AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Architetto.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 30 aprile 2002: Adozione di condizioni transitorie per l'approvvigionamento delle risorse per il servizio di dispacciamento dell'energia elettrica. (Deliberazione n. 81/02). (GU n. 111 del 14-5-2002)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 30 aprile 2002

Adozione di condizioni transitorie per l’approvvigionamento delle
risorse per il servizio di dispacciamento dell’energia elettrica.
(Deliberazione n. 81/02).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 30 aprile 2002,
Premesso che:
con deliberazione 28 dicembre 2001, n. 317/01, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 37 del 13 febbraio 2002 (di
seguito: deliberazione n. 317/01) l’Autorita’ per l’energia elettrica
e il gas (di seguito: l’Autorita) ha adottato condizioni transitorie
per l’erogazione del servizio di dispacciamento dell’energia
elettrica, riportate nell’allegato A alla medesima deliberazione;
con deliberazione 7 marzo 2002, n. 36/02, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 80 del 5 aprile 2002 (di
seguito: deliberazione n. 36/02) l’Autorita’ ha modificato e
integrato le condizioni di cui al precedente alinea, pubblicando le
medesime come allegato A alla stessa deliberazione (di seguito:
condizioni transitorie del servizio di dispacciamento);
con deliberazione 18 aprile 2002, n. 66/02, (di seguito:
deliberazione n. 66/02) l’Autorita’ ha approvato, con modificazioni,
gli schemi di contratto-tipo inviati con nota del Gestore della rete
del 4 aprile 2002 (prot. Autorita’ n. 007860 del 5 aprile 2002) ai
sensi dell’art. 3.1, comma 3.1.1, delle condizioni transitorie del
servizio di dispacciamento;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto
legislativo n. 79/99);
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ 30 aprile 2001, n. 95/01
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 148 del
28 giugno 2001 (di seguito: deliberazione n. 95/01);
la deliberazione dell’Autorita’ 18 ottobre 2001, n. 228/01,
pubblicata nel supplemento ordinario, n. 277 alla Gazzetta Ufficiale
– serie generale – n. 297 del 22 dicembre 2001 recante Testo
integrato delle disposizioni dell’Autorita’ per l’energia elettrica e
il gas per l’erogazione dei servizi di trasporto, di misura e di
vendita dell’energia elettrica (di seguito: Testo integrato);
la deliberazione n. 317/01;
la deliberazione n. 36/02;
la deliberazione n. 66/02;
Considerato che:
il titolo 4 delle condizioni transitorie del servizio di
dispacciamento prevede condizioni per l’approvvigionamento da parte
del Gestore della rete delle risorse al fine dell’erogazione del
medesimo servizio fino alla data di operativita’ del dispacciamento
di merito economico di cui all’art. 5, comma 2, del decreto
legislativo n. 79/1999;
la stipula dei contratti per lo scambio dell’energia elettrica
avverra’ posteriormente alla data di scadenza per il pagamento delle
eventuali fatture relative ai corrispettivi di cui all’art. 7, comma
7.5, delle condizioni transitorie del servizio di dispacciamento,
introducendo pertanto, un ritardo nei versamenti dei corrispettivi
medesimi;
Ritenuto che sia opportuno:
definire condizioni transitorie per l’approvvigionamento da parte
del Gestore della rete delle risorse per il servizio di
dispacciamento dell’energia elettrica per il periodo precedente
l’operativita’ del dispacciamento di merito economico di cui all’art.
5, comma 2, del decreto legislativo n. 79/1999;
prevedere, al fine di garantire al Gestore della rete la
necessaria disponibilita’ finanziaria per l’approvvigionamento delle
risorse per il servizio di dispacciamento dell’energia elettrica nel
periodo transitorio antecedente la predisposizione del sistema di
comunicazione dei programmi di immissione e di prelievo dell’energia
elettrica di cui all’art. 3.1, comma 3.1.2, delle condizioni
transitorie del servizio di dispacciamento, il versamento, da parte
dei titolari dei contratti di bilanciamento, di un corrispettivo, a
titolo di acconto applicato all’energia elettrica prelevata in
ciascuna fascia oraria ed in ciascun punto di prelievo dotato di
misuratore orario;
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
Ai fini del presente provvedimento si applicano le definizioni
richiamate e riportate nell’art. 1 dell’allegato A alla deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 7 marzo 2002, n.
36/02.

Art. 2.
Corrispettivi per l’approvvigionamento
delle risorse per il servizio di dispacciamento
2.1 L’energia elettrica occorrente per l’esecuzione del programma
differenziale nazionale o per l’esecuzione di un ordine di
bilanciamento del Gestore della rete immessa in ciascun punto di
immissione e’ valorizzata al prezzo dell’energia elettrica
all’ingrosso di cui all’art. 26 del testo integrato.
2.2 Il Gestore della rete conclude una convenzione con il soggetto
che assicura la fornitura ai clienti del mercato vincolato ai sensi
dell’art. 4, comma 8, secondo periodo, del decreto legislativo n.
79/1999, per la regolazione delle partite economiche corrispondenti
sia all’energia elettrica immessa di cui al precedente comma 2.1 sia
alla differenza tra l’energia elettrica complessivamente immessa per
i clienti del mercato libero e quella prelevata dai medesimi clienti.
Detta convenzione e’ stipulata sulla base di uno schema di
convenzione predisposto dal Gestore della rete e inviato
all’Autorita’ che esprime eventuali riserve entro quindici giorni
dalla data di ricevimento.

Art. 3.
Condizioni economiche
3.1. Per ogni giorno del periodo intercorrente tra la data di
scadenza per il pagamento delle eventuali fatture relative ai
corrispettivi di cui all’art. 7, comma 7.5, dell’allegato A alla
deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 7 marzo
2002, n. 36/02, e la stipula del contratto per lo scambio
dell’energia elettrica, nel caso di saldi negativi, il titolare dello
scambio versa, sui medesimi corrispettivi, un interesse pari a 1/365
del tasso di interesse legale.
3.2 Nel periodo transitorio antecedente l’operativita’ del sistema
di comunicazione dei programmi di cui all’art. 3.1, comma 3.1.2,
dell’ allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 7 marzo 2002, n.
36/02, il titolare del bilanciamento, che non abbia esercitato la
facolta’ di cui all’art. 5, comma 5.3, del medesimo allegato A, paga,
a titolo di acconto:
a) un corrispettivo determinato applicando una componente pari a
0,25 volte la componente bf all’energia elettrica prelevata in
ciascuna fascia oraria ed in ciascun punto di prelievo dotato di
misuratore orario;
b) un corrispettivo determinato applicando una componente pari a
0,25 volte la componente bf all’energia elettrica immessa in
ciascuna fascia oraria ed in ciascun punto di immissione dotato di
misuratore orario.
3.3 Il Gestore della rete procede alla fatturazione del
corrispettivo di cui al precedente comma 3.2 entro il decimo giorno
del mese successivo a quello cui il corrispettivo si riferisce.

Art. 4.
Disposizioni transitorie e finali
4.1 Le condizioni transitorie di cui al presente provvedimento si
applicano fino alla data di operativita’ del dispacciamento di merito
economico di cui all’art. 5, comma 2, del decreto legislativo n.
79/1999.
4.2 Il presente provvedimento viene pubblicato nel sito Internet
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(www.autorita.energia.it) e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana, affinche’ entri in vigore dalla data della sua
pubblicazione.
Milano, 30 aprile 2002
Il presidente: Ranci

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Architetto.info