Attivazione delle risorse preordinate dalla legge finanziaria per l'anno 1998 | Architetto.info

Attivazione delle risorse preordinate dalla legge finanziaria per l’anno 1998

Attivazione delle risorse preordinate dalla legge finanziaria per l'anno 1998 al fine di realizzare interventi nelle aree depresse. Istituzione di un Fondo rotativo per il finanziamento dei programmi di promozione imprenditoriale nelle aree depresse.

l 30/06/1998 n. 00000208

AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO E CONTABILITA’ DELLO STATO
MEZZOGIORNO
INDUSTRIA, COMMERCIO, ARTIGIANATO (CREDITI)
Legge 30 giugno 1998, n. 208 (in Gazz. Uff., 3 luglio, n. 153). –
Attivazione delle risorse preordinate dalla legge finanziaria per
l’anno 1998 al fine di realizzare interventi nelle aree depresse.
Istituzione di un Fondo rotativo per il finanziamento dei programmi
di promozione imprenditoriale nelle aree depresse.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;
Il Presidente della Repubblica:
Promulga la seguente legge:

Art. 1. 1. Per assicurare la prosecuzione degli interventi di cui
all’art. 1 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, è autorizzata la
spesa complessiva di lire 12.200 miliardi per il periodo 1999-2004,
di cui lire 1.700 miliardi per l’anno 1999 e lire 2.100 miliardi per
ciascuno degli anni dal 2000 al 2004. A decorrere dall’anno 1999 si
provvede ai sensi dell’art. 11, comma 3, lettera d), della legge 5
agosto 1978, n. 468, come sostituito dall’art. 5 della legge 23
agosto 1988, n. 362. Le predette risorse affluiscono al Fondo di cui
all’art. 19 del decreto legislativo 3 aprile, 1993, n. 96, e sono
ripartite dal Comitato interministeriale per la programmazione
economica (CIPE), sentite le indicazioni di priorità della Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province
autonome di Trento e di Bolzano, tenuto conto, nella destinazione
delle medesime risorse, della necessità di completare le opere
situate nelle aree depresse, commissariate ai sensi dell’art. 13 del
decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con modificazioni,
dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, per le quali l’amministrazione
proponente accerti le condizioni di attualità e di cantierabilità.
2. Al fine di consentire il completamento degli interventi di cui
all’art. 56 della legge 7 agosto 1982, n. 526, realizzati nelle aree
depresse, ricompresi tra le opere commissariate di cui al comma 1, e
al fine di riattivare l’operatività della legge 27 febbraio 1985, n.
49, con particolare riferimento alla promozione e allo sviluppo di
piccole e medie imprese cooperative di produzione e lavoro nelle aree
depresse, è autorizzata la spesa di lire 2.550 milioni per l’anno
1999 e di lire 73.100 milioni per ciascuno degli anni 2000 e 2001.
3. All’onere derivante dall’attuazione dei commi 1 e 2, pari a lire
1.702.550 milioni per l’anno 1999, a lire 2.173.100 milioni per
ciascuno degli anni 2000 e 2001 e a lire 2.100 miliardi per ciascuno
degli anni dal 2002 al 2004, si provvede per gli anni 1999 e 2000
mediante utilizzo delle proiezioni per i medesimi anni dello
stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 1998-2000,
nell’ambito dell’unità previsionale di base di conto capitale <<Fondo
speciale>> dello stato di previsione del Ministero, del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica per l’anno 1998,
parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al medesimo
Ministero. Il Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica è autorizzato ad apportare, con propri
decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.
4. Per consentire la concessione e l’erogazione delle agevolazioni
previste dall’art. 1, comma 2, del decreto-legge 22 ottobre 1992, n.
415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n.
488, con riferimento alle istanze presentate nel 1998, il Ministero
dell’industria, del commercio e dell’artigianato è autorizzato ad
utilizzare, nei limiti delle risorse assegnate dal CIPE, le
disponibilità esistenti nelle sezioni del Fondo di cui all’art. 14
della legge 17 febbraio 1982, n. 46. Le somme utilizzate per le
predette finalità saranno reintegrate a valere sulle risorse
stanziate dai commi 1 e 2.
5. é istituito un Fondo rotativo per il finanziamento dei programmi
di promozione imprenditoriale nelle aree depresse. Per tale finalità
è autorizzata la spesa di lire 50 miliardi per il 1998. Il Ministro
del tesoro, del bilancio e della programmazione economica è
autorizzato a far confluire nel Fondo i cofinanziamenti dell’Unione
europea relativi alla promozione imprenditoriale nelle aree depresse.
Con regolamento da emanare ai sensi dell’art. 17, comma 1, della
legge 23 agosto 1988, n. 400, previo parere delle Commissioni
parlamentari competenti e sentita la Conferenza unificata di cui
all’art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono
definite le modalità di funzionamento del Fondo. Le disponibilità del
Fondo sono assegnate con delibera del CIPE, su proposta del Ministro
del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, anche per
il riordino e l’attività del sistema nazionale di promozione
imprenditoriale tra cui le occorrenze relative alla costituzione di
una società per azioni incaricata del predetto riordino, e per
l’attività delle agenzie regionali e locali, sentita la predetta
Conferenza unificata. A tale Fondo possono accedere le società e le
agenzie di promozione e le altre società che presentano progetti,
anche di carattere generale, e le relative istruttorie sono svolte
con le modalità corrispondenti a quelle previste per l’attuazione del
predetto decreto-legge n. 415 del 1992, convertito, con
modificazioni, dalla legge n. 488 del 1992. All’onere derivante
dall’attuazione del presente comma si provvede mediante riduzione di
lire 50 miliardi per il 1998 del Fondo di cui all’art. 19 del decreto
legislativo 3 aprile 1993, n. 96, considerando corrispondentemente
ridotte le altre finalizzazioni.

Attivazione delle risorse preordinate dalla legge finanziaria per l’anno 1998

Architetto.info