COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 26 giugno 2009 | Architetto.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 26 giugno 2009

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 26 giugno 2009 - Articolo 128 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163. Programma triennale 2009-2011 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici: verifica di compatibilita' con i documenti programmatori vigenti. (Deliberazione n. 26/2009). (09A10344) (GU n. 199 del 28-8-2009 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 26 giugno 2009

Articolo 128 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.
Programma triennale 2009-2011 del Ministero delle infrastrutture e
dei trasporti – Dipartimento per i trasporti, la navigazione ed i
sistemi informativi e statistici: verifica di compatibilita’ con i
documenti programmatori vigenti. (Deliberazione n. 26/2009).
(09A10344)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed
integrazioni, intitolata «Legge quadro in materia di lavori
pubblici», che – all’art. 14, come modificato dalla legge 1° agosto
2002, n. 166, ed ora trasfuso nell’art. 128 del decreto legislativo
12 aprile 2006, n. 163 – pone a carico dei soggetti indicati all’art.
2, comma 2, della stessa legge, con esclusione degli enti e
amministrazioni locali e loro associazioni e consorzi, l’obbligo di
trasmettere a questo Comitato i programmi triennali dei lavori di
singolo importo superiore a 100.000 euro e gli aggiornamenti annuali
per la verifica della loro compatibilita’ con i documenti
programmatori vigenti;
Visto il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
9 giugno 2005, che definisce la procedura e gli schemi-tipo per la
redazione e la pubblicazione dei programmi triennali, degli
aggiornamenti annuali e dell’elenco annuale dei lavori;
Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007),
che, all’art. 1, comma 507, detta disposizioni ai fini del
contenimento della spesa per gli esercizi 2007, 2008 e 2009,
prevedendo accantonamenti e forme di indisponibilita’ di quota delle
dotazioni delle unita’ previsionali di base iscritte nel bilancio
dello Stato e relative anche al Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti;
Viste le delibere con le quali questo Comitato ha espresso parere
di compatibilita’ di precedenti Programmi triennali del Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i trasporti,
la navigazione ed i sistemi informativi e statistici – con i
documenti programmatori vigenti alle date di riferimento dei
Programmi stessi;
Vista la nota 5 maggio 2009, n. 18675, con la quale il Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti ha trasmesso a questo Comitato,
ai sensi del succitato art. 128 del decreto legislativo n. 163/2006,
il Programma dei lavori pubblici concernenti il Dipartimento sopra
citato da eseguire nel triennio 2009-2011 nonche’ l’elenco dei lavori
da avviare nell’anno 2009;
Considerato, in linea generale, che i documenti programmatori di
riferimento per la verifica di compatibilita’ prevista dall’art. 128
del decreto legislativo n. 163/2006 sono da individuare nei documenti
di programmazione economico-finanziaria, nelle disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e nelle
leggi pluriennali di spesa, nonche’ negli eventuali programmi
comunitari e nazionali concernenti lo specifico comparto;
Su proposta del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;
Prende atto

che il Programma triennale 2009-2011 del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i trasporti, la
navigazione ed i sistemi informativi e statistici da’ conto della
programmazione dell’«edilizia di servizio» del Dipartimento stesso,
individuando interventi che interessano le sedi centrali e
periferiche del Dipartimento, sedi – queste ultime – costituite dagli
U.M.C. (Uffici Motorizzazione Civile), dai C.P.A. (Centri Prova
Autoveicoli) e dagli USTIF (Uffici Speciali trasporti impianti
fissi);
che, come precisato nella relazione di accompagnamento, il
suddetto Programma:
include due interventi non realizzati, come originariamente
previsto, nell’anno 2008 a seguito del taglio di risorse operato per
provvedere agli accantonamenti di cui all’art. 1, comma 507, della
legge n. 296/2006, e della successiva tardiva riassegnazione dei
relativi fondi;
riporta aggiornamenti delle priorita’ considerate per gli anni
2009 e 2010 dalla precedente programmazione triennale, anche in
seguito alla sopravvenuta variazione degli stanziamenti previsti per
il capitolo 7100 «Spese per la progettazione e la realizzazione di
impianti» (riduzione di oltre il 60 per cento degli stanziamenti di
competenza dei citati anni 2009 e 2010 e azzeramento delle
disponibilita’ per l’anno 2011);
che, considerate le limitate risorse disponibili, il Programma e’
riferito esclusivamente a interventi di manutenzione straordinaria,
finalizzati ad assicurare la funzionalita’ degli impianti esistenti,
con particolare riguardo alla conservazione del patrimonio e
all’adeguamento alle norme vigenti;
che, in particolare, il Programma include cinque interventi, del
costo complessivo di euro 1.583.877,92, la cui copertura e’
assicurata, per euro 908.130,00 dallo stanziamento di bilancio del
richiamato capitolo 7100 per l’anno corrente e dalla previsione di
stanziamento per il 2010, e per euro 675.747,92 dai fondi relativi ai
succitati interventi previsti per l’anno 2008, fondi ora inseriti tra
le disponibilita’ del Programma in esame;
che, come evidenziato dalla citata relazione, nel Mezzogiorno sono
previsti interventi per euro 273.430, che rappresentano una quota
leggermente superiore al 30 per cento delle risorse imputate ai
citati «stanziamenti di bilancio»;
che l’elenco annuale 2009 riporta tre dei cinque interventi
inclusi nel Programma triennale, per un costo complessivo di euro
944.297,92;
che, come i precedenti, anche il Programma in esame non prevede
forme di coinvolgimento di capitali privati, in quanto gli interventi
sono relativi a strutture destinate all’attivita’ istituzionale
dell’Amministrazione;
Esprime

parere di compatibilita’ del Programma triennale 2009-2011 del
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per i
trasporti, la navigazione ed i sistemi informativi e statistici con i
documenti programmatori vigenti, fermo restando che la parte di
programma successiva al 2009 trovera’ attuazione nei limiti degli
stanziamenti di bilancio;
Raccomanda

al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di trasmettere
tempestivamente a questo Comitato l’aggiornamento del Programma per
il triennio 2010-2012, corredato da una relazione che illustri lo
stato di attuazione del programma di cui alla presente delibera,
evidenziandone eventuali criticita’, ed esponga le caratteristiche
essenziali dell’aggiornamento stesso, indicando i criteri adottati
per l’individuazione dell’ordine di priorita’ degli interventi e
evidenziando, alla luce di detti criteri, gli eventuali scostamenti
rispetto al Programma approvato con la presente delibera.
Roma, 26 giugno 2009

Il vice presidente
Tremonti

Il segretario del CIPE
Miccichè

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 26 giugno 2009

Architetto.info