COMITATO CENTRALE PER L' ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L' AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI - DELIBERAZIONE 28 maggio 2009 | Architetto.info

COMITATO CENTRALE PER L’ ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L’ AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI – DELIBERAZIONE 28 maggio 2009

COMITATO CENTRALE PER L' ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L' AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI - DELIBERAZIONE 28 maggio 2009 - Disposizioni relative alla riduzione compensata dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati nell'anno 2008 ed al rimborso della quota pedaggio posta a carico degli autotrasportatori per i transiti deviati obbligatoriamente. (Deliberazione n. 15). (09A07518) (GU n. 153 del 4-7-2009 )

COMITATO CENTRALE PER L’ ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E
GIURIDICHE CHE ESERCITANO L’AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI

DELIBERAZIONE 28 maggio 2009

Disposizioni relative alla riduzione compensata dei pedaggi
autostradali per i transiti effettuati nell’anno 2008 ed al rimborso
della quota pedaggio posta a carico degli autotrasportatori per i
transiti deviati obbligatoriamente. (Deliberazione n. 15). (09A07518)

IL COMITATO CENTRALE
per l’Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche
che esercitano l’autotrasporto di cose per conto
di terzi – Riunitosi nella seduta del 28 maggio 2009
Visto l’art. 2, comma 3, del decreto-legge 28 dicembre 1998, n.
451, convertito nella legge n. 40/1999, che assegna al Comitato
centrale per l’albo degli autotrasportatori risorse da utilizzare per
la protezione ambientale e per la sicurezza della circolazione, anche
con riferimento all’utilizzo delle infrastrutture, da realizzare
mediante apposite convenzioni con gli enti gestori delle stesse;
Visto l’art. 45, comma 1, lettera c), della legge 23 dicembre 1999,
n. 488, che destina la somma di Euro 46.481.121,00 per interventi in
materia di autotrasporto;
Visto l’art. 2, comma 2, del decreto-legge 22 giugno 2000, n. 167,
convertito, con modifiche, nella legge 10 agosto 2000, n. 229, che ha
modificato l’art. 45, comma 1, lettera c), della legge 23 dicembre
1999, n. 488, elevando la predetta somma da Euro 46.481.121,00 a Euro
67.139.397,00;
Visto l’art. 16 del decreto-legge 30 settembre 2003, n.
269,convertito, con modificazioni, nella legge 24 novembre 2003, n.
326, che autorizza a decorrere dall’anno 2003 un’ulteriore spesa di
10.329.138 euro;
Visto l’art. 2, comma 225, della legge 24 dicembre 2007, n. 244
(Finanziaria 2008) che autorizza per l’anno 2008 un’ulteriore spesa
di 30 milioni di euro per gli interventi previsti dall’art. 2, comma
3, del decreto-legge 28 dicembre 1998 n. 451, convertito, con
modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1999, n. 40, come prorogati
dall’art. 45, comma 1, lettera c) della legge 23 dicembre 1999, n.
488, per destinarli ai soli interventi dell’anno 2007;
Vista la direttiva del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti protocollo n. 26 del 10 giugno 2008, relativa all’utilizzo
delle risorse assegnate al Comitato centrale;
Ritenuto che le modalita’ di assegnazione e di utilizzo dettate
dalla sopra citata direttiva debbano essere osservate dal Comitato
centrale per l’utilizzo dei fondi assegnati per gli interventi
relativi all’ anno 2008, pari ad euro 77.467.017,00;
Considerato che, ai sensi della predetta direttiva, possono essere
destinati fondi per il 90% di tale importo, pari ad Euro
69.720.315,30 ai fini della riduzione dei pedaggi autostradali
relativi all’anno 2008;
Visto che, in applicazione dell’ art. 1, comma 507 della legge n.
296/2006, i fondi disponibili sono stati stralciati per Euro
17.287.994,38 e non e’ stata accolta dal Ministero dell’economia e
delle finanze la richiesta di ripristino degli stessi;
Ritenuto che tale riduzione debba considerarsi riferita
all’ammontare complessivo dello stanziamento di bilancio dell’anno
2008 di Euro 107.467.017,00, di cui Euro 30.000.000, destinati agli
interventi per Ianno 2007, e che, pertanto, la stessa grava proquota
(per € 17.287.994,38 : 107.467.017,00 x 77.467.017,00 = €
12.461.947,09) anche sulle somme disponibili per le iniziative
relative all’anno 2008, di cui il 90% (pari ad € 11.215.761,38)
in riduzione delle somme disponibili per il rimborso dei pedaggi 2008
ed il 10% (pari ad € 1.246.195,70) in riduzione delle somme
disponibili per la sicurezza autostradale e la protezione ambientale;
Considerato che di conseguenza le risorse disponibili per iI
rimborso dei pedaggi 2008 risultano ridotte ad € 69.720.315,30 –
€ 11.215.761,38, pari ad Euro 58.504.553,92;
Vista la delibera n. 12/09 con la quale il Comitato centrale, per
realizzare interventi di riduzione dei pedaggi autostradali in favore
delle imprese di autotrasporto per l’anno 2008, ha disposto
l’utilizzo del dell’importo di Euro 58.504.553,92, oltre agli
eventuali ulteriori fondi che si rendessero disponibili in quanto non
utilizzati per gli interventi indicati al punto 2 della stessa
delibera n. 12/09;
Considerato che, ai fini della sicurezza e della protezione
ambientale, si rende necessaria la scelta di veicoli sempre piu’
ecologici, da ammettere alle riduzioni compensate dei pedaggi
autostradali;
Considerato che con la predetta direttiva del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti, si e’ ravvisata l’opportunita’ di far
luogo ad una rimodulazione delle riduzioni compensate dei pedaggi
autostradali che favorisca l’utilizzo delle categorie di veicoli piu’
rispettosi dell’ambiente, confermando l’esclusione da tali riduzioni
dei veicoli Euro 0 ed Euro 1 e la conseguente rimodulazione degli
indici di sconto;
Considerato che in virtu’ dei suddetti provvedimenti, risulta,
quindi, attualmente disponibile un importo complessivo di Euro
58.504.553,92, dal quale andra’ detratta la somma che il Comitato
centrale dovra’ erogare per rendere operativa la presente delibera,
che puo’ indicativamente preventivarsi in Euro 114.000,00;
Considerato, inoltre, che per fronteggiare il contenzioso legato al
meccanismo di calcolo del fatturato rilevante per le riduzioni
compensate dei pedaggi, si rende necessario accantonare una cifra che
puo’ indicativamente stimarsi in Euro 500.000,00;
Considerato, quindi, che per favorire l’utilizzo delle
infrastrutture autostradali da parte delle imprese italiane e
comunitarie di autotrasporto di cose, risulta disponibile l’importo
di Euro 58.390.053,92, salve ulteriori somme che dovessero residuare
dal sopra indicato ammontare di Euro 114.500,00, preventivato per le
spese necessarie a rendere operativa la presente delibera ed altre
eventuali che dovessero essere riassegnate dal Ministero
dell’economia e delle finanze;
Considerata la necessita’ di stabilire l’entita’ percentuale dei
rimborsi dei pedaggi autostradali da applicarsi ai soggetti aventi
titolo;
Considerato che l’utilizzo della firma digitale rende possibile
l’invio al Comitato centrale, attraverso il suo sito internet
www.alboautotrasporto.it, delle domande per le riduzioni compensate
dei pedaggi autostradali e per i rimborsi dovuti alle deviazioni
obbligatorie su percorsi autostradali;
Considerata la necessita’ di stabilire l’entita’ percentuale dei
rimborsi dei pedaggi autostradali, da applicarsi ai soggetti aventi
titolo;
Considerato altresi’ che occorre stabilire i criteri e le modalita’
per la presentazione delle domande e della relativa documentazione,
ai fini dell’ottenimento delle riduzioni compensate dei pedaggi per i
transiti effettuati nell’anno 2008;
Vista la delibera n. 12/2009 con la quale il Comitato centrale ha
destinato l’importo di € 6.500.505,99 – pari al 10% delle
risorse assegnate attualmente disponibili – alla realizzazione di
interventi finalizzati al miglioramento della protezione ambientale e
della sicurezza della circolazione;
Considerato che con la stessa delibera n. 12/2009 e’ stato deciso
di utilizzare parte di detto importo per interventi tendenzialmente
volti ad incentivare lo spostamento del traffico pesante dalle strade
ordinarie e dai centri abitati sulle infrastrutture autostradali;
Visto l’accordo di programma del 10 luglio 2008, sottoscritto dal
Ministero dei trasporti con gli enti interessati per il dirottamento,
nell’anno 2008, del traffico dalla SS16 alla A14 e le conseguenti
ordinanze prefettizie che prevedono il dirottamento obbligatorio, nel
periodo compreso tra il 27 giugno 2008 e il 7 settembre 2008, dalle
ore 19,00 alle ore 5,00, del transito dei veicoli a quattro o piu’
assi di massa superiore a 7,5 ton, dalla SS16 Adriatica (nel tratto
compreso tra i comuni di Gabicce Mare e Vasto), alla corrispondente
tratta autostradale della A14 compresa fra Pesaro e Vasto;
Considerato che in virtu’ di tale accordo, e’ stata posta a carico
delle imprese di autotrasporto una quota del pedaggio dovuto per i
transiti dirottati obbligatoriamente su dette tratte autostradali,
pari al 20%;
Ritenendo che detta quota di pedaggio vada rimborsata alle imprese
di autotrasporto, utilizzando parte dei fondi pari ad €
6.500.505,99, resi disponibili per le finalita’ indicate nella
delibera 12/09;
Visto il capitolo di spesa 1330 P.G. 1 «Somma assegnata al Comitato
centrale per l’Albo degli autotrasportatori per le attivita’
propedeutiche alla riforma organica del settore nonche’ interventi
per la sicurezza della circolazione»;
Delibera:

—-> Vedere da pag. 27 a pag. 33 <---- Roma, 28 maggio 2009 Il presidente: De Lipsis ----> Vedere da pag. 34 a pag. 47 <----

COMITATO CENTRALE PER L’ ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L’ AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI – DELIBERAZIONE 28 maggio 2009

Architetto.info