AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 22 ottobre 2008 | Architetto.info

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 22 ottobre 2008

AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 22 ottobre 2008 - Direttive per la messa in servizio dei gruppi di misura del gas, caratterizzati da requisiti funzionali minimi e con funzioni di telelettura e telegestione, per i punti di riconsegna delle reti di distribuzione del gas naturale. (Deliberazione ARG/gas 155/08). (GU n. 266 del 13-11-2008 )

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 22 ottobre 2008

Direttive per la messa in servizio dei gruppi di misura del gas,
caratterizzati da requisiti funzionali minimi e con funzioni di
telelettura e telegestione, per i punti di riconsegna delle reti di
distribuzione del gas naturale. (Deliberazione ARG/gas 155/08).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 22 ottobre 2008;
Visti:
la direttiva 2006/32/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 5 aprile 2006, concernente l’efficienza degli usi finali
dell’energia e i servizi energetici (di seguito: direttiva
2006/32/CE);
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (di seguito:
decreto legislativo n. 164/2000);
il decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 22, recante
«Attuazione della direttiva 2004/22/CE relativa agli strumenti di
misura» e i relativi allegati (di seguito: decreto legislativo n.
22/2007), nonche’ le pertinenti norme europee armonizzate alla
medesima direttiva 2004/22/CE;
il decreto legislativo 30 maggio 2008, n. 115, recante
«Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all’efficienza degli
usi finali dell’energia e i servizi energetici e abrogazione della
direttiva 93/76/CEE» (di seguito: decreto legislativo n. 115/2008);
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: l’Autorita) 11 luglio 2002, n. 130/02 (di seguito:
deliberazione n. 130/02), e la relazione tecnica alla medesima
deliberazione;
la deliberazione dell’Autorita’ 4 dicembre 2003, n. 139/03 (di
seguito: deliberazione n. 139/03);
la deliberazione dell’Autorita’ 18 dicembre 2006, n. 292/2006 (di
seguito: deliberazione n. 292/06), e l’allegato A alla medesima
deliberazione, come successivamente modificato e integrato;
la deliberazione dell’Autorita’ 18 gennaio 2007, n. 11/07 (di
seguito: deliberazione n. 11/07), e l’allegato A alla medesima
deliberazione, come successivamente modificato e integrato;
la deliberazione dell’Autorita’ 9 luglio 2007, n. 169/2007 (di
seguito: deliberazione n. 169/2007);
la deliberazione dell’Autorita’ 18 settembre 2007, n. 225/07 (di
seguito: deliberazione n. 225/07);
la deliberazione dell’Autorita’ 26 settembre 2007, n. 235/2007
(di seguito: deliberazione n. 235/07);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 dicembre 2007, n. 348/2007 (di
seguito: deliberazione n. 348/07) e l’allegato A alla medesima
deliberazione, come successivamente modificato e integrato;
la deliberazione dell’Autorita’ 8 gennaio 2008, GOP 1/08 (di
seguito: deliberazione GOP 1/08);
deliberazione dell’Autorita’ 4 febbraio 2008, ARG/gas 9/08 (di
seguito: deliberazione ARG/gas 9/08);
la deliberazione dell’Autorita’ 15 febbraio 2008, GOP 9/08 (di
seguito deliberazione GOP 9/08);
la deliberazione dell’Autorita’ 7 agosto 2008, ARG/gas 120/08;
la deliberazione dell’Autorita’ 22 settembre 2008, ARG/gas 128/08
(di seguito: deliberazione ARG/gas 128/08);
la segnalazione dell’Autorita’ al Parlamento e al Governo in tema
di misura del gas nelle attivita’ di distribuzione e fornitura ai
clienti finali dell’11 marzo 2008, PAS 1/08 (di seguito: segnalazione
al Parlamento e al Governo PAS 1/08);
la norma UNI/TS 11291 «Sistemi di misurazione del gas –
Dispositivi di misurazione del gas su base oraria», Parti 1, 2 e 3,
del luglio 2008 (di seguito: norma UNI/TS 11291);
il documento per la consultazione 26 maggio 2005 «Estensione
della misura del gas su base oraria ai clienti finali con consumi di
gas superiori ai duecentomila metri cubi annui e ai punti di consegna
delle reti di distribuzione» (di seguito: documento per la
consultazione 26 maggio 2005) e le successive osservazioni pervenute
all’Autorita’ da parte dei soggetti interessati in merito alle
proposte ivi formulate;
il documento per la consultazione 26 luglio 2006 «Proposte per la
diffusione dei misuratori elettronici e dei sistemi di telegestione
per l’utenza di bassa tensione», Atto n. 23/2006 (di seguito:
documento per la consultazione 26 luglio 2006), e le successive
osservazioni pervenute all’Autorita’ da parte dei soggetti
interessati in merito alle proposte ivi formulate;
il documento per la consultazione 9 luglio 2007 «Telemisura dei
consumi dei clienti finali allacciati alle reti di distribuzione del
gas naturale», Atto n. 27/2007 (di seguito: documento per la
consultazione 9 luglio 2007), e le successive osservazioni pervenute
all’Autorita’ da parte dei soggetti interessati in merito alle
proposte ivi formulate;
il documento per la consultazione 27 febbraio 2008 «Tariffe per
l’attivita’ di distribuzione e misura del gas naturale per il terzo
periodo di regolazione», DCO 4/08 (di seguito: documento per la
consultazione27 febbraio 2008), e le successive osservazioni
pervenute all’Autorita’ da parte dei soggetti interessati in merito
alle proposte ivi formulate;
il documento per la consultazione 3 giugno 2008 «Telelettura dei
consumi dei clienti finali allacciati alle reti di distribuzione del
gas naturale e telegestione dei misuratori del gas», DCO 16/08 (di
seguito: documento per la consultazione 3 giugno 2008), e le
successive osservazioni pervenute all’Autorita’ da parte dei soggetti
interessati in merito alle proposte ivi formulate;
il documento per la consultazione 18 giugno 2008 «Tariffe per
l’attivita’ di distribuzione e misura del gas naturale per il terzo
periodo di regolazione Orientamenti finali», DCO 20/08 (di seguito:
documento per la consultazione 18 giugno 2008); e le successive
osservazioni pervenute all’Autorita’ da parte dei soggetti
interessati in merito alle proposte ivi formulate;
il documento per la consultazione 22 settembre 2008 «Testo
integrato della regolazione delle tariffe per l’attivita’ di
distribuzione e misura del gas per il terzo periodo di regolazione»,
DCO 30/08 (di seguito: documento per la consultazione 22 settembre
2008), e le successive osservazioni pervenute all’Autorita’ da parte
dei soggetti interessati in merito alle proposte ivi formulate;
la determinazione dell’Autorita’ 27 novembre 2007, n. 71/2007 (di
seguito determinazione n. 71/07);
la richiesta di informazioni sui gruppi di misura del gas
effettuata dagli uffici dell’Autorita’ nel primo semestre del 2008
alle imprese di distribuzione del gas di maggiori dimensioni;
il documento ERGEG (European Regulators’ Group for Electricity
and Gas) «Smart metering with a focus on electricity regulation» (di
seguito: documento Ergeg sullo smart metering).
Considerato che:
l’art. 13 della direttiva 2006/32/CE prevede che:
«Gli Stati membri provvedono affinche’, nella misura in cui sia
tecnicamente possibile, finanziariamente ragionevole e proporzionato
rispetto ai risparmi energetici potenziali, i clienti finali di
energia elettrica, gas naturale, teleriscaldamento e/o raffreddamento
e acqua calda per uso domestico, ricevano a prezzi concorrenziali
contatori individuali che riflettano con precisione il loro consumo
effettivo e forniscano informazioni sul tempo effettivo d’uso»;
«Gli Stati membri provvedono affinche’, laddove opportuno, le
fatture emesse dai distributori di energia, dai gestori del sistema
di distribuzione e dalle societa’ di vendita di energia al dettaglio
si basino sul consumo effettivo di energia, e si presentino in modo
chiaro e comprensibile. Insieme alla fattura sono fornite adeguate
informazioni per presentare al cliente finale un resoconto globale
dei costi energetici attuali. Le fatture, basate sul consumo
effettivo, sono emesse con una frequenza tale da permettere ai
clienti di regolare il loro consumo energetico»;
il decreto legislativo n. 115/2008 che ha recepito la direttiva
europea 2006/32/CE, all’art. 17, comma 1, lettera c), ne ha
rafforzato le disposizioni relative all’informazione al cliente
finale circa i propri consumi, stabilendo che «le imprese di
distribuzione (omissis) provvedono ad individuare modalita’ che
permettano ai clienti finali di verificare in modo semplice, chiaro e
comprensibile le letture dei propri contatori, sia attraverso
appositi display da apporre in posizioni facilmente raggiungibili e
visibili, sia attraverso la fruizione dei medesimi dati attraverso
ulteriori strumenti informatici o elettronici gia’ presenti presso il
cliente finale»;
il decreto legislativo n. 22/2007 che ha recepito la direttiva
europea 2004/22/CE prevede l’applicazione dei requisiti essenziali e
dei requisiti specifici ai gruppi di misura del gas destinati ad uso
residenziale, commerciale e industria leggera, in particolare:
l’idoneita’ (punto 7 dell’allegato I al decreto legislativo n.
22/2007);
la protezione dall’alterazione (punto 8 dell’allegato I al
decreto legislativo n. 22/2007);
l’indicazione del risultato (punto 10 dell’allegato I al
decreto legislativo n. 22/2007);
lo stesso decreto legislativo n. 22/2007 ai punti 7 e 8
dell’allegato I:
distingue il software metrologico dal software ad esso
collegato; per il software metrologico evidenzia i criteri per la sua
identificazione, tenuta in sicurezza e protezione da alterazioni
accidentali o intenzionali;
ammette che lo strumento di misura possa essere collegato ad un
altro dispositivo purche’ le caratteristiche metrologiche dello
strumento di misura non…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 22 ottobre 2008

Architetto.info