Decreto Legislativo 19 maggio 2016, n. 86 (materiale elettrico) | Architetto.info

Decreto Legislativo 19 maggio 2016, n. 86 (materiale elettrico)

Attuazione della direttiva 2014/35/UE concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato del materiale elettrico destinato ad essere adoperato entro taluni limiti di tensione. (16G00096) (G.U. Serie Generale n. 121 del 25-5-2016 - Suppl. Ordinario n. 16) Note: Entrata in vigore del provvedimento: 26/05/2016

(Omissis)

Art. 1
Campo di applicazione, messa a disposizione
sul mercato e obiettivi di sicurezza

1. Le disposizioni del presente decreto legislativo si applicano al
materiale elettrico destinato ad essere utilizzato ad una tensione
nominale compresa fra 50 e 1.000 volt in corrente alternata e fra 75
e 1.500 volt in corrente continua, ad esclusione dei seguenti
materiali e fenomeni:
a) materiali elettrici destinati ad essere usati in ambienti
esposti a pericoli di esplosione;
b) materiali elettrici per radiologia ed uso clinico;
c) parti elettriche di ascensori e montacarichi;
d) contatori elettrici;
e) basi e spine delle prese di corrente per uso domestico;
f) dispositivi di alimentazione dei recinti elettrici;
g) disturbi radioelettrici;
h) materiali elettrici speciali, destinati ad essere usati sulle
navi e sugli aeromobili e per le ferrovie, conformi alle disposizioni
di sicurezza stabilite da organismi internazionali, cui partecipa
l’Italia;
i) kit di valutazione su misura per professionisti, destinati ad
essere utilizzati unicamente in strutture di ricerca e sviluppo a
tali fini.
2. Il materiale elettrico che rientra nel campo di applicazione del
comma 1 puo’ essere messo a disposizione sul mercato dell’Unione
europea solo se, costruito conformemente alla regola dell’arte in
materia di sicurezza valida all’interno dell’Unione, non compromette,
in caso di installazione e di manutenzione non difettose e di
utilizzazione conforme alla sua destinazione, la sicurezza delle
persone, degli animali domestici e dei beni.
3. I principali elementi degli obiettivi di sicurezza sono indicati
nell’allegato I.
4. Viene garantita la libera circolazione in Italia del materiale
elettrico conforme alle disposizioni del presente decreto
legislativo.
5. Le imprese distributrici di elettricita’, per quanto riguarda il
materiale elettrico, non subordinano il raccordo o la fornitura di
elettricita’ agli utenti a requisiti di sicurezza piu’ rigorosi degli
obiettivi di sicurezza menzionati ai commi 2 e 3 ed enunciati
nell’allegato I.

(Omissis)

(Scaricare l’allegato)

Documento allegato

A questa pagina é allegato un file.

Scarica l file allegato
Decreto Legislativo 19 maggio 2016, n. 86 (materiale elettrico)

Architetto.info