CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE | Architetto.info

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE - COMUNICATO: Annuncio di una richiesta di referendum popolare (GU n. 108 del 10-5-2002)

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

COMUNICATO

Annuncio di una richiesta di referendum popolare

Ai sensi degli articoli 7 e 27 della legge 25 maggio 1970, n.
352, si annuncia che la Cancelleria della Corte Suprema di
cassazione, in data 9 maggio 2002 ha raccolto a verbale e dato atto
della dichiarazione resa da dieci cittadini italiani, muniti dei
prescritti certificati elettorali, di voler promuovere una richiesta
di referendum popolare, previsto dall’art. 75 della Costituzione, sul
seguente quesito: “Volete che sia abrogato il decreto legislativo
5 febbraio 1997, n. 22 – Attuazione delle direttive 91/156/CEE sui
rifiuti, 91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e 94/62/CE sugli
imballaggi e sui rifiuti di imballaggio, limitatamente alle seguenti
parti, non previste dalle medesime direttive delle disposizioni di
cui al Capo I – Principi generali e al Capo V – Procedure
semplificate del titolo I – Gestione dei rifiuti:
Art. 7 (Classificazione), limitatamente al comma 3, come
modificato dal comma 11, art. 7 (Istituzione di un contributo di
riciclaggio e di risanamento ambientale) della legge 27 febbraio
2002, n. 16, di conversione del decreto-legge 28 dicembre 2001, n.
452, limitatamente alla lettera l-bis), “il combustibile derivato dai
rifiuti (qualora non rivesta le caratteristiche qualitative
individuate da norme tecniche finalizzate a definirne contenuti e usi
compatibili con la tutela ambientale) ;
Art. 33 (Operazioni di recupero), limitatamente al comma 8,
lettere a) limitatamente alle parole “e di recupero ; “b) delle
attivita’ di trattamento dei rifiuti urbani per ottenere combustibile
da rifiuto effettuate nel rispetto delle norme tecniche di cui al
comma 1 ; nonche’ al comma 9 dello stesso art. 33, limitatamente alle
parole: “alla concessione di incentivi finanziari previsti da
disposizioni legislative ?”.
Dichiarano, altresi’, di eleggere domicilio presso
C.O.D.A.C.O.N.S., viale Mazzini, 73 – 00195 Roma, tel. 063725809.

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

Architetto.info