COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA | Architetto.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002: Interventi nel settore dei sistemi di trasporto rapido di massa. (Deliberazione n. 2/2002). (GU n. 100 del 30-4-2002)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002

Interventi nel settore dei sistemi di trasporto rapido di massa.
(Deliberazione n. 2/2002).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 26 febbraio 1992, n. 211, e viste le leggi 30 maggio
1995, n. 204; 4 dicembre 1996, n. 611; 27 febbraio 1998, n. 30; 18
giugno 1998, n. 194; 23 dicembre 2000, n. 388, con le quali sono
stati rifinanziati gli art. 9 e 10 della citata legge n. 211/1992 e/o
sono state dettate norme integrative o modificative;
Visti l’art. 1 della legge 24 dicembre 1993, n. 537, ed il decreto
del Presidente della Repubblica 20 aprile 1994, n. 373, che, in
attuazione della delega contenuta al comma 24 della norma citata, ha
disciplinato le funzioni dei comitati soppressi ai sensi del comma 21
dello stesso articolo, tra i quali figura incluso il CIPET,
competente ad assumere determinazioni in ordine ai programmi da
finanziare ai sensi della citata legge n. 211/1992;
Visto l’art. 29, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144, che
stabilisce il mantenimento in bilancio delle disponibilita’
finanziarie relative agli articoli 9 e 10 della succitata legge n.
211/1992 e non utilizzate al 31 dicembre 1998;
Vista la delibera 27 novembre 1996, n. 258 (Gazzetta Ufficiale n.
37/1997), con la quale questo Comitato accantonava parte delle quote
di contributo, non ancora assegnate a carico dei rifinanziamenti
della richiamata legge n. 211/1992, per il parziale finanziamento
dell’intervento “Napoli – linea tranviaria rapida Piedigrotta – S.
Giovanni a Teduccio” e fissava un termine per la trasmissione, da
parte del comune di Napoli, degli approfondimenti progettuali
richiesti dall’apposita Commissione interministeriale istituita
presso il Ministero dei trasporti e deputata alla valutazione dei
progetti da finanziare (C.A.V.), termine poi prorogato con la
delibera 26 giugno 1997, n. 25 (Gazzetta Ufficiale n. 195/1997);
Vista la delibera 19 novembre 1998, n. 138 (Gazzetta Ufficiale n.
39/1999), con la quale questo Comitato – a seguito del parere
favorevole espresso dalla citata C.A.V. sull’ulteriore documentazione
progettuale trasmessa dal comune di Napoli – ha proceduto
all’assegnazione definitiva del contributo di cui alla succitata
delibera n. 258/1996, assegnazione confermata con la successiva
delibera 1 febbraio 2001, n. 15 (Gazzetta Ufficiale n. 103/2001);
Vista la delibera 3 maggio 2001, n. 76 (Gazzetta Ufficiale n.
182/2001), con la quale questo comitato ha approvato ulteriori
programmi d’intervento con finanziamento a carico delle risorse ex
articoli 54, comma 1, della legge n. 488/1999 e 114, comma 1, della
legge n. 388/2000, ed ha stabilito al punto 1.8 – per gli interventi
collocatisi agli ultimi posti della graduatoria e destinatari di
finanziamenti inferiori a quelli richiesti – l’obbligo di
ridimensionare i progetti presentati, per adeguarli alle
disponibilita’ come sopra attribuite, ovvero di reperire maggiori
quote di cofinanziamento per la realizzazione dell’intero intervento
proposto, entro il termine di novanta giorni dalla data di
pubblicazione della delibera stessa;
Vista la nota n. 1453 (segr.) E.4.1 del 20 dicembre 2001, con la
quale il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha proposto
la traslazione del contributo a suo tempo riservato alla citata linea
tranviaria rapida di Napoli ad una tratta di un nuovo intervento
denominato “linea 6 della rete metropolitana di Napoli per il
collegamento Campi Flegrei – piazza Municipio”, nonche’
l’assegnazione definitiva del contributo a due interventi per i quali
sono stati presentati i progetti rimodulati in adempimento a quanto
previsto dalla citata delibera n. 76/2001 e la proroga, al 30 gennaio
2002, del termine richiamato al punto precedente per altri due
interventi;
Vista la nota 204/211(TIF 5) del 12 febbraio 2002, con la quale il
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha comunicato, ad
integrazione del precedente foglio, che nel frattempo e’ stata
completata la rimodulazione anche per gli altri due interventi di cui
sopra;
Preso atto che l’intervento relativo a Napoli – a seguito delle
modifiche progettuali nel frattempo intervenute e che investono anche
la tipologia dell’intervento, passato da sistema tranviario a
metropolitana – assume la nuova denominazione sopra riportata; che
per l’intera linea da realizzare lungo l’itinerario Mostra – piazza
Municipio risulta al momento disponibile solo uno studio preliminare;
che per la tratta Mostra – S. Pasquale e’ stato elaborato un progetto
definitivo che reca un costo aggiornato di 204,85 Meuro (396,640
miliardi di lire) e che e’ stato approvato dalla C.A.V. stessa nella
seduta del 12 dicembre 2001;
Preso atto che per tutti gli interventi riconducibili alla
previsione del punto 1.8 della richiamata delibera n. 76/2001 si e’
conclusa nel frattempo positivamente l’istruttoria della C.A.V., sia
pure in due casi oltre il termine fissato, e preso atto che pertanto
le proposte progettuali revisionate sono state approvate dalla
C.A.V., rispettivamente, nelle sedute del 12 dicembre 2001 e del
7 febbraio 2002;
Preso atto, in particolare, che per tre degli interventi di cui
sopra il progetto originario e’ stato ridimensionato in relazione al
minor cofinanziamento disponibile e che invece il comune di Bologna,
pur avendo proceduto ad un ridimensionamento dell’intervento e del
relativo costo, ritiene di non poter realizzare un’opera valida entro
i corrispondenti limiti di spesa, decidendo quindi di attuare
l’intervento secondo la progettazione per ultimo presentata ed
impegnandosi a reperire i maggiori fondi necessari;
Preso atto, infine, che con la nota per ultimo citata il Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti ha provveduto a rettificare
l’errata imputazione degli interventi alle aree metropolitane ed alle
aree urbane indicata nella prima comunicazione;

Delibera:

1. L’intervento denominato “Linea tranviaria rapida” di Napoli
assume la denominazione di “Linea 6 della rete metropolitana di
Napoli per il collegamento Campi Flegrei – piazza Municipio”.
All’intervento stesso, e specificatamente alla tratta Mostra – S.
Pasquale del costo di 204,85 Meuro (396,64 miliardi di lire), viene
traslato il contributo di 6,27 Meuro (12,147 miliardi di lire),
assegnato all’intervento originario a carico delle risorse della
legge n. 611/1996 per la durata di trenta anni.
2. Il termine stabilito al punto 1.8 della delibera 3 maggio 2001,
n. 76, e’ prorogato, a sanatoria, al 30 gennaio 2002.
3. Ai sensi dell’art. 5 della legge n. 211/1992, sono approvati i
programmi d’intervento indicati nel prospetto allegato, che forma
parte integrante della presente delibera, e conseguenti alla
revisione dei progetti ammessi a parziale finanziamento con la citata
delibera n. 76/2001. Ai programmi cosi’ revisionati restano
attribuiti i finanziamenti gia’ imputati a carico delle risorse ex
art. 54 della legge n. 488/1999 e 144 della legge n. 388/2000.
4. Agli interventi di cui alla presente delibera si applicano le
disposizioni di cui al punto 1 della piu’ volte menzionata delibera
n. 76/2001. In particolare la documentazione – che, ai sensi delle
direttive in precedenza impartite da questo comitato, l’ente locale
deve trasmettere al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ai
fini dell’approvazione definitiva dell’intervento entro novanta
giorni dalla pubblicazione della presente delibera nella Gazzetta
Ufficiale – deve riportare le fonti individuate per assicurare la
copertura del costo residuo dell’opera rispetto al volume
d’investimento sviluppato, in base all’attuale tasso d’interesse
praticato dalla Cassa depositi e prestiti, dal contributo assegnato
con la presente delibera.
Roma, 14 febbraio 2002
Il Presidente delegato: Tremonti
Registrato alla Corte dei conti il 15 aprile 2002 Ufficio controllo
Ministeri economico-finanziari registro n. 2 Economia e finanze,
foglio n. 183

Allegato

TRASPORTO RAPIDO DI MASSA LEGGE N. 488/1999 ART. 54 E LEGGE N.
388/2000 ART. 144 INTERVENTI AREE METROPOLITANE ED URBANE EX ARTICOLI
9 E 10 LEGGE N. 211/1992 (importi in milioni di euro)

—-> Vedere tabella a pag. 58 della G.U. allegata in formato zip

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Architetto.info