvazione delle graduatorie di merito per l'anno 2000 | Architetto.info

Approvazione delle graduatorie di merito per l’anno 2000

Approvazione delle graduatorie di merito per l'anno 2000 relative all'assegnazione delle autorizzazioni multilaterali per trasporti di merci su strada nell'ambito dei Paesi aderenti alla Conferenza europea dei Ministri dei trasporti.

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE

IL DIRETTORE DELL’UNITA’ OPERATIVA DELL’AUTOTRASPORTO
INTERNAZIONALE DI PERSONE E COSE A.P.C.3
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, concernente la
razionalizzazione dell’organizzazione delle amministrazioni
pubbliche e revisione della disciplina in materia di pubblico
impiego, a norma dell’art. 2 della legge 23 ottobre 1992, n. 421,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 45
del 24 febbraio 1994;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 80, recante nuove
disposizioni in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro
nelle amministrazioni pubbliche, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 65 dell’8 aprile 1998;
Vista la legge n. 298 del 6 giugno 1974 e successive modificazioni
e integrazioni, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 200 del 31
luglio 1974;
Visto il decreto ministeriale n. 521 del 22 novembre 1999 recante
disposizioni concernenti i criteri di rilascio delle autorizzazioni
internazionali al trasporto di merci su strada pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13 gennaio 2000;
Visto il decreto dirigenziale del Ministero dei trasporti del 7
aprile 2000, recante le disposizioni applicative per il rilascio
delle autorizzazioni internazionali al trasporto di merci su
strada, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 90 del 17 aprile
2000;
Visto il decreto legislativo 14 marzo 1998, n. 84, per il riordino
della disciplina per l’accesso alla professione di
autotrasportatore di cose in conto terzi, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n.83 del 9 aprile 1998;
Visto il decreto legislativo 14 marzo 1998, n. 85, per il riordino
della disciplina concernente il rilascio delle autorizzazioni per
l’esercizio dell’attivita’ di autotrasporto di cose per conto
terzi, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 83 del 9 aprile 1998;
Viste le risoluzioni C.E.M.T. n. 91/2 del 21 novembre 1991 e di
Annecy del 27 maggio 1994, nonche’ le disposizioni generali di
utilizzazione pubblicate sulle stesse autorizzazioni C.E.M.T.
Considerato che il contingente C.E.M.T. assegnato all’Italia per
l’anno 2000 e’ costituito da 229 autorizzazioni cosi’ ripartite:
a) – 64 autorizzazioni annuali, valide anche in Austria,
utilizzabili solo con veicoli “euro due”;
b) – 13 autorizzazioni di tipo “breve durata” pari a 156
autorizzazioni mensili non valide in Austria, utilizzabili anche
con veicoli tradizionali;
e) – 152 autorizzazioni annuali, non valide in Austria,
ulilizzabili solo con veicoli “euro due”;
Considerato che parte delle autorizzazioni sopracitate sono state
gia’ utilizzate, per il rinnovo 2000 alle imprese titolari, nelle
seguenti misure:
50 autorizzazioni di cui al punto a);
9 autorizzazioni di cui al punto b);
103 autorizzazioni di cui al punto c);
restano pertanto disponibili da assegnare, con la graduatoria per
l’anno 2000, i seguenti quantitativi:
14 autorizzazioni di cui al punto a);
4 autorizzazioni di cui al punto b);
49 autorizzazioni di cui al punto c); per un totale di 67
autorizzazioni.
Tenuto conto che, per il corrente anno, le autorizzazioni C.E.M.T.
disponibili debbono essere ripartite, a norma dell’art. 2 del
decreto dirigenziale del 7 aprile 2000, in ragione del 50% tra le
due graduatorie previste alle lettere a) e b);
Tenuto conto che in caso di autorizzazioni in numero dispari
l’arrotondamento, per eccesso, andra’ a favore della graduatoria
B);
Tenuto conto che il 10% delle autorizzazioni da assegnare alla
graduatoria B) (pari a tre autorizzazioni) e’ riservato alle
imprese che hanno utilizzato, l’autorizzazione C.E.M.T. di cui
erano titolari nello scorso anno, facendo trasporti multilaterali
nella misura del 90% rispetto al totale e rilevato che tale
condizione e’ stata raggiunta solo dall’impresa F.lli Canil S.p.a.;
Tenuto conto che, a norma delle disposizioni transitorie fissate
all’art. 11 del decreto dirigenziale del 7 aprile 2000, per il
corrente anno, le autorizzazioni C.E.M.T. disponibili vengono
assegnate solo a titolo provvisorio in quanto le domande di
partecipazione sono state presentate al 30 settembre 1999 e cioe’
prima dell’entrata in vigore della nuova normativa prevista dal
decreto ministeriale 521 del 22 novembre 1999;
Esaminate le 194 domande presentate:
Decreta:
Art. 1.
Sono assegnate all’impresa F.lli Canil S.p.a., a titolo
provvisorio, soltanto per il corrente anno, tre autorizzazioni
valide anche in Austria ai sensi del comma 2 dell’art. 2 del
decreto direttoriale del 7 aprile 2000;
Art. 2.
Sono approvate le graduatorie di merito di cui agli elenchi 1 e 3
allegati al presente decreto relative all’anno 2000, per il
rilascio, a titolo provvisorio, delle autorizzazioni multilaterali
al trasporto di merci su strada, previste dalla Conferenza europea
dei Ministri dei trasporti, da attribuire alle imprese che aspirano
a conseguire per la prima volta autorizzazioni multilaterali (ditte
nuove), nonche’ alle imprese che ne sono gia’ titolari (ditte
vecchie).
Art. 3.
Alle imprese elencate nella graduatoria A) sono assegnate a titolo
provvisorio, solo per l’anno 2000, trentatre autorizzazioni cosi’
ripartite:
a) 7 autorizzazioni annuali valide anche per l’Austria da
utilizzare solo con veicoli “euro due”;
b) 2 autorizzazioni del tipo “breve durata” da utilizzare anche con
veicoli tradizionali;
c) 24 autorizzazioni annuali non valide per l’Austria da utilizzare
solo con veicoli “euro due”.
Art. 4.
Alle imprese elencate nella graduatoria B) sono assegnate a titolo
provvisorio, solo per il corrente anno 2000, trentuno
autorizzazioni cosi ripartite;
a) 4 autorizzazioni annuali valide anche in Austria da utilizzare
solo con veicoli “euro due” b) 2 autorizzazioni del tipo “breve
durata” da utilizzare anche con veicoli tradizionali;
c) 25 autorizzazioni annuali non valide in Austria da utilizzare
solo con veicoli “euro due”;
Art. 5.
Il rilascio dell’autorizzazione e’ subordinato all’accertamento
definitivo dei requisiti dichiarati dall’impresa, anche in ordine
alla disponibilita’ dei veicoli, nonche’ delle condizioni da
rispettare ai sensi degli articoli 4, 8 e 11 del decreto
dirigenziale del 7 aprile 2000.
Art. 6.
Le imprese escluse dalle graduatorie, per mancanza dei requisiti
prescritti o per domanda fuori termine, figurano negli elenchi n. 2
e n.4, allegati al presente decreto, raggruppate secondo i motivi
dell’esclusione stessa.
Art. 7.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entrera’ in vigore dalla data della sua
pubblicazione.
Roma, 18 maggio 2000
Il direttore: Scardaci

Alcuni allegati sono attualmente disponibili solo su richiesta.
Scrivere all’e-mail [email protected] citando i dati (tipo,
data e numero) del documento e della fonte.
Es: Legge dello Stato del 18/02/2000 num. 27
Gazzetta del 19/02/2000 num. 41
I documenti saranno inviati in formato zip.

Allegati richiedibili per questa legge:

Elenchi
pag. 63
pag. 64
pag. 65
pag. 66
pag. 67
pag. 68

Approvazione delle graduatorie di merito per l’anno 2000

Architetto.info