DECRETO 10 maggio 2001:Integrazione ai decreti 12 aprile 2000 | Architetto.info

DECRETO 10 maggio 2001:Integrazione ai decreti 12 aprile 2000

DECRETO 10 maggio 2001:Integrazione ai decreti 12 aprile 2000 recanti rispettivamente le disposizioni generali relative ai requisiti di rappresentativita' e l'individuazione dei criteri di rappresentanza negli organi sociali dei consorzi di tutela delle denominazioni di origine protette (D.O.P.) e delle indicazioni geografiche protette (I.G.P.). (GU n. 134 del 12-6-2001)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 10 maggio 2001
Integrazione ai decreti 12 aprile 2000 recanti rispettivamente le
disposizioni generali relative ai requisiti di rappresentativita’ e
l’individuazione dei criteri di rappresentanza negli organi sociali
dei consorzi di tutela delle denominazioni di origine protette
(D.O.P.) e delle indicazioni geografiche protette (I.G.P.).

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
Visto il decreto 12 aprile 2000 concernente le disposizioni
generali relative ai requisiti di rappresentativita’ dei consorzi di
tutela delle denominazioni di origine protette (D.O.P.) e delle
indicazioni geografiche protette (I.G.P.), pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 97 del 27 aprile 2000;
Visto in particolare l’art. 4 del predetto decreto che individua,
in ciascuna filiera produttiva, le categorie dei “produttori ed
utilizzatori” dei prodotti italiani riconosciuti, alla data di
emanazione del citato decreto, a denominazione di origine protetta
ovvero ad indicazione geografica protetta;
Visto il decreto 12 aprile 2000 concernente l’individuazione dei
criteri di rappresentanza negli organi sociali dei consorzi di tutela
delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni
geografiche protette;
Visto in particolare l’art. 2 del predetto decreto che individua,
nell’interno delle elencate filiere produttive, le corrispondenti
categorie produttive;
Visti il regolamento (CE) n. 813/2000 del Consiglio del 17 aprile
2000, relativo alla registrazione delle denominazioni di origine
protette “Aceto balsamico tradizionale di Modena” e “Aceto balsamico
tradizionale di Reggio Emilia” e il regolamento (CE) n. 509/2001
della commissione del 15 maggio 2001, relativo alla registrazione
della denominazione di origine protetta “Bergamotto di Reggio
Calabria – Olio essenziale”:
Considerato che i prodotti sopra menzionati appartengono a filiere
non previste nei decreti 12 aprile 2000 citati in precedenza;
Ritenuto di dover integrare i predetti decreti con l’individuazione
della categoria dei “produttori ed utilizzatori” e delle altre
categorie che partecipano alle filiere produttive nelle quali sono
inseriti i citati prodotti;
Considerato inoltre che la categoria “produttori agricoli” e’ stata
indicata erroneamente all’art. 4, lettera b) del decreto 12 aprile
2000, recante le disposizioni generali relative ai requisiti di
rappresentativita’, con il termine “produttori” e all’art. 2 lettere
b1) e c1) del decreto 12 aprile 2000, concernente l’individuazione
dei criteri di rappresentanza negli organi sociali dei consorzi di
tutela delle D.O.P. e delle I.G.P., con il termine di “agricoltori” e
che si rende necessario, al fine di una esatta individuazione delle
predette categorie, procedere alla opportuna correzione nei sensi
sopra indicati;
Visto il decreto 12 settembre 2000, n. 410, con il quale e’ stato
adottato il regolamento concernente la ripartizione dei costi
derivanti dalle attivita’ dei consorzi di tutela delle denominazioni
di origine e delle indicazioni geografiche protette incaricati dal
Ministero delle politiche agricole e forestali, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2001;
Decreta:
Art. 1.
1. L’art. 4 del decreto 12 aprile 2000, recante disposizioni
generali relative ai requisiti di rappresentativita’ dei consorzi di
tutela delle denominazioni di origine protette (D.O.P.) e delle
indicazioni geografiche protette (I.G.P.), e’ integrato con le
seguenti categorie:
h) “elaboratori” nella filiera aceti diversi dagli aceti di vino;
i) “imprese di lavorazione” nella filiera oli essenziali;
2. La categoria produttori indicata alla lettera b) del citato art.
4 del decreto 12 aprile 2000 e’ rettificata in “produttori agricoli”.

Art. 2.
1. L’art. 2 del decreto 12 aprile 2000, concernente
l’individuazione dei criteri di rappresentanza negli organi sociali
dei consorzi di tutela delle denominazioni di origine protette
(D.O.P.) e delle indicazioni geografiche protette (I.G.P.) e’ con le
seguenti filiere e relative categorie dei produttori e trasformatori:
h) filiera aceti diversi dagli aceti di vino:
h1 – viticoltori;
h2 – elaboratori;
h3 – imbottigliatori;
i) filiera oli essenziali:
i1 – agricoltori;
i2 – imprese di lavorazione;
i3 – confezionatori.
2. La categoria “agricoltori” indicata alle lettere b1 e c1 del
citato art. 2 del decreto 12 aprile 2000 e’ rettilicata in
“produttori agricoli”.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 10 maggio 2001
Il Ministro: Pecoraro Scanio

DECRETO 10 maggio 2001:Integrazione ai decreti 12 aprile 2000

Architetto.info