CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.5030: Direttiva del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato 16 gennaio 2001, contenente direttive per la concessione delle agevolazioni del Fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica di cui all'art. 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46 | Architetto.info

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.5030: Direttiva del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato 16 gennaio 2001, contenente direttive per la concessione delle agevolazioni del Fondo speciale rotativo per l’innovazione tecnologica di cui all’art. 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.5030: Direttiva del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato 16 gennaio 2001, contenente direttive per la concessione delle agevolazioni del Fondo speciale rotativo per l'innovazione tecnologica di cui all'art. 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46 - Elenco dei gestori concessionari. (GU n. 256 del 3-11-2001)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.5030

Direttiva del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 16 gennaio 2001, contenente direttive per la
concessione delle agevolazioni del Fondo speciale rotativo per
l’innovazione tecnologica di cui all’art. 14 della legge 17 febbraio
1982, n. 46 – Elenco dei gestori concessionari.

Alle imprese interessate
Ai gestori concessionari
Con la circolare 11 maggio 2001, n. 1034240, pubblicata nel
supplemento ordinario n. 143 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 133 dell’11 giugno 2001, sono state diramate le
istruzioni operative per l’attivazione del regime di aiuto previsto
dalla direttiva chiamata in oggetto.
Nella predetta circolare, e’ stato anche stabilito che, a partire
dal giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
dell’elenco dei gestori, gli interessati possono presentare le
domande per l’accesso alle agevolazioni del Fondo speciale rotativo
per l’innovazione tecnologica.
La scrivente amministrazione, a conclusione di apposita gara, ha
individuato i seguenti gestori:
1) Centrobanca, Banca centrale di credito popolare S.p.a., in
qualita’ di mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese (RTI)
comprendente, come mandanti:
SF Studio finanziario S.p.a.;
Tercas – Cassa di risparmio della provincia di Teramo S.p.a.;
Banca agricola popolare di Ragusa soc. coop. a r.l.;
Credito valtellinese soc. coop. a r.l.;
Banca popolare Santa Venera S.p.a.;
Cassa San Giacomo S.p.a.;
Banca dell’artigianato e dell’industria S.p.a.;
Credito artigiano S.p.a.;
Banca popolare di Rho S.p.a.;
Banca Carige S.p.a. – Cassa di risparmio di Genova e Imperia;
Banca popolare pugliese soc. coop. per azioni a r.l.;
Banca popolare dell’Etruria e del Lazio soc. coop. a r.l.;
Banca popolare di Vicenza soc. coop. per azioni a r.l.;
Banca nuova S.p.a.;
Interbanca S.p.a.;
Banca popolare di Bari soc. coop. a r.l.;
Banca per il leasing Italease S.p.a.;
IntesaBci Mediocredito S.p.a.;
Banca popolare dell’Emilia-Romagna soc. coop. a r.l.;
Meliorbanca S.p.a.;
2) Mediocredito centrale S.p.a. – Gruppo Bancaroma;
3) Mediocredito toscano S.p.a., ora Monte dei Paschi di Siena
Merchant – Banca per le piccole e medie imprese S.p.a. (in forma
abbreviata “MPS Merchant – Banca per le piccole e medie imprese
S.p.a.”) in qualita’ di mandataria del raggruppamento temporaneo di
imprese (RTI) comprendente, come mandanti:
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.a.;
Banca Toscana S.p.a.;
CaRiPrato – Cassa di risparmio di Prato S.p.a.;
Istituto nazionale di credito agrario S.p.a.;
Banca agricola mantovana S.p.a.;
4) Prominvestment – Societa’ per la promozione degli investimenti
S.p.a., in qualita’ di mandataria del raggruppamento temporaneo di
imprese (RTI) comprendente, come mandanti:
Banca popolare di Milano soc. coop. a r.l.;
ICCREA Banca S.p.a. – Istituto centrale del credito
cooperativo;
Mediobanca – Banca di credito finanziario S.p.a.;
Mediocredito fondiario centroitalia S.p.a.;
Mediocredito Trentino Alto-Adige S.p.a.;
Banca nazionale del lavoro S.p.a.;
Banca mediocredito S.p.a.;
Efibanca S.p.a.;
Mediocredito del Friuli-Venezia Giulia S.p.a.;
5) Sanpaolo IMI S.p.a., in qualita’ di mandataria del
raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) comprendente, come
mandanti:
Banca per la finanza alle opere pubbliche e alle infrastrutture
– S.p.a. (in forma abbreviata “Banca OPI – S.p.a.”);
Banco di Napoli S.p.a.;
Cassa dei risparmi di Forli’ S.p.a.;
Cassa di risparmio di Firenze S.p.a.;
Cardine Banca S.p.a.
Pertanto, con decorrenza dal giorno successivo alla pubblicazione
della presente circolare i soggetti interessati potranno presentare,
nelle forme previste, le domande per l’accesso alle agevolazioni di
cui alla citata direttiva 16 gennaio 2001.
Roma, 26 ottobre 2001

Il direttore generale
per il coordinamento
degli incentivi alle imprese
Sappino

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.5030: Direttiva del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato 16 gennaio 2001, contenente direttive per la concessione delle agevolazioni del Fondo speciale rotativo per l’innovazione tecnologica di cui all’art. 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46

Architetto.info