DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 febbraio 2012 | Architetto.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 febbraio 2012

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 febbraio 2012 - Dichiarazione dell'eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa delle eccezionali avversita' atmosferiche che stanno colpendo il territorio nazionale nel mese di febbraio 2012, ai sensi dell'articolo 3, comma 1, del decreto-legge 4 novembre 2002, n. 245, convertito, con modificazioni, dall'articolo 1 della legge 27 dicembre 2002, n. 286. (12A01610) (GU n. 36 del 13-2-2012 )

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 febbraio 2012

Dichiarazione dell’eccezionale rischio di compromissione degli
interessi primari a causa delle eccezionali avversita’ atmosferiche
che stanno colpendo il territorio nazionale nel mese di febbraio
2012, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del decreto-legge 4 novembre
2002, n. 245, convertito, con modificazioni, dall’articolo 1 della
legge 27 dicembre 2002, n. 286. (12A01610)

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visti gli articoli 5, comma 1, e 2, comma 1, lett. c) della legge
24 febbraio 1992, n. 225;
Visti gli articoli 2, comma 1, e 3, comma 1, del decreto-legge 4
novembre 2002, n. 245, convertito con modificazioni dall’art. 1 della
legge 27 dicembre 2002, n. 286;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Considerato che l’intero territorio nazionale e’ colpito da una
perturbazione meteo climatica proveniente dalla Siberia che ha
determinato l’abbassamento delle temperature a valori che non si
raggiungevano da alcune decine di anni;
Rilevato che le nevicate di eccezionale intensita’ hanno riguardato
la maggior parte del territorio nazionale nei primi giorni del mese
di febbraio ed hanno gia’ determinato la perdita di alcune vite
umane, significativi blocchi della circolazione stradale, ferroviaria
e del trasporto aereo;
Considerato che le previsioni meteorologiche prospettano una
situazione di ulteriore aggravamento con la ripetizione di nevicate
di forte intensita’ con il conseguente rischio di caduta di valanghe
dovute all’eccessivo accumulo di manto nevoso;
Ritenuto che l’aggravamento della situazione impone la gestione
delle risorse umane e strumentali disponibili con una modalita’ di
coordinamento unitario e con il massimo coinvolgimento di tutti i
centri decisionali rappresentati all’interno del Comitato operativo
della protezione civile;
Vista la riunione tenutasi presso la Presidenza del Consiglio dei
Ministri il 7 febbraio 2012;
Sentiti i Presidenti delle regioni;
Su proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile;

Decreta:

Art. 1

1. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 5, comma 1, della legge 24
febbraio 1992, n. 225, e dell’articoli 1, 2 e 3 del decreto-legge 4
novembre 2002, n. 245, convertito con modificazioni dall’art. 1 della
legge 27 dicembre 2002, n. 286, in considerazione di quanto espresso
in premessa, e’ disposto il coinvolgimento delle componenti e delle
strutture operative del Servizio nazionale della protezione civile
per fronteggiare l’emergenza derivante delle eccezionali avversita’
atmosferiche che stanno colpendo il territorio nazionale nel mese di
febbraio 2012.
2. Il Capo del Dipartimento della protezione civile della
Presidenza del Consiglio dei Ministri assicura il coordinamento degli
interventi e di tutte le iniziative per fronteggiare la situazione
emergenziale, nonche’ l’adozione di ogni indispensabile provvedimento
su tutto il territorio nazionale interessato dalle eccezionali
avversita’ atmosferiche per assicurare ogni forma di assistenza e di
tutela degli interessi pubblici primari delle popolazioni
interessate, nonche’ di ogni misura idonea per la salvaguardia delle
vite umane, allo scopo autorizzando le Regioni al reperimento di
beni, mezzi e materiali pubblici e privati necessari, anche
attraverso i sindaci, ovvero attraverso i centri di coordinamento e
soccorso, istituiti a livello provinciale.
Il presente decreto verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 8 febbraio 2012

Il Presidente: Monti

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 febbraio 2012

Architetto.info