COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 1 agosto 2008 | Architetto.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 1 agosto 2008

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 1 agosto 2008 - Schemi di contratto di programma e di contratto di servizio per il 2004-2006 tra il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e il Ministro della difesa - e l' E.N.A.V. S.p.a. (Deliberazione n. 86/2008). (GU n. 280 del 29-11-2008 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 1 agosto 2008

Schemi di contratto di programma e di contratto di servizio per il
2004-2006 tra il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti – di
concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro
della difesa – e l’ E.N.A.V. S.p.a. (Deliberazione n. 86/2008).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visto il regolamento per la navigazione aerea, approvato con regio
decreto 11 gennaio 1925, n. 356;
Visto il codice della navigazione, approvato con regio decreto 30
marzo 1942, n. 327;
Visto il decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, concernente
«Approvazione della Convenzione internazionale per l’aviazione
civile» stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944;
Visto il decreto-legge 4 marzo 1989, n. 77, recante «Disposizioni
urgenti in materia di trasporti e di concessioni marittime»,
convertito con modificazioni dalla legge 5 maggio 1989, n. 160;
Vista la legge 11 luglio 1977, n. 4111, recante «Istituzione di una
tassa per l’utilizzazione delle installazioni e del servizio di
assistenza alla navigazione aerea in rotta»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 marzo 1981, n.
145, concernente «Ordinamento dell’Azienda autonoma di assistenza al
volo»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 27 luglio 1981, n.
484, concernente «Uso dello spazio aereo, in attuazione della delega
prevista dalla legge 23 maggio 1980, n. 242»;
Vista la legge 15 febbraio 1985, n. 25, recante «Nuove norme in
materia di diritti per l’uso degli aeroporti aperti al traffico
civile, di utilizzo del servizio di assistenza alla navigazione aerea
in rotta e modifiche all’ordinamento dell’Azienda autonoma di
assistenza al volo per il traffico aereo generale»;
Vista la legge 12 giugno 1990, n. 146, recante «Norme
sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici
essenziali e sulla salvaguardia dei diritti della persona
costituzionalmente tutelati e stituzione della Commissione di
garanzia dell’attuazione della legge»;
Vista la legge 15 dicembre 1990, n. 385, recante «Disposizioni in
materia di trasporti»;
Vista la legge 20 dicembre 1995, n. 575, concernente «Adesione
della Repubblica italiana alla convenzione internazionale di
cooperazione per la sicurezza della navigazione aerea (EUROCONTROL),
firmata a Bruxelles il 13 dicembre 1960 e atti internazionali
successivi», ed in particolare l’accordo multilaterale sui canoni di
rotta;
Vista la legge 21 dicembre 1996, n. 665, concernente
«Trasformazione in Ente pubblico economico dell’Azienda autonoma di
assistenza al volo per il traffico aereo generale» ed in particolare
l’art. 9 della stessa legge, punti da 1 a 5;
Visto il decreto legislativo 25 luglio 1997, n. 250, concernente
«Istituzione dell’Ente nazionale per l’aviazione civile – ENAC»;
Visto il decreto-legge 5 dicembre 1997, n. 430, che demanda al CIPE
la definizione delle linee guida e dei principi comuni per le
Amministrazioni che esercitano funzioni in materia di regolazione dei
servizi di pubblica utilita’, ferme restando le competenze delle
Autorita’ di settore;
Visto il decreto legislativo 13 gennaio 1999, n. 18, concernente
«Attuazione della direttiva 96/67/CE relativa al libero accesso al
mercato dei servizi di assistenza a terra negli aeroporti della
Comunita’»;
Visto il decreto legislativo. 25 febbraio 1999, n. 66, concernente
«Istituzione dell’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo e
modifiche al codice della navigazione, in attuazione della direttiva
94/56/CE del Consiglio del 21 novembre 1994»;
Vista la legge 29 gennaio 2001, n. 10 recante «Disposizioni in
materia di navigazione satellitare» ed il decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri 13 maggio 2005, concernente «Ripartizione del
fondo di cui all’art. 1, commi 3, 4 e 6 della legge 29 gennaio 2001,
n. 10»;
Vista la legge 1° agosto 2002, n. 166 recante «Disposizioni in
materia di infrastrutture e trasporti» e, in particolare, l’art. 26
concernente il recepimento degli annessi alla Convenzione
internazionale per l’aviazione civile;
Visto il decreto legislativo dell’11 novembre 2003, n. 333
concernente «Attuazione della direttiva 2000/52/CE, che modifica la
direttiva 80/723/CEE relativa alla trasparenza delle relazioni
finanziarie tra gli Stati membri e le loro imprese pubbliche, nonche’
alla trasparenza finanziaria all’interno di talune imprese»;
Vista la legge 24 dicembre 2003, n. 350 (legge finanziaria 2004),
la legge 30 dicembre 2004, n. 311 (legge finanziaria 2005); la legge
23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006);
Vista la legge 24 dicembre 2003, n. 351 «Bilancio di previsione
dello Stato per l’anno finanziario 2004 e bilancio pluriennale per il
triennio 2004-2006»; la legge 30 dicembre 2004, n. 312 «Bilancio di
previsione dello Stato per l’anno finanziario 2005 e bilancio
pluriennale per il triennio 2005-2007»; la legge 23 dicembre 2005, n.
267 «Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2006 e
bilancio di pluriennale per il triennio 2006-2008»;
Visto il decreto-legge 8 settembre 2004, n. 237 recante «Interventi
urgenti nel settore dell’aviazione civile», convertito in legge 9
novembre 2004, n. 265;
Visto il decreto legislativo 9 maggio 2005, n. 96 concernente
«Revisione della parte aeronautica del Codice della navigazione, a
norma dell’art. 2 della legge 9 novembre 2004, n. 265», per come
modificato ed integrato con il decreto legislativo 15 marzo 2006, n.
151;
Visto il decreto-legge 17 ottobre 2005, n. 211 recante «Misure
urgenti per il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica e
disposizioni in materia aeroportuale»;
Vista la legge 2 dicembre 2005, n. 248 recante «Conversione in
legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 settembre 2005, n.
203, recante misure di contrasto all’evasione fiscale e disposizioni
urgenti in materia tributaria e finanziaria»;
Visto il regolamento (CE) della Commissione n. 2096/2005, che
stabilisce requisiti comuni per la fornitura di servizi di
navigazione aerea;
Vista la direttiva 2006/23/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 5 aprile 2006, concernente la licenza comunitaria dei
controllori del traffico aereo;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione di
concerto con il Ministro del tesoro 22 aprile 1997, concernente
«Approvazione del regolamento amministrativo‒contabile dell’Ente
nazionale di assistenza al volo» ed in particolare gli articoli 2 e
3;
Visto il decreto del Ministro del tesoro di concerto con il
Ministro dei trasporti e della navigazione, 5 maggio 1997, recante
«Modalita’ per la regolarizzazione dei flussi finanziari fra
Eurocontrol e lo Stato italiano»;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione di
concerto con i Ministri del tesoro del bilancio e della
programmazione economica e della difesa, 27 maggio 1997, concernente
«Approvazione dello Statuto dell’Ente Nazionale di Assistenza al
Volo» ed in particolare gli articoli 3, 5 e 6 dello stesso;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti 13
luglio 2005 recante «Disciplina delle modalita’ e dei tempi per
l’assunzione del concreto esercizio, da parte di ENAC, delle funzioni
di autorita’ nazionale di vigilanza e per il trasferimento in capo
allo stesso ente della titolarita’ dei diritti tariffari, gia’ di
pertinenza di ENAV S.p.A., corrispondenti ai costi delle attivita’ di
regolazione e certificazione da trasferire a E.N.A.C.»;
Vista la propria delibera in data 24 aprile 1996, n. 65 recante
«Linee guida per la regolazione dei servizi di pubblica utilita’»,
che prevede il parere del CIPE sugli schemi di contratto di
programma;
Vista la nota n. 4691 dell’8 aprile u.s. con la quale il Ministero
dei trasporti ha trasmesso gli schemi del contratto di programma e
del contratto di servizio in esame, corredati dei prescritti pareri
da parte dei concertanti Ministeri dell’economia e finanze e della
difesa;
Vista la successiva nota del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti n. 8680 del 25 luglio 2008, con la quale e’ stato richiesta
l’iscrizione all’ordine del giorno della odierna seduta del CIPE i
predetti schemi di contratto di programma e di contratto di servizio;
Preso atto che il piano degli investimenti (2004-2006) prevede la
realizzazione di 307,693 milioni di euro per nuove tecnologie,
515,331 milioni di euro per la manutenzione e l’innalzamento del
Servizio, e 27,500 milioni di euro per interventi derivanti da
prescrizioni normative;
Preso atto dei contenuti dell’art. 5 del contratto di servizio che
quantifica i corrispettivi per i servizi resi da ENAV Spa per il
periodo 2004-2006, e la compensazione a favore della stessa societa’,
dei costi sopportati per garantire la sicurezza dei propri impianti e
quella operativa ai sensi dell’art. 11-septies della citata legge n.
248/2005 per un importo di € 30.000.000,00 per il 2006;
Considerato che nelle more della definizione del contratto di
programma l’ENAV ha continuato a svolgere sin dal 2001, e senza
soluzione di continuita’, la propria attivita’ istituzionale;
Su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti;

Esprime parere favorevole

in ordine agli schemi di contratto di programma e di contratto di
servizio…

[Continua nel file zip allegato]

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 1 agosto 2008

Architetto.info