AUTORITA' PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI | Architetto.info

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

AUTORITA' PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI - DETERMINAZIONE 17 aprile 2002: Disposizioni in merito alla trasmissione di informazioni all'Osservatorio dei lavori pubblici da parte delle imprese qualificate (art. 27, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 2000, n. 34). (Determinazione n. 7/2002). (GU n. 117 del 21-5-2002)

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

DETERMINAZIONE 17 aprile 2002

Disposizioni in merito alla trasmissione di informazioni
all’Osservatorio dei lavori pubblici da parte delle imprese
qualificate (art. 27, comma 3, del decreto del Presidente della
Repubblica 25 gennaio 2000, n. 34). (Determinazione n. 7/2002).

IL CONSIGLIO

Premesso che:
a) sono stati richiesti da parte di imprese qualificate
chiarimenti in merito alla trasmissione di informazioni all’Autorita’
al fine del loro inserimento nel casellario informatico delle imprese
qualificate oppure della variazione di quanto gia’ inserito;
b) le informazioni sono di tue tipi: le prime sono quelle che si
riferiscono alle variazioni minime delle attestazioni rilasciate
(variazioni della denominazione o ragione sociale, della sede,
rappresentanza legale e/o della direzione tecnica, oppure variazioni
a seguito dell’inserimento dell’indicazione dell’avvenuta
acquisizione del certificato di qualita’ aziendale o della presenza
degli elementi signficativi e fra loro correlati del sistema di
qualita’ aziendale); le seconde sono quelle che si riferiscono ai
requisiti di ordine generale (art. 17, comma 1, del decreto del
Presidente della Repubblica 25 gennaio 2000, n. 34);
L’Autorita’ dispone che:
a) le informazioni relative alle variazioni minime delle
attestazioni rilasciate sono trasmesse tramite invio all’Osservatorio
dei lavori pubblici delle nuove attestazioni che devono riportare
obbligatoriamente la dicitura “sostituisce l’attestazione n.
……/……”; l’invio deve essere effettuato, sia in forma cartacea
e sia per via informatica, esclusivamente a cura delle SOA che hanno
provveduto alle variazioni e, pertanto, le imprese sono esonerate dal
trasmettere comunicazioni al riguardo;
b) le informazioni relative alle variazioni dei requisiti di
ordine generale sono trasmesse tramite invio all’Autorita’, a cura
delle imprese cui esse si riferiscono di apposite comunicazioni.
Roma, 17 aprile 2002 Il presidente: Garri

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

Architetto.info