Attuazione della direttiva 96/69/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell'8 ottobre 1996 | Architetto.info

Attuazione della direttiva 96/69/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell’8 ottobre 1996

Attuazione della direttiva 96/69/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell'8 ottobre 1996 concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alle misure da adottare contro l'inquinamento atmosferico da emissioni di veicoli a motore.

dm 14/11/1997

AUTOVEICOLI E CIRCOLAZIONE STRADALE
INQUINAMENTO
Decreto Ministeriale 14 novembre 1997 (in Suppl. ordinario n. 29,
alla Gazz. Uff. n. 42, del 20 febbraio). – Attuazione della direttiva
96/69/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell’8 ottobre 1996
concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative alle misure da adottare contro l’inquinamento atmosferico da
emissioni di veicoli a motore.

Il Ministro dei trasporti e della navigazione, di concerto con il
Ministro dell’ambiente e il Ministro della sanità:
Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992 che prevede il recepimento con decreti ministeriali delle
direttive comunitarie afferenti a materie disciplinate dallo stesso
codice; Visto l’art. 406 del regolamento di esecuzione e di
attuazione del nuovo codice della strada approvato con decreto del
Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992 n. 495, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 28 dicembre
1992 che conferma l’applicabilità del sopracitato art. 229 del codice
al recepimento delle direttive comunitarie disciplinanti materie del
regolamento; Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai
commi secondo, terzo e quarto stabilisce la competenza del Ministro
dei trasporti e della navigazione a decretare di concerto con il
Ministro dell’ambiente e con il Ministro della sanità in materia di
norme costruttive e funzionali dei veicoli a motore e loro rimorchi
che interessino la protezione dell’ambiente come previsto dal diritto
comunitario; Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione di concerto con il Ministro dell’ambiente e con il
Ministro della sanità in data 29 febbraio 1996 pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 81 del 5 aprile 1996 con il quale è recepita la
direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 94/12/CE; Visto il
decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione del 26
novembre 1996 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30
dicembre 1996 di recepimento della direttiva n. 96/44/CE del 1°
luglio 1996 che adegua al progresso tecnico la direttiva 70/220/CEE
della Commissione come da ultimo modificata dalla direttiva 94/12/CE;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti dell’8 maggio 1995
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 148
del 27 giugno 1995 di recepimento delle direttive della Commissione
92/53/CEE e 93/81/CEE recanti modifiche della direttiva 70/156/CEE
concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative all’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi,
come rettificato dal decreto 8 novembre 1996 pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 287 del 7 dicembre 1996 e che di seguito verrà
indicato come <<decreto sulla omologazione CEE>>; Vista la direttiva
del parlamento europeo e del Consiglio 96/69/CE dell’8 ottobre 1996
relativa alle misure da adottare contro l’inquinamento atmosferico da
emissioni di veicoli a motore e recante modifica della direttiva
70/220/CEE, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale CE n. L 282 del 1°
novembre 1996 nonchè la rettifica della stessa direttiva pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale CE n. L 83 del 25 marzo 1997;
Decreta:

Art. 1. 1. L’allegato I a decreto del Ministero dell’ambiente del
28 dicembre 1991 di attuazione della direttiva 91/441/CEE come da
ultimo modificato dal decreto del Ministro dei trasporti 4 settembre
1995, è modificato conformemente all’allegato al presente decreto.

Art. 2. 1. Ai fini dell’applicazione degli articoli 4, comma primo,
e 7, comma primo, del decreto sulla omologazione CEE è riconosciuta
la <<conformità>> alle prescrizioni del presente decreto.
2. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente
decreto, per i veicoli della classe I e dal 1° gennaio 1998 per i
veicoli delle classi II e III non sarà più possibile accordare:
– la omologazione ai sensi dell’art. 4, comma primo, del decreto
sulla omologazione CEE,
– la omologazione nazionale, salvo che vengano fatte valere le
disposizioni dell’art. 8 comma secondo del decreto sulla omologazione
CEE, per motivi concernenti l’inquinamento atmosferico da emissioni,
qualora non siano soddisfatte le prescrizioni della direttiva
70/220/CE come da ultimo modificata dalla direttiva recepita con il
presente decreto.
3. A decorrere dal 1° ottobre 1997, per i veicoli della classe I e
dal 1° ottobre 1998 per i veicoli delle classi II e III, per quanto
attiene l’inquinamento atmosferico da emissioni di veicoli a motore:
non saranno più validi ai fini dell’art. 7 comma primo del
decreto sulla omologazione CEE, i certificati di conformità che a
norma dello stesso decreto accompagnano i veicoli nuovi,
sarà negata la immatricolazione, la vendita e la messa in
circolazione di veicoli nuovi, salvo che non vengano fatte valere le
disposizioni dell’art. 8 comma secondo del decreto sulla omologazione
CEE, qualora non siano soddisfatte le prescrizioni della direttiva
70/220/CE come da ultimo modificata dalla direttiva recepita con il
presente decreto.

Art. 3. 1. L’allegato al presente decreto ne costituisce a tutti
gli effetti parte integrante.

(é omesso l’allegato).

Attuazione della direttiva 96/69/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell’8 ottobre 1996

Architetto.info