AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Architetto.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 19 marzo 2002: Direttiva concernente l'adeguamento dei corrispettivi per l'erogazione dei servizi nel settore del gas naturale al potere calorifico superiore effettivo. (Deliberazione n. 43/02). (GU n. 83 del 9-4-2002)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 19 marzo 2002

Direttiva concernente l’adeguamento dei corrispettivi per
l’erogazione dei servizi nel settore del gas naturale al potere
calorifico superiore effettivo. (Deliberazione n. 43/02).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 19 marzo 2002,
Premesso che:
l’Autorita’ per l’energia elettrica ed il gas (di seguito:
l’Autorita), in base al disposto dell’art. 1, comma 1, della legge
14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/1995) e’ investita
di funzioni di regolazione, dei servizi di pubblica utilita’
dell’energia elettrica ed il gas, al fine di garantire la promozione
della concorrenza e dell’efficienza, e adeguati livelli di qualita’
nei servizi medesimi;
ai fini di cui il precedente alinea, l’art. 2, comma 12,
lettera h), della legge n. 481/1995 prevede che l’Autorita’ emani
direttive concernenti l’erogazione dei servizi di pubblica utilita’
da parte dei soggetti esercenti i servizi medesimi;
la deliberazione dell’Autorita’ 28 dicembre 2000, n. 237/00,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 4 del
5 gennaio 2001, supplemento ordinario n. 2 (di seguito: deliberazione
n. 237/00) ha disposto che le tariffe di distribuzione e fornitura al
mercato vincolato siano adeguate al potere calorifico superiore (di
seguito: PCS) effettivo del gas, individuato sulla base delle
particolari modalita’ di calcolo di cui all’art. 16 della medesima
delibera;
sono pervenute all’Autorita’ numerose segnalazioni da parte di
imprese del gas e loro associazioni nelle quali si lamenta che,
nell’erogazione dei servizi diversi da quelli di cui al precedente
alinea, i corrispettivi applicati non sono sempre adeguati al PCS
effettivo;
Visti:
la legge n. 481/1995, ed in particolare l’art. 2, comma 12,
lettera h);
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, di attuazione
della direttiva 98/30/CE, recante norme comuni per il mercato interno
del gas naturale, a norma dell’art. 41 della legge 17 maggio 1999, n.
144 (di seguito: decreto legislativo n. 164/2000);
la deliberazione n. 237/00;
la delibera dell’Autorita’ 3 agosto 2000, n. 146/00, recante
avvio di procedimento per la formazione di provvedimenti di cui
all’art. 8, comma 2, all’art. 23 comma 2, all’art. 24, comma 5, del
decreto legislativo n. 164/2000, in tema di accesso e utilizzo delle
attivita’ di trasporto e dispacciamento e dei terminali di gnl, delle
relative tariffe e obblighi e di definizione di criteri per la
predisposizione del codice di rete;
la delibera dell’Autorita’ 3 agosto 2000, n. 147/00, recante avvio
di procedimento per la formazione di provvedimenti di cui all’art.
12, comma 7, e all’art. 23, comma 2, del decreto legislativo n.
164/2000, in tema di accesso e utilizzo dell’attivita’ di stoccaggio
delle relative tariffe e obblighi e di definizione di criteri per la
predisposizione del codice di stoccaggio;
la delibera dell’Autorita’ 3 agosto 2000, n. 148/00, recante
avvio di procedimento per la formazione di provvedimenti di cui
all’art. 14, comma 8, all’art. 16, commi 2 e 4 e all’art. 24, comma
5, del decreto legislativo n. 164/2000, in tema di esercizio
dell’attivita’ di distribuzione, di obblighi delle imprese, di
condizioni di accesso e relative tariffe;
la delibera dell’Autorita’ 3 agosto 2000, n. 149/00, recante
avvio di procedimento per la formazione di provvedimenti di cui
all’art. 17, comma 5, all’art. 18, commi 2, 3, 5 e 6 e all’art. 23,
comma 2, del decreto legislativo n. 164/2000, in tema di esercizio
dell’attivita’ di vendita, delle relative tariffe e di definizione
del codice di condotta commerciale;
Considerato che:
il PCS costituisce un parametro da cui dipende l’energia fornita
al cliente attraverso un metro cubo di combustibile; e che il PCS
pertanto costituisce un parametro comune a tutti i servizi del
sistema del gas naturale;
le segnalazioni di cui in premessa, unitamente alla
documentazione acquisita dall’Autorita’, evidenziano una disparita’
di trattamento tra i soggetti che operano nei diversi segmenti del
sistema gas, dovuta al fatto che solamente per alcuni dei relativi
servizi e’ applicato un corrispettivo adeguato al PCS effettivo;
Ritenuto che:
il processo di liberalizzazione del mercato richieda una
valorizzazione del gas naturale connessa al suo contenuto energetico;
al fine di garantire l’efficienza nel sistema del gas, e di
eliminare attuali e potenziali disparita’ di trattamento tra i
soggetti che operano nel medesimo sistema, sia opportuno disciplinare
in modo uniforme l’adeguamento dei corrispettivi per l’erogazione dei
servizi al PCS effettivo;
conseguentemente sia necessario imporre agli esercenti i servizi
di pubblica utilita’ nel settore del gas di adeguare il corrispettivo
per l’erogazione dei servizi erogati al PCS effettivo;

Delibera:
Art. 1.

Ambito di applicazione

1.1. La presente direttiva si applica all’erogazione di tutti i
servizi del mercato del gas naturale, compresa la vendita ai clienti
idonei.

Art. 2.

Adeguamento dei corrispettivi al potere calorifico superiore
effettivo

2.1. Nell’erogazione dei servizi di cui all’art. 1, l’esercente
adegua la determinazione del corrispettivo per il servizio erogato al
potere calorifico superiore effettivo, inteso come la quantita’ di
calore, espressa in GJ, che si libera nella combustione completa di
un metro cubo standard di gas secco alla temperatura di 15o C ed alla
pressione assoluta di 1,01325 bar, con aria in eccesso alla stessa
temperatura e pressione del gas, quando i prodotti della sua
combustione vengono riportati alla temperatura iniziale del gas e
l’acqua formatasi allo stato di vapore nella combustione viene
riportata allo stato liquido alla stessa temperatura iniziale del
gas.
2.2. L’adeguamento di cui al comma 2.1 e’ effettuato con
riferimento ai valori del potere calorifico superiore misurati
dall’esercente l’attivita’ di trasporto.

Art. 3.

Disposizioni finali

3.1. La presente direttiva viene pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita.energia.it), ed entra in vigore dalla
data della sua pubblicazione.
Milano, 19 marzo 2002
Il presidente: Ranci

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Architetto.info