COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il 2003, del Fondo contributi agli interessi di cui alla legge n. 295/1973 | Architetto.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il 2003, del Fondo contributi agli interessi di cui alla legge n. 295/1973

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il 2003, del Fondo contributi agli interessi di cui alla legge n. 295/1973 e del Fondo rotativo di cui alla legge n. 394/1981. (Deliberazione n. 72/2002). (GU n. 279 del 28-11-2002)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 2 agosto 2002

Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il 2003, del Fondo
contributi agli interessi di cui alla legge n. 295/1973 e del Fondo
rotativo di cui alla legge n. 394/1981. (Deliberazione n. 72/2002).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 143, recante
disposizioni in materia di commercio estero e, in particolare, l’art.
24, comma 1, che costituisce presso questo Comitato una commissione
permanente per il coordinamento e l’indirizzo strategico della
politica commerciale con l’estero;
Visto l’art. 17, comma 1, del decreto legislativo n. 143/1998, il
quale prevede che, entro il 30 giugno di ciascun anno, questo
Comitato, su proposta del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica, di concerto con il Ministro del commercio
con l’estero, deliberi il piano previsionale dei fabbisogni
finanziari per l’anno successivo del Fondo contributi agli interessi
di cui alla legge 28 maggio 1973, n. 295;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive
modificazioni, recante, tra l’altro, norme per la razionalizzazione,
il riordino, la soppressione e la fusione dei Ministeri e, in
particolare, gli articoli 23 e 27 concernenti, rispettivamente,
l’istituzione e le attribuzioni del Ministero dell’economia e delle
finanze e del Ministero delle attivita’ produttive, nonche’ l’art. 33
concernente le attribuzioni del Ministero per le politiche agricole e
forestali;
Vista la delibera 9 luglio 1998, n. 63, con la quale questo
Comitato ha adeguato il proprio regolamento interno alle disposizioni
di cui al decreto legislativo 5 dicembre 1997, n. 430;
Vista la propria delibera 5 agosto 1998, n. 79, con la quale sono
state istituite e regolamentate le commissioni previste dalla
predetta delibera n. 63/1998;
Vista la delibera 28 marzo 2002, n. 25, con la quale questo
Comitato ha modificato alcune disposizioni del regolamento interno di
funzionamento della V commissione, approvato con la propria delibera
21 aprile 1999, n. 51, alla luce dei cambiamenti intervenuti nella
composizione della commissione stessa per effetto dei richiamati
articoli 23, 27 e 33 del decreto legislativo n. 300/1999;
Viste le convenzioni stipulate, ai sensi dell’art. 25 del decreto
legislativo n. 143/1998, tra il Ministero del commercio con l’estero
e la SIMEST S.p.a. per la gestione degli interventi di sostegno
finanziario all’internazionalizzazione del sistema produttivo, di cui
alla legge 24 maggio 1977, n. 227, alla legge 24 aprile 1990, n. 100,
all’art. 14 della legge 3 ottobre 1991, n. 317, al decreto-legge
28 maggio 1981, n. 251, convertito, con modificazioni, in legge 29
luglio 1981, n 394 e, infine, alla legge 20 ottobre 1990, n. 304;
Visto l’art. 3 di entrambe le convenzioni citate, che attribuisce
alla SIMEST S.p.a., nell’ambito della predetta attivita’ di gestione,
il compito di predisporre il progetto di piano previsionale dei
fabbisogni finanziari per l’anno successivo;
Tenuto conto che il comitato agevolazioni operante presso la SIMEST
S.p.a. ha approvato, nella seduta del 28 maggio 2002, i piani
previsionali dei fabbisogni finanziari per l’anno 2003 del Fondo
contributi agli interessi di cui alla legge n. 295/1973 e del Fondo
rotativo di cui alla legge n. 394/1981;
Considerato che le previsioni della SIMEST S.p.a. circa il volume
di attivita’ derivante dall’applicazione delle leggi n. 100/1990, n.
19/1991 e del capo II del decreto legislativo n. 143/1998 rendono
necessari, per assicurare la piena operativita’ del Fondo contributi
agli interessi di cui alla legge n. 295/1973, stanziamenti di
competenza aggiuntivi alle risorse attualmente impegnabili, pari a
complessivi 63 milioni di euro per il 2003, a 266 milioni di euro per
il 2004 e a 277 milioni di euro per il 2005;
Considerato che le previsioni della SIMEST S.p.a. circa il volume
di attivita’ relativo agli interventi del Fondo ex lege n. 394/1981
rendono necessari, per assicurare la piena operativita’ del Fondo
medesimo, stanziamenti di competenza, aggiuntivi alle risorse
attualmente impegnabili, pari a 46 milioni di euro nel 2003, a 123
milioni di euro nel 2004 e a 102 milioni di euro nel 2005;
Vista la delibera adottata dalla V commissione permanente in data 8
luglio 2002, concernente il piano previsionale dei fabbisogni
finanziari, per il 2003, del Fondo ex lege n. 295/1973 e del Fondo ex
lege n. 394/1981 sopra richiamati;
Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto
con il Sottosegretario di Stato alle attivita’ produttive;
Delibera:
1. E’ approvato il piano previsionale richiamato in premessa –
relativo ai fabbisogni finanziari, per il 2003, del Fondo contributi
agli interessi istituito dalla legge n. 295/1973 – dal quale risulta
la necessita’, per il 2003, di uno stanziamento complessivo di 606
milioni di euro cosi’ ripartito: 63 milioni di euro nel 2003, 266
milioni di euro nel 2004 e 277 milioni di euro nel 2005.
Tale fabbisogno si aggiunge agli stanziamenti di 129,115 milioni di
euro per il 2003, di 51,646 milioni di euro per il 2004 e di 258,228
milioni di euro per il 2005 e anni successivi, di cui alla legge 28
dicembre 2001, n. 448, tabella F (legge finanziaria 2002), cap. 7298,
Ministero dell’economia e delle finanze.
2. E’ approvato il piano previsionale richiamato in premessa –
relativo ai fabbisogni finanziari per il 2003 del Fondo rotativo di
cui all’art. 2 della legge n. 394/1981 – dal quale risulta la
necessita’, per il 2003, di uno stanziamento complessivo di 271
milioni di euro cosi’ ripartito: 46 milioni di euro nel 2003, 123
milioni di euro nel 2004 e 102 milioni di euro nel 2005.
3. Le proposte di nuovi stanziamenti di cui ai punti 1 e 2 hanno
natura di rifinanziamento per il triennio 2003-2005 e –
compatibilmente con gli equilibri di finanza pubblica da definire con
i documenti di bilancio per il triennio anzidetto – verranno recepite
nella prossima legge finanziaria per l’anno 2003, tabella D.
Roma, 2 agosto 2002
Il Presidente delegato: Tremonti
Il segretario del CIPE: Baldassarri

Registrato alla Corte dei conti il 31 ottobre 2002

Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 6
Economia e finanze, foglio n. 198

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il 2003, del Fondo contributi agli interessi di cui alla legge n. 295/1973

Architetto.info