DECRETO 27 dicembre 2001 | Architetto.info

DECRETO 27 dicembre 2001

DECRETO 27 dicembre 2001 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Cofinanziamento nazionale delle attivita' svolte dall'ENEA nell'ambito dei programmi comunitari nel settore della ricerca scientifica e tecnologica, per il biennio 1998-1999, ai sensi della legge n. 183/1987. (GU n. 31 del 6-2-2002)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 27 dicembre 2001

Cofinanziamento nazionale delle attivita’ svolte dall’ENEA
nell’ambito dei programmi comunitari nel settore della ricerca
scientifica e tecnologica, per il biennio 1998-1999, ai sensi della
legge n. 183/1987.

L’ISPETTORE GENERALE CAPO
per i rapporti finanziari con l’Unione europea I.G.R.U.E.

Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle Comunita’
europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli atti normativi
comunitari;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, e successive integrazioni e modificazioni, recante il
regolamento sulla organizzazione e sulle procedure amministrative del
Fondo di rotazione di cui alla predetta legge n. 183/1987;
Vista la legge 6 febbraio 1996, n. 52, concernente disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee (legge comunitaria 1994);
Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, che, all’art. 3, ha previsto
il trasferimento dei compiti di gestione tecnica e finanziaria, gia’
attribuiti al CIPE, alle amministrazioni competenti per materia;
Vista la delibera CIPE n. 141/99 del 6 agosto 1999, concernente il
riordino delle competenze del CIPE, che trasferisce al Ministero del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica la
determinazione – d’intesa con le amministrazioni competenti – della
quota nazionale pubblica dei programmi, progetti ed altre iniziative
cofinanziate dall’Unione europea;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica 15 maggio 2000 che, al fine di assicurare
l’intesa di cui alla predetta delibera CIPE n. 141/99, ha istituito
un apposito gruppo di lavoro presso il Dipartimento della Ragioneria
generale dello Stato – I.G.R.U.E.;
Visto il decreto legislativo 30 gennaio 1999, n. 36, relativo al
riordino dell’Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente
(ENEA);
Considerato che nell’ambito dei programmi quadro delle azioni
comunitarie di ricerca e sviluppo tecnologico, relativi al periodo
1994-2000, l’ENEA ha svolto attivita’ programmatiche nei settori
dell’energia, dell’ambiente, della fusione nucleare controllata e
dell’innovazione tecnologica a seguito di contratti direttamente
stipulati con i Servizi dell’Unione europea;
Considerato, in particolare, che per il biennio 1998-1999, le
attivita’ del programma fusione hanno comportato spese di parte
nazionale ammontanti, per l’anno 1998, a 118,733 miliardi di lire a
fronte di contributi comunitari pari a 31,271 miliardi di lire e per
l’anno 1999 a 126,610 miliardi di lire a fronte di contributi
comunitari di 32,640 miliardi di lire, come specificato nelle note
della Commissione europea – Direzione generale della ricerca n.
506403 e n. 506385 in data 7 luglio 2001;
Vista la nota del Ministero delle attivita’ produttive n. 225394
del 21 novembre 2001 con la quale viene richiesto l’intervento del
Fondo di rotazione ex lege n. 183/1987 nella misura di 50 miliardi di
lire per ciascuno dei due esercizi 1998 e 1999 e quindi per
complessivi 100 miliardi di lire (51,646 Meuro), quale parziale
reintegro delle somme anticipate dall’ENEA a titolo di
cofinanziamento nazionale delle suddette attivita’ di fusione
nucleare;
Viste le risultanze del gruppo di lavoro presso il Dipartimento
della Ragioneria generale dello Stato – I.G.R.U.E., di cui al citato
decreto del Ministro del tesoro 15 maggio 2000, nella riunione
svoltasi in data 5 dicembre 2001 con la partecipazione delle
amministrazioni interessate;

Decreta:

1. E’ autorizzata l’assegnazione di 51,646 Meuro (100 miliardi di
lire) a valere sulle risorse del Fondo di rotazione ex lege n.
183/1987, a reintegro delle risorse anticipate dall’ENEA, a titolo di
quota nazionale per le attivita’ richiamate in premessa, poste in
essere nel biennio 1998-1999.
2. La predetta quota viene erogata dal Fondo di rotazione
direttamente all’ENEA, secondo le modalita’ previste dalla normativa
vigente, previo decreto di autorizzazione del Ministero delle
attivita’ produttive.
3. Il suddetto Ministero effettua i controlli di competenza,
relativi alla verifica del conseguimento degli obiettivi previsti nei
contratti stipulati direttamente tra l’Unione europea e l’ENEA
stesso.
4. Il presente decreto viene trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 27 dicembre 2001
L’ispettore generale capo: Amadori
Registrato alla Corte dei conti il 14 gennaio 2002
Ufficio di controllo sui Ministeri economico-finanziari registro n. 1
Economia e finanze, foglio n. 61

DECRETO 27 dicembre 2001

Architetto.info