AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI | Architetto.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 15 novembre 2001: Approvazione del regolamento relativo alla radiodiffusione terrestre in tecnica digitale. (Deliberazione n. 435/01/CONS). (GU n. 284 del 6-12-2001- Suppl. Ordinario n.259)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 15 novembre 2001

Approvazione del regolamento relativo alla radiodiffusione
terrestre in tecnica digitale. (Deliberazione n. 435/01/CONS).

L’AUTORITA’

NELLA sua riunione del Consiglio del 14 novembre 2001, in
particolare, nella sua riunione del 15 novembre 2001;
VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”;
VISTO il testo unico delle disposizioni legislative in materia
postale, di bancoposta e di telecomunicazioni, approvato con decreto
del Presidente della Repubblica 29 marzo 1973, n. 156 e successive
modificazioni;
VISTO il decreto del Ministro delle poste e delle
telecomunicazioni 31 gennaio 1983 recante “Approvazione del piano
nazionale di ripartizione delle radiofrequenze”, e successive
modificazioni ed integrazioni, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 47 del 17 febbraio 1983;
VISTA la direttiva del Consiglio 89/552/CEE del 3 ottobre 1989
relativa al coordinamento di determinate disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti
l’esercizio delle attivita’ televisive, come modificata dalla
direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 giugno 1997,
97/36/CE;
VISTA la legge 6 agosto 1990, n. 223, recante “Disciplina del
sistema radiotelevisivo pubblico e privato”;
VISTA la direttiva del Consiglio 91/263/CEE del 29 aprile 1991,
concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative alle apparecchiature terminali di telecomunicazioni, incluso
il reciproco riconoscimento della loro conformita’, come modificata
dalla direttiva 93/68/CEE ed integrata dalla direttiva 93/97/CEE,
attuata con il decreto legislativo 12 novembre 1996, n. 614;
VISTA la legge 5 ottobre 1991, n. 327, recante “Ratifica ed
esecuzione della Convenzione europea sulla televisione
transfrontaliera, con annesso, fatta a Strasburgo il 5 maggio 1989”;
VISTA la legge del 5 febbraio 1992 n. 104, recante “Legge quadro
per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone
handicappate”, e successive modificazioni;
VISTO il decreto legge 27 agosto 1993, n. 323, recante
“Provvedimenti urgenti in materia radiotelevisiva”, convertito, con
modificazioni, dalla legge 27 ottobre 1993, n. 422;

VISTO il decreto del Ministro delle poste e delle
telecomunicazioni 9 dicembre 1993, n. 581, recante regolamento in
materia di sponsorizzazione di programmi radiotelevisivi e offerte al
pubblico, pubblicato nella pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 8 del 12 gennaio 1994;
VISTO il decreto legge 23 ottobre 1996, n. 545, recante
disposizioni urgenti in materia di esercizio dell’attivita’
radiotelevisiva, convertito, con modificazioni, dalla legge 23
dicembre 1996, n. 650;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre
1997, n. 318, recante “Regolamento per l’attuazione di direttive
comunitarie nel settore delle telecomunicazioni”;
VISTO il decreto del Ministro delle comunicazioni 25 novembre
1997, recante “Disposizioni per il rilascio delle licenze individuali
nel settore delle telecomunicazioni”;
VISTO il decreto ministeriale 23 aprile 1998, recante
“Disposizioni in materia di interconnessione nel settore delle
telecomunicazioni”, pubblicato nel supplemento ordinario della
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 133 del 10 giugno
1998;
VISTA la legge 30 aprile 1998, n. 122, recante “Differimento di
termini previsti dalla legge 31 luglio 1997, n. 249 relativi
all’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, nonche’ norme in
materia di programmazione e di interruzioni pubblicitarie
televisive”;
VISTA la propria delibera n. 68/98 del 30 ottobre 1998, recante
“Piano nazionale di assegnazione delle frequenze per la
radiodiffusione televisiva”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 263 del 10 novembre 1998;
VISTA la propria delibera n. 78/98 del 1 dicembre 1998, recante
“Approvazione del regolamento per il rilascio delle concessioni per
la radiodiffusione televisiva privata su frequenze terrestri”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 288
del 10 dicembre 1998;
VISTO il decreto-legge 30 gennaio 1999, n. 15 recante
“Disposizioni urgenti per lo sviluppo equilibrato dell’emittenza
televisiva e per evitare la costituzione o il mantenimento di
posizioni dominanti nel settore radiotelevisivo”, convertito, con
modificazioni, dalla legge 29 marzo 1999, n. 78;
VISTA la propria delibera n. 9/99 del 16 marzo 1999, recante
“Approvazione del regolamento concernente la promozione della
distribuzione e della produzione di opere europee”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 119 del 24 maggio
1999;
VISTO il decreto legislativo 17 maggio 1999, n. 191, recante
“Attuazione della direttiva 95/47/CE in materia di emissione di
segnali televisivi”;
VISTA la legge 15 dicembre 1999, n. 482, recante “Norme in materia
di tutela delle minoranze linguistiche storiche”;
VISTO il decreto-legge 18 novembre 1999, n. 433, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 gennaio 2000, n. 5, recante
“Disposizioni urgenti in materia di esercizio dell’attivita’
radiotelevisiva locale e di termini relativi al rilascio delle
concessioni per la radiodiffusione televisiva privata su frequenze
terrestri in ambito locale”;
VISTA la propria delibera n. 216/00/CONS del 7 aprile 2000,
recante “Determinazione degli standard dei decodificatori e le norme
per la ricezione dei programmi televisivi ad accesso condizionato”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 94
del 21 aprile 2000;
VISTA la propria delibera n. 467/00/CONS del 19 luglio 2000,
recante “Disposizioni in materia di autorizzazioni generali”,
pubblicata nella pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 184 del 8 agosto 2000;
VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
n. 445, recante “Testo unico delle disposizioni legislative e
regolamentari in materia di documentazione amministrativa”;
VISTO il decreto legge 23 gennaio 2001, n. 5 recante “Disposizioni
urgenti per il differimento di termini in materia di trasmissioni
radiotelevisive analogiche e digitali, nonche’ per il risanamento di
impianti radiotelevisivi” convertito, con modificazioni, dalla legge
20 marzo 2001, n. 66;
VISTI, in particolare, gli articoli 2bis, comma 7, lett. a) della
legge n. 66/01 e 4, comma 5, della legge n. 249/97;
VISTA la propria delibera n. 170/01/CONS dell’11 aprile 2001,
recante “Consultazione pubblica concernente il regolamento relativo
al rilascio delle licenze ed autorizzazioni per la diffusione di
trasmissioni radiotelevisive in tecnica digitale (l. 66/01 articolo 2
bis comma 7)” pubblicata nella pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 95 del 24 aprile 2001;
VISTO il decreto legislativo 9 maggio 2001, n. 269, recante
“Attuazione della direttiva 1999/5/CE riguardante le apparecchiature
radio, le apparecchiature terminali di telecomunicazione ed il
reciproco riconoscimento della loro conformita’”;
VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 2 maggio 2001, n.
345, recante “Regolamento di attuazione della legge 15 dicembre 1999,
n. 482, recante norme di tutela delle minoranze linguistiche
storiche”;
VISTA la propria delibera n. 287/01/CONS del 5 luglio 2001,
recante “Consultazione pubblica sul contenuto del regolamento
concernente il rilascio delle licenze ed autorizzazioni per la
diffusione di trasmissioni radiotelevisive in tecnica digitale (l.
66/01 articolo 2 bis comma 7)”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 164 del 17 luglio 2001 ;
VISTO il decreto del Ministro delle comunicazioni del 24 luglio
2001, recante “Programma per lo sviluppo e la diffusione in Italia
delle nuove tecnologie di trasmissione radiotelevisiva digitale su
frequenze terrestri e da satellite e per l’introduzione dei sistemi
audiovisivi terrestri a larga banda”, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 182 del 7 agosto 2001;
VISTA la propria delibera n. 538/01/CSP del 26 luglio 2001,
recante “Regolamento in materia di pubblicita’ radiotelevisiva e
televendite”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 183 dell’8 agosto 2001;
TENUTO CONTO delle risultanze delle consultazioni pubbliche
indette con le delibere n. 170/01/CONS e n. 287/01/CONS ed in
particolare viste le proposte di emendamenti formulate allo schema di
regolamento pubblicato unitamente alla delibera 287/01/01/CONS;
CONSIDERATA la necessita’ di stabilire una disciplina che
consenta, da un lato, l’avvio dei mercati legati alla radiodiffusione
digitale terrestre e, dall’altro, la possibilita’ di una successiva
revisione ed integrazione sulla base delle indicazioni derivanti
dall’attivita’ di pianificazione delle frequenze e dai risultati
della sperimentazione;
CONSIDERATA, in particolare, l’esigenza di adeguare ed integrare
il presente regolamento in conformita’ alle indicazioni dei piani di
assegnazione, tenuto conto della rilevanza della specifica
individuazione del numero dei blocchi di diffusione pianificati sia…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Architetto.info