DECRETO 7 agosto 2001 | Architetto.info

DECRETO 7 agosto 2001

DECRETO 7 agosto 2001 - Ammissione dei progetti e centri di ricerca di cui al decreto ministeriale 23 ottobre 1997, n. 629, per complessive L. 2.718.550.000 (Euro 1.404.013,90). (GU n. 244 del 19-10-2001)

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 7 agosto 2001

Ammissione dei progetti e centri di ricerca di cui al decreto
ministeriale 23 ottobre 1997, n. 629, per complessive
L. 2.718.550.000 (Euro 1.404.013,90).

IL DIRETTORE
del Dipartimento per la programmazione,
il coordinamento e gli affari economici
– Servizio per lo sviluppo ed il potenziamento
delle attivita’ di ricerca – Ufficio V
Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, e successive modifiche ed
integrazioni;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive
modifiche ed integrazioni;
Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20, e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, recante:
“Modifiche alla legge 1 marzo 1986, n. 64, in tema di disciplina
organica dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno”;
Viste le domande presentate ai sensi del decreto ministeriale del
23 ottobre 1997, n. 629, riguardante le modalita’ procedurali per la
concessione delle agevolazioni ai progetti e centri di ricerca di cui
all’art. 6, comma 5, del decreto-legge 8 febbraio 1995, n. 32,
convertito nella legge 7 aprile 1995, n. 104, a valere sui fondi
della legge n. 488 del 19 dicembre 1992, e, i relativi esiti
istruttori;
Viste le proposte formulate dal comitato nella riunione del 19
marzo 2001 ed in particolare il progetto S322-P/F per il quale il
comitato ha espresso parere favorevole ai fini dell’ammissione alle
agevolazioni;
Acquisita in data 30 luglio 2001 una specifica integrazione di
carattere economico-finanziario, da parte dell’istituto di credito;
Vista la disponibilita’ del cap. 7365;
Considerato che per il progetto proposto per l’ammissione alle
agevolazioni nella predetta riunione e’ in corso di acquisizione la
certificazione di cui al decreto legislativo 8 agosto 1994, n. 490,
cosi’ come integrato dall’art. 15 della legge 23 maggio 1997, n. 135,
e successive modificazioni e integrazioni;
Decreta:
Art. 1.
Il seguente progetto di sviluppo precompetitivo e’ ammesso alle
agevolazioni ai sensi del citato decreto ministeriale n. 629 del 23
ottobre 1997, nella misura e con le modalita’ di seguito indicate:
Ditta: Selfin S.p.a. – Servizi elettronici finanziari – Napoli
(classificata grande impresa).
Progetto: S322-P/F.
Titolo del progetto: Il sistema informativo museale.
Entita’ delle spese nel progetto approvato: L. 3.001.000.000 di
cui:
in zona non eleggibile: L. 0;
in zona art. 92, par. 3, lettera a): L. 3.001.000.000;
in zona art. 92, par. 3, lettera c): L. 0;
in zona obiettivo 2 e 5b: L. 0.
Entita’ delle spese ammissibili: L. 3.001.000.000.
Ripartizione delle spese tra attivita’ di ricerca industriale e
sviluppo precompetitivo:
L. 2.891.320.000 per ricerca industriale, e L. 109.680.000 per
sviluppo precompetitivo.
Maggiorazioni concesse: ai sensi dell’art. 4, comma 11, lettera d,
punti 2 e 4, del decreto ministeriale n. 629 del 23 ottobre 1997.
Ammontare massimo complessivo del contributo nella spesa: L.
2.494.300.000.
Numero delle quote in cui e’ frazionata l’erogazione: 3.
Ammontare massimo di ciascuna quota annuale: L. 831.430.000.
Intensita’ media di agevolazione derivante dalla ripartizione
prevista a progetto e dalle maggiorazioni riconosciute: 74,09%.
Intensita’ effettiva di agevolazione considerato l’andamento
temporale delle spese: 80,12%.
Tasso applicato per le operazioni di attualizzazione ai fini del
calcolo dell’ESL vigente al momento di inizio del progetto e fisso
per tutta la durata del progetto: 5,70%.
Durata del progetto: ventiquattro mesi a partire dal 3 aprile 2000.
Ammissibilita’ delle spese a decorrere dal novantesimo giorno a
partire dal 30 novembre 1999.
Qualora, tra la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del presente decreto e la stipula del contratto
con l’istituto di credito convenzionato, intervenga la modifica della
data di inizio delle attivita’ progettuali ed il tasso di
attualizzazione a tale data comporti una diminuzione dell’ammontare
del contributo massimo, l’istituto di credito convenzionato, ne
dovra’ tenere conto al momento della stipula del contratto dandone
tempestiva comunicazione a questo Ministero.
Progetto di formazione:
entita’ delle spese ammissibili: L. 299.000.000;
imputazione territoriale delle spese: attribuita alla zona in cui
viene prevalentemente svolta l’attivita’ di ricerca;
ammontare massimo complessivo del contributo nella spesa:
L. 224.250.000;
percentuale d’intervento: 75,00%;
durata del progetto: ventiquattro mesi a partire dal 3 aprile
2001;
ammissibilita’ delle spese a decorrere dal novantesimo giorno a
partire dal 30 novembre 1999.
Condizioni: l’operativita’ del presente decreto e’ subordinata
all’acquisizione della certificazione antimafia di cui alla normativa
citata in premessa.

Art. 2.
La relativa spesa di L. 2.718.550.000 (euri 1.404.013,90), di cui
all’art. 1 del presente decreto, grava sul capitolo 7365 P.G.02 anno
2001.
Il presente decreto sara’ inviato per i successivi controlli agli
organi competenti e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 7 agosto 2001
Il direttore generale: Criscuoli

DECRETO 7 agosto 2001

Architetto.info