DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 agosto 2002: Dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia per gli eventi atmosferici dei mesi di luglio ed agosto 2002 | Architetto.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 agosto 2002: Dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia per gli eventi atmosferici dei mesi di luglio ed agosto 2002

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 agosto 2002: Dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia per gli eventi atmosferici dei mesi di luglio ed agosto 2002 e nel territorio delle regioni Abruzzo, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana ed Umbria interessato da eccezionali eventi atmosferici nel mese di agosto 2002. (GU n. 209 del 6-9-2002)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 agosto 2002

Dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle regioni
Veneto e Friuli-Venezia Giulia per gli eventi atmosferici dei mesi di
luglio ed agosto 2002 e nel territorio delle regioni Abruzzo, Lazio,
Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana ed Umbria interessato da
eccezionali eventi atmosferici nel mese di agosto 2002.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Viste le note n. 569/52.0001 del 14 agosto 2002 e n. 1366/EMER del
28 agosto 2002 con cui la regione Veneto ha chiesto la dichiarazione
dello stato d’emergenza in relazione agli eventi atmosferici che
hanno interessato il territorio regionale nei mesi di luglio ed
agosto 2002;
Vista la nota n. DRPC/6953/RCN del 12 agosto 2002 con cui la
regione autonoma Friuli-Venezia Giulia ha chiesto la dichiarazione
dello stato d’emergenza in relazione agli eventi atmosferici che
hanno interessato il territorio regionale nei mesi di luglio
ed agosto 2002;
Vista la nota n. 2430/SPC del 12 agosto 2002, con la quale la
regione Abruzzo ha chiesto la dichiarazione dello stato d’emergenza
in relazione agli eventi atmosferici che hanno interessato il
territorio regionale nel mese di agosto 2002;
Vista la nota n. 0030/Prot.civile/EME del 14 agosto 2002 con cui la
regione Lazio ha chiesto la dichiarazione dello stato d’emergenza in
relazione agli eventi atmosferici che hanno interessato il territorio
regionale nel mese di agosto 2002;
Vista la nota n. U1 2002.0040979 del 7 agosto 2002 con cui la
regione Lombardia ha chiesto la dichiarazione dello stato d’emergenza
in relazione agli eventi atmosferici che hanno interessato il
territorio regionale nel mese di agosto 2002;
Vista la nota n. 4006 del 13 agosto 2002 con cui la regione Marche
ha chiesto la dichiarazione dello stato d’emergenza in relazione agli
eventi atmosferici che hanno interessato il territorio regionale nel
mese di agosto 2002;
Viste le note n. 1271/UdC/DOP del 7 agosto 2002 e n. 1298/UdC/DOP
del 14 agosto 2002 con cui la regione Piemonte ha chiesto la
dichiarazione dello stato d’emergenza in relazione agli eventi
atmosferici che hanno interessato il territorio regionale nel mese
di agosto 2002;
Vista la nota n. 101/13103/10.3 del 9 agosto 2002 con cui la
regione Toscana ha chiesto la dichiarazione dello stato d’emergenza
in relazione agli eventi atmosferici che hanno interessato il
territorio regionale nel mese di agosto 2002;
Viste le note n. 13017 del 9 agosto 2002 e n. 13442 del 28 agosto
2002 con cui la regione Umbria ha chiesto la dichiarazione dello
stato d’emergenza in relazione agli eventi atmosferici che hanno
interessato il territorio regionale nel mese di agosto 2002;
Considerato che la natura e la violenza degli eventi meteorologici
hanno causato gravi difficolta’ al tessuto economico e sociale delle
zone interessate e, pertanto, risulta necessario fronteggiare la
situazione determinatasi mediante l’utilizzo di mezzi e poteri
straordinari;
Considerato altresi’, che per alcune delle regioni interessate dai
predetti eventi atmosferici questi ultimi hanno ulteriormente inciso
sui territori gia’ colpiti dagli eventi alluvionali dei mesi di
maggio, giugno e luglio 2002 e per i quali sono gia’ intervenute le
dichiarazioni di emergenza, aggravando la situazione di crisi dei
medesimi territori;
Ritenuto quindi necessario attuare tutti gli interventi
straordinari per il superamento dell’emergenza, ricorrendo nel caso
di specie, i presupposti di cui all’art. 5, comma 1, della legge
24 febbraio 1992, n. 225;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 30 agosto 2002;

Decreta:
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, comma 1, della legge
24 febbraio 1992, n. 225, e’ dichiarato, fino al 31 agosto 2003, lo
stato di emergenza nel territorio delle regioni Veneto e
Friuli-Venezia Giulia in relazione agli eventi atmosferici dei mesi
di luglio ed agosto 2002 e nel territorio delle regioni Abruzzo,
Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana ed Umbria in relazione
agli eventi atmosferici del mese di agosto 2002.
Il presente decreto verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 30 agosto 2002
Il Presidente: Berlusconi

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 agosto 2002: Dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia per gli eventi atmosferici dei mesi di luglio ed agosto 2002

Architetto.info