AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI | Architetto.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 19 dicembre 2001: Revisione dei valori del sistema di "price cap" di cui alla delibera n. 171/99, alla luce degli effetti prodotti dall'applicazione del "sub cap" relativo a contributi e canoni di cui alla delibera n. 847/00/CONS. (Deliberazione n. 469/01/CONS). (GU n. 7 del 9-1-2002)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 19 dicembre 2001

Revisione dei valori del sistema di “price cap” di cui alla delibera
n. 171/99, alla luce degli effetti prodotti dall’applicazione del
“sub cap” relativo a contributi e canoni di cui alla delibera n.
847/00/CONS. (Deliberazione n. 469/01/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE
NELLE COMUNICAZIONI
Nella sua riunione di Consiglio del 19 dicembre 2001;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”, in particolare
l’art. 1, comma 6, lettera c), n. 14 e l’art. 4, comma 9, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 25 agosto
1997, n. 197;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante “Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita’”, in particolare gli articoli 1 e 2, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 18 novembre 1995, n.
270;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318, recante il regolamento per l’attuazione di direttive
comunitarie nel settore delle telecomunicazioni, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 22 settembre 1997,
n. 221;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 gennaio 2001,
n. 77, recante il regolamento di attuazione delle direttive 97/51/CE
e 98/10/CE, in materia di telecomunicazioni, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 29 marzo 2001, n.
74;
Vista la direttiva del Consiglio 90/387/CEE, sull’istituzione del
mercato interno per i servizi delle telecomunicazioni mediante la
realizzazione di una rete aperta di telecomunicazioni (ONP),
pubblicata nella ξGazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee del
24 luglio 1990, n. L 192;
Vista la direttiva della Commissione 90/388/CEE, relativa alla
concorrenza nei mercati dei servizi di telecomunicazioni, pubblicata
nella ξGazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee del 24 luglio
1990, n. L 192;
Vista la direttiva della Commissione 96/19/CE, che modifica la
direttiva 90/388/CE al fine della completa apertura alla concorrenza
dei mercati delle telecomunicazioni, pubblicata nella ξGazzetta
Ufficiale delle Comunita’ europee del 22 marzo 1996, n. L 74;
Vista la direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 97/33/CE
sull’interconnessione nel settore delle telecomunicazioni e
finalizzata a garantire il servizio universale e l’interoperabilita’
attraverso l’applicazione dei principi di fornitura di una rete
aperta (ONP), pubblicata nella &ix;Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee del 26 luglio 1997, n. L 199;
Vista la direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 98/10/CE
sull’applicazione del regime di fornitura di una rete aperta (ONP)
alla telefonia vocale e sul servizio universale delle
telecomunicazioni in un ambiente concorrenziale, pubblicata nella
ξGazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee del 1 aprile 1998, n.
L 101;
Vista la propria delibera n. 85/98, concernente le condizioni
economiche di offerta del servizio di telefonia vocale, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 5 gennaio
1999, n. 3;
Vista la propria delibera n. 101/99, concernente le condizioni
economiche di offerta del servizio di telefonia vocale alla luce
dell’evoluzione dei meccanismi concorrenziali, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 5 luglio 1999, n.
155;
Vista la propria delibera n. 171/99, concernente la
regolamentazione ed il controllo dei prezzi dei servizi di telefonia
vocale offerti da Telecom Italia a partire dal 1 agosto 1999,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 18
agosto 1999, n. 193;
Vista la propria delibera n. 274/99, concernente i criteri di
ammissibilita’ di pacchetti tariffari ai fini della verifica del
vincolo di “price cap”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 16 novembre 1999, n. 269;
Vista la propria delibera n. 314/00/CONS, concernente la
determinazione di condizioni economiche agevolate per il servizio di
telefonia vocale a particolari categorie di clientela, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dell’11 luglio
2000, n. 160;
Vista la propria delibera n. 330/01/CONS, concernente
l’applicazione ed integrazione della delibera n. 314/00/CONS,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 28
agosto 2001, n. 199;
Vista la propria delibera n. 847/00/CONS, concernente la revisione
dei valori del sistema di “price cap” di cui alla delibera n.
171/1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 30 dicembre 2000, n. 203;
Vista la propria delibera n. 24/01/CIR, concernente disposizioni
per l’implementazione dei servizi di accesso condiviso a livello di
rete locale e di accesso disaggregato alla sottorete locale,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 17
dicembre 2001, n. 292;
Visti i dati riportati nella contabilita’ regolatoria relativi ai
risultati consuntivi dell’esercizio 2000 trasmessi da Telecom Italia;
Considerato che, al fine di perseguire un completo ribilanciamento
entro il 1 luglio 2002, l’art. 2, comma 1, della delibera n.
847/00/CONS, prevede la possibilita’ di una ulteriore revisione del
valore del “sub-cap” relativo ai contributi di attivazione ed ai
canoni per l’anno 2002, a valle di una verifica degli effetti
prodotti dall’applicazione del “price cap”, condotta dall’Autorita’,
anche mediante un confronto con la Commissione europea, sulla base di
un’analisi del mercato dell’accesso ed, in particolare,
sull’andamento dei costi e ricavi dei servizi di accesso e sullo
stato d’implementazione dei servizi di accesso disaggregato alla rete
locale di Telecom Italia;
Considerato che, successivamente alla delibera n. 171/99,
l’Autorita’ ha adottato, monitorandone l’implementazione per tutto
l’anno 2001, specifiche misure finalizzate, da un lato, ad accelerare
lo sviluppo della concorrenza, con particolare attenzione al mercato
dell’accesso e, nell’ambito di tale mercato, al segmento dei servizi
d’accesso innovativi e, dall’altro lato, a garantire l’abbordabilita’
del servizio di accesso per particolari categorie di clientela,
nell’ambito degli obblighi di servizio universale;
Considerato che tali misure sono destinate a dispiegare i loro
effetti entro il periodo di vigenza del “price cap”;
Considerato che si sta assistendo alla progressiva diffusione di
una molteplicita’ di offerte alternative per il servizio di accesso,
ivi comprese numerose offerte di servizi di accesso ad alta
velocita’, basate sulle diverse tecnologie di tipo xDSL; cio’, anche
a seguito dell’avvio commerciale del servizio di accesso disaggregato
alla rete locale;
Considerato che le attivita’ di analisi effettuate dall’Autorita’,
ai sensi dell’art. 1, comma 2, della delibera n. 847/00/CONS, si sono
concentrate sulla valutazione dell’effettivo livello di
ribilanciamento conseguito nel corso del 2001 e sulle possibili
evoluzioni nel 2002;
Considerato che gli esiti delle attivita’ di analisi effettuate
dall’Autorita’ sono stati oggetto di confronto, nel corso
dell’autunno 2001, con gli uffici della Commissione europea, con
specifico riguardo alla necessita’ di revisione del “sub-cap”
relativo a contributi e canoni, al fine di raggiungere il
ribilanciamento entro il 2002;
Considerato che la variazione del “sub-cap” per l’anno 2001 ha
consentito una riduzione del deficit dell’accesso in linea con le
valutazioni condotte con la Commissione europea nel corso del 2000;
Considerato che le ipotesi di evoluzione per il 2002, formulate in
continuita’ con i parametri gia’ utilizzati in occasione della
valutazione per l’anno 2001, conducono ad una valutazione finale
analoga a quella dell’anno precedente, con scostamenti contenuti,
legati prevalentemente alla variabilita’ delle ipotesi di mercato in
merito alle dinamiche dei ricavi derivanti da servizi innovativi;
Considerato che la piena realizzazione del processo di riequilibrio
non deve comunque consentire all’operatore dominante di generare
rendite sul mercato dell’accesso, alterando il funzionamento dei
meccanismi concorrenziali in tale mercato ed in quelli correlati
nell’ambito dei servizi di fonia vocale;
Considerato che nel definire la struttura ed i valori del sistema
di “price cap” l’Autorita’ tiene comunque conto del livello di
concorrenzialita’ attuale e previsto nei diversi segmenti del mercato
di fonia vocale;
Visti gli atti del procedimento;
Udita la relazione del commissario dott.ssa Paola Maria Manacorda,
relatore ai sensi dell’art. 32 del regolamento concernente
l’organizzazione e il funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:
Articolo unico
Ai sensi dell’art. 2, comma 1, della delibera n. 847/00/CONS, per
l’anno 2002, il titolo IV, punto 2, lettera c) della delibera n.
171/1999 e’ modificato come segue:
“c) Sub-Cap relativo ai contributi di attivazione ed ai canoni:
IPC+6%”.
Il presente provvedimento e’ notificato alla societa’ Telecom
Italia e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana e nel bollettino ufficiale dell’Autorita’.
Roma, 19 …

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Architetto.info