CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.86: Rinnovo delle dichiarazioni di coltura | Architetto.info

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.86: Rinnovo delle dichiarazioni di coltura

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.86: Rinnovo delle dichiarazioni di coltura - Accertamento dei dati GIS. (GU n. 258 del 6-11-2001)

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.86

Rinnovo delle dichiarazioni di coltura – Accertamento dei dati GIS.

Al Ministero politiche agricole e
forestali – Direzione politiche
comunitarie – Ufficio materie grasse
vegetali
Alle regioni – Assessorati agricoltura
– Ispettorati provinciali agricoltura
Alle province autonome di Trento e
Bolzano
Alle unioni e associazioni degli
olivicoltori
Agli olivicoltori non associati
All’Agencontrol S.p.a.
Al Comando carabinieri – Applicazione
norme comunitarie
Premessa.
In applicazione di quanto disposto agli articoli 3 e 25 del
Regolamento CE n. 2366/98, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura
ha inviato, per il tramite delle Unioni nazionali di olivicoltori
competenti, una comunicazione riportante la consistenza aziendale a
livello di singola particella, comprensiva dei dati derivanti dalle
denunce di coltivazione presentate fino alla campagna 2000/2001 e
quelli risultanti dalle banche dati grafiche del GIS Oleicolo.
Sono state dapprima inviate n. 832.655 schede aziendali riferite
agli olivicoltori per i quali sono state riscontrate discordanze fra
il numero di piante dichiarate in denuncia di coltivazione e quello
riscontrato sulle banche dati grafiche del Gis Oleicolo, in misura
superiore al 3%.
Di queste, n. 668.300 aziende olivicole, che hanno presentato
almeno una domanda di aiuto per le campagne 1998, 1999 e 2000, sono
interessate dall’obbligo di definizione del numero di piante presenti
in azienda rispetto a quelle risultanti nel Gis Oleicolo secondo le
procedure di cui all’art. 25, paragrafo 2, nel caso in cui non
accettino i dati rilevati dall’Amministrazione.
Per i restanti n. 164.355 produttori, che non hanno presentato
domanda di aiuto per le campagne 1998, 1999 e 2000, la comunicazione
e’ stata inviata esclusivamente per consentire al produttore di
rinnovare la propria dichiarazione di coltivazione in forma
semplificata, in applicazione delle procedure di cui all’art. 3
paragrafo 2.
A completamento, AGEA consegnera’ alle competenti Unioni nazionali
entro il prossimo 31 ottobre 2001 n. 581.890 schede aziendali
riferite a produttori per i quali non risultino discordanze
significative (minori o uguali al 3%) fra il numero di piante
dichiarate e il numero di piante rilevate in ambito GIS Oleicolo. Per
tali produttori AGEA riterra’ comunque assolti gli obblighi di
rinnovo delle dichiarazioni di coltura ai sensi dell’art. 3,
paragrafo 2 del regolamento CE n. 2366/98, fermo restando il diritto
del produttore a comunicare le eventuali modifiche ed integrazioni
ritenute necessarie.
Delle suddette schede n. 463.608 si riferiscono ad aziende che
hanno presentato almeno una domanda di aiuto per le campagne 1998,
1999 e 2000 e n. 118.282 si riferiscono ad aziende che non hanno
presentato domanda di aiuto per le campagne 1998, 1999 e 2000.
Relativamente ai produttori non aderenti ad alcuna associazione di
olivicoltori, entro lo stesso termine del 31 ottobre 2001, AGEA
procedera’ all’invio della comunicazione informativa direttamente a
domicilio ed effettuera’ l’eventuale incontro in contraddittorio
presso sedi periferiche dell’Amministrazione opportunamente
attrezzate, convocando i produttori mediante una seconda
comunicazione che verra’ inviata con raccomandata a.r.
Nell’allegato 1 si riporta il fac-simile della scheda aziendale
inviata ai produttori completa delle note illustrative.
Tutte le modifiche ai dati dichiarati indicate dal produttore sulle
schede aziendali e/o nelle successive fasi di lavorazione che
prevedono, se del caso, il contraddittorio con il produttore, saranno
considerate dall’Amministrazione come “rettifica denuncia”.
Premesso che le attivita’ di rinnovo delle dichiarazioni di coltura
di cui sopra costituiscono operazione autonoma e distinta rispetto
alle ordinarie denunce di coltivazione di campagna, si precisa che le
correzioni eventualmente apportate alle predette schede aziendali non
devono essere riportate nella denuncia di coltivazione della campagna
2001/2002, in scadenza al prossimo 30 novembre, che deve invece
essere utilizzata, come di regola, per dichiarare esclusivamente le
nuove variazioni afferenti a quest’ultima campagna.
PRODUTTORI ASSOCIATI
Produttori discordanti.
Per adempiere agli obblighi del rinnovo delle dichiarazioni di
coltura di cui all’art. 3, paragrafo 2 del regolamento CE n. 2366/98,
i produttori dovranno restituire anche tramite posta all’associazione
di appartenenza, le schede firmate e compilate con le eventuali
modifiche ed integrazioni ritenute necessarie, seguendo le modalita’
operative e le tempistiche gia’ indicate nella comunicazione stessa
inviata dall’AGEA.
Per i produttori che non avranno ottemperato all’obbligo di
restituzione della scheda aziendale, l’AGEA procedera’ al successivo
invio di una notifica di discordanza con raccomandata a/r
direttamente al domicilio del produttore, al fine di avviare le
procedure di definizione del dato di base.
Qualora invece le modifiche indicate sulla scheda, espletati i
controlli tecnici previsti a carico dell’amministrazione, consentano
al produttore di rientrare nella tolleranza del 3% fissata dalla
norma comunitaria, l’AGEA procedera’ alla definizione dei relativi
“dati di base” nell’ambito del Gis Oleicolo.
Nei casi in cui, nonostante le variazioni indicate e gli ulteriori
riscontri tecnici operati, permanesse la situazione di discordanza,
l’Amministrazione procedera’ a convocare il produttore interessato ad
un incontro in contraddittorio da effettuarsi presso gli uffici
dell’associazione per avviare le procedure volte ad accertare
definitivamente la reale consistenza aziendale.
Attivita’ dell’associazione.
L’intera attivita’ operativa effettuata in associazione si
svolgera’ con l’ausilio dei servizi telematici in linea alfanumerici
e grafici messi a disposizione da AGEA per l’espletamento di tutti
gli adempimenti connessi alla gestione delle fasi di rinnovo delle
dichiarazioni di coltura nonche’ di avvio delle procedure di
accertamento dei dati tecnici presenti nel Gis.
Su proposta delle Unioni nazionali degli olivicoltori, per
consentire alle associazioni olivicole di decentrare alcune attivita’
operative verso proprie periferie locali, AGEA rendera’ disponibile,
come ulteriore supporto, entro il termine del 30 novembre 2001, un
prodotto software grafico da installare su personal computer e
protetto da smart card, comprensivo delle ortofoto digitali e delle
mappe catastali relative alla/e provincia/e di competenza
dell’associazione, nonche’ delle coordinate geografiche relative alle
singole piante di olivo che vengono evidenziate in modalita’ grafica.
Dal punto di vista gestionale, in via prioritaria, l’associazione
dovra’ procedere alla protocollazione delle schede aziendali
restituite, mediante l’esecuzione delle seguenti attivita’:
apposizione del timbro datano e del protocollo dell’associazione
sul documento;
registrazione sul sistema informativo dei dati, comprensivi della
rilevazione del codice identificativo della scheda.
Il termine per le attivita’ di protocollazione e’ fissato al 30
novembre 2001.
L’associazione procedera’ inoltre, entro il termine del 31 dicembre
2001, alla registrazione a sistema delle modifiche/integrazioni e
delle eventuali conferme comunicate dal produttore, mediante
l’esecuzione delle seguenti attivita’:
l’istruttoria amministrativa effettuata sui documenti prodotti
dall’olivicoltore in allegato alla scheda, attestanti il titolo
conduzione dei fondi (certificato catastale, contratto di affitto,
visura, etc.) che, qualora conclusa con esito positivo, consente la
rettifica della posizione aziendale mediante la registrazione a
sistema delle correzioni da apportare ai dati dichiarati in denuncia
di coltivazione;
il controllo dell’eventuale “rientro” nella fascia di tolleranza
del 3% che attesta la concordanza del produttore rispetto ai dati
GIS, mediante l’utilizzo delle specifiche funzioni automatizzate
disponibili;
la verifica della corretta imputazione dei dati a sistema e di
completezza del fascicolo intestato al produttore.
Fino al 28 febbraio 2002, infine, l’associazione potra’ effettuare
“proposte di aggiornamento” della base dati grafica che possono
riguardare anche le attivita’ di “puntinatura” di piante non censite
nel GIS e/o la segnalazione di nuovi limiti delle particelle
catastali.
Attivita’ di controllo AGEA (produttori associati e non associati).
AGEA effettuera’ le attivita’ di controllo di competenza via via
che le associazioni completeranno l’istruttoria e la lavorazione
operativa delle pratiche e che saranno restituite le schede aziendali
da parte dei produttori non associati.
In particolare, per quanto riguarda le modifiche indicate dai
produttori non associati e dalle associazioni in fase di rinnovo
delle dichiarazioni, AGEA operera’ secondo le seguenti modalita’:
nel caso in cui il numero delle piante dichiarate sia superiore
al rilevato, con riferimento a ciascuna particella, e il produttore
abbia barrato la seconda casella …

[Continua nel file zip allegato]

CIRCOLARE 26 ottobre 2001, n.86: Rinnovo delle dichiarazioni di coltura

Architetto.info