COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002 | Architetto.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002 Agevolazioni legge n. 488/1992. Ripartizione su base regionale, stanziamento tabella D - Legge finanziaria 2002. (Deliberazione n. 8/2002). (GU n. 148 del 26-6-2002)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002

Agevolazioni legge n. 488/1992. Ripartizione su base regionale,
stanziamento tabella D – Legge finanziaria 2002. (Deliberazione n.
8/2002).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, nella
legge 19 dicembre 1992, n. 488, concernente modifiche alla legge 1
marzo 1986, n. 64, che disciplina l’intervento straordinario nel
Mezzogiorno;
Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 448 (legge finanziaria 2002),
che prevede, in tabella D, lo stanziamento diretto a favore del
Ministero delle attivita’ produttive di complessivi 1.839.498.000
euro, nel triennio 2002-2004, per interventi di agevolazione alle
attivita’ produttive nelle aree depresse previsti dalla predetta
legge n. 488/1992;
Vista le proprie deliberazioni 15 febbraio 2000, n. 14 (Gazzetta
Ufficiale n. 96/2000) e 21 dicembre 2000, n. 138 (Gazzetta Ufficiale
n. 34/2001), con le quali sono state, fra l’altro, fissate le
percentuali di ripartizione, su base regionale, delle risorse
destinate alle agevolazioni alle attivita’ produttive ex legge n.
488/1992, nel rispetto dei criteri previsti dalla propria delibera
6 agosto 1999, n. 139 (Gazzetta Ufficiale n. 254/1999) per la
ripartizione dei fondi strutturali europei tra le aree dell’obiettivo
1 nonche’ in linea con l’individuazione delle aree depresse nelle
regioni del centro-nord risultante dalla nuova zonizzazione
dell’obiettivo 2;
Vista la nota del Ministro delle attivita’ produttive n. 900054 del
7 febbraio 2002 con la quale viene proposta la ripartizione, su base
regionale, del predetto stanziamento a favore delle agevolazioni
previste dalla legge n. 488/1992, secondo le stesse percentuali
adottate con le citate delibere n. 14 e n. 138/2000;
Ritenuto di dover condividere tale proposta che conferma la
preventiva ripartizione delle risorse complessivamente disponibili
tra le macro-aree del Mezzogiorno e centro-nord nella misura,
rispettivamente, dell’85% e del 15%;
Tenuto conto che la chiave di riparto su base regionale, di cui
alla tabella allegata, verra’ applicata al netto delle quote da
destinare – all’interno delle citate macro-aree – al finanziamento
delle due graduatorie relative ai cosiddetti “grandi progetti” nel
limite massimo del 30% delle risorse disponibili, come previsto dalle
direttive per la concessione delle agevolazioni ex lege n. 488/1992,
di cui al testo unico approvato con decreto del Ministro
dell’industria, commercio e artigianato del 3 luglio 2000;
Delibera:
1. E’ approvata la chiave di ripartizione su base regionale –
concernente l’importo complessivo di 1.839.498.000 euro di cui alle
premesse, stanziato dalla legge 28 dicembre 2001, n. 448 (legge
finanziaria 2002, tabella D) a favore del Ministero delle attivita’
produttive, per gli interventi agevolativi previsti dalla legge n.
488/1992 – secondo le percentuali indicate nella tabella allegata che
costituisce parte integrante della presente delibera.
Roma, 14 febbraio 2002
Il Presidente delegato: Tremonti
Registrato alla Corte dei conti il 5 giugno 2002
Ufficio di controllo sui Ministeri economico-finanziari, registro n.
3 Economia e finanze, foglio n. 297

Allegato
RIPARTIZIONE, SU BASE REGIONALE
DELLA QUOTA RISORSE 2002-2004 DESTINATE
ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – LEGGE n. 488/1992

=====================================================================
Regioni | % | Valori Percentuali
=====================================================================
Abruzzo | | 104,31
Basilicata | | 104,45
Calabria | | 112,33
Campania | | 123,92
Molise | | 102,59
Puglia | | 116,40
Sardegna | | 112,00
Sicilia | | 124,00
Totale aree obiettivo 1 | 85 | 100,00
Emilia-Romagna | | 103,24
Friuli-Venezia Giulia | | 103,07
Lazio | | 118,66
Liguria | | 108,96
Lombardia | | 110,53
Marche | | 104,45
P.A. Bolzano | | 101,09
P.A. Trento | | 100,54
Piemonte | | 118,57
Toscana | | 114,45
Umbria | | 105,63
Valle d’Aosta | | 100,63
Veneto | | 110,18
Totale altre aree depresse | 15 | 100,00
Totale aree depresse Italia | 100 |

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 14 febbraio 2002

Architetto.info