DECRETO MINISTERIALE 22 maggio 1964 | Architetto.info

DECRETO MINISTERIALE 22 maggio 1964

DECRETO MINISTERIALE 22 maggio 1964 Ordinamento dei servizi dell'Amministrazione centrale della marina mercantile. (G.U. n. 138, 8 giugno 1964, Serie Generale)

DECRETO MINISTERIALE 22 maggio 1964(30)
Ordinamento dei servizi
dell’Amministrazione centrale della marina mercantile.
(G.U. n. 138, 8
giugno 1964, Serie Generale)
(30)Abrogato dall’art. 18, comma 1,
D.P.R. 24 aprile 1998, n. 202, a decorrere dalla data di entrata in
vigore dei decreti previsti dall’art. 14 dello stesso.
Successivamente, l’art. 12, comma 1, lett. a), D.P.R. 26 marzo 2001,
n. 177, ha abrogato il predetto D.P.R. n. 202/1998, a decorrere dalla
data di cui all’art. 55, comma 1, D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300.
IL
MINISTRO PER LA MARINA MERCANTILE
Visto l’art. 1, secondo comma, del
decreto legislativo 7 maggio 1948, n. 615;
Visto l’art. 1, primo
comma, della legge 7 dicembre 1960, n. 1541;
Visti i propri decreti 20
settembre 1962, 1° giugno 1963, 30 settembre 1963, 30 ottobre 1963 e
18 gennaio 1964, con i quali si è provveduto alla ripartizione dei
servizi del Ministero della marina mercantile;
Decreta:
Art. 1
I
servizi dell’Amministrazione centrale della marina mercantile sono
ripartiti, a decorrere dal 1° giugno 1964, come segue:
Gabinetto del
ministro
Coordinamento dell’attività dei vari servizi del Ministero –
Esame preliminare e smistamento della corrispondenza in arrivo –
Trattazione di affari confidenziali; ricerche e studi in relazione
all’attività del Ministro – Designazione di rappresentanti ed esperti
del Ministero in seno a consigli e commissioni e in seno ad enti ed
organizzazioni internazionali – Nomina dei membri del Consiglio
superiore della marina mercantile – Onorificenze.
Ufficio
legislativo: Perfezionamento dei provvedimenti legislativi e
regolamentari predisposti dai vari servizi del Ministero. Esame degli
schemi di provvedimenti legislativi o regolamentari diramati da altre
amministrazioni – Consulenza giuridico-amministrativa, pareri su
circolari, istruzioni di servizio ed altri provvedimenti aventi
contenuto normativo – Esame dei provvedimenti predisposti dai vari
servizi del Ministero che implicano la soluzione di questioni
giuridiche complesse (richieste di parere al Consiglio di Stato,
all’Avvocatura generale dello Stato, ecc.) – Esame di ricorsi
gerarchici – Rapporti con il Parlamento.
Ufficio stampa: Comunicati
del Ministero – Rapporti con la stampa, la radio e la televisione.

Ufficio studi economici: Inchieste e ricerche d’ordine generale nel
campo dell’attività del Ministero – Problemi attinenti alla
collaborazione internazionale da un punto di vista generale
dell’amministrazione – Elaborazione del materiale per le relazioni al
bilancio del Ministero – Raccolta di documentazioni tecniche –
Statistiche – Rapporti con l’Istituto centrale di statistica e con gli
altri enti pubblici interessati all’attività economico-finanziaria
della marina mercantile – Relazioni annuali.
Ufficio organizzazione e
metodi: Analisi della efficacia delle strutture organizzative
esistenti, studio del loro miglioramento ed assistenza
nell’applicazione dei mutamenti approvati – Approntamento e
perfezionamento dei metodi di lavoro nei settori speciali (macchine,
documentazione, archiviazione, ecc.) – Coordinamento delle
pubblicazioni interne e degli stampati – Corsi di preparazione,
formazione, aggiornamento e perfezionamento del personale – Rapporti
con la scuola superiore della pubblica amministrazione – Relazioni
pubbliche.
Segreteria del Consiglio superiore della marina
mercantile.
Ufficio Patto Atlantico: Trattazione generale delle
questioni di competenza dell’amministrazione della marina mercantile
derivanti dalla partecipazione italiana all’Organizzazione del
trattato nord atlantico (NATO) e ad altre organizzazioni difensive –
Rapporti con le predette organizzazioni e partecipazione alle relative
conferenze internazionali – Rapporti con le altre amministrazioni
dello Stato, con enti ed organizzazioni nazionali Coordinamento
nell’ambito dell’amministrazione della marina mercantile Segreteria
NATO-UEO (1).
Direzione Generale degli affari generali e del
personale
Segreteria del direttore generale.
Ispettorato generale
degli affari generali:
Divisione I (Affari generali e pensioni).
Deleghe di firma – Assistenza e previdenza – Biblioteca – Bollettino
ufficiale e ruoli di anzianità del Ministero – Concessioni ferroviarie
– Organizzazione e funzionamento degli uffici: corrispondenza,
centralini telefonici, portineria – Personale estraneo e personale di
altre Amministrazioni in servizio presso la Marina mercantile –
Riscatti del servizio non di ruolo – Cessazioni dal servizio –
Trattamento di quiescenza – Pensioni agli ex appartenenti alla
disciolta milizia portuale ed agli ex dipendenti dell’Azienda
magazzini generali di Trieste – Spese casuali – Gestione autoveicoli.

Divisione IV (Bilancio e servizi contabili). Gestione del bilancio –
Competenze accessorie – Revisione dei rendiconti – Verifiche ed
ispezioni contabili – Indennità di missione e di trasferimento – Spese
di liti – Contratti.
Ufficio del consegnatario: Manutenzione dei
locali – Arredamento degli uffici – Fornitura di stampati e oggetti di
cancelleria – Inventari – Amministrazione dei materiali di consumo.

Ufficio del cassiere: Pagamenti di assegni, competenze e spese varie
– Compilazione dei rendiconti.
Ispettorato generale del personale:

Divisione II (Personale in ruolo). Stato giuridico e trattamento
economico del personale di ruolo – Concorsi ed ammissioni in servizio
– Destinazioni e trasferimenti al centro e in periferia – Promozioni –
Aumenti periodici di stipendio – Comandi e collocamenti fuori ruolo –
Collocamenti in aspettativa e in disponibilità – Congedi – Disciplina
– Matricola – Ispezioni amministrative – Segreteria dei Consigli di
amministrazione.
Divisione III (Personale di ruolo aggiunto, non di
ruolo e salariato). Trattamento giuridico ed economico del personale
dei ruoli aggiunti e non di ruolo – Stato giuridico e trattamento
economico dei salariati – Concorsi ed ammissioni in servizio –
Destinazioni e trasferimenti al centro e in periferia – Promozioni –
Aumenti periodici di stipendio – Collocamenti in aspettativa – Congedi
– Disciplina – Matricola – Nomina di impiegati civili della Marina
mercantile ad incaricati marittimi e delegati di spiaggia – Ispezioni
amministrative.
Direzione generale del naviglio
Segreteria del
direttore generale.
Ispettorato generale del regime amministrativo e
fiscale delle navi.
Divisione I – Problemi generali sul regime
giuridico delle navi: Studi sulla legislazione nazionale e sulla
regolamentazione internazionale relativi alla proprietà navale, alla
stazza, alla classificazione delle navi, in materia di organizzazione
del naviglio per evitare l’inquinamento delle acque, sui problemi
giuridici derivanti dalla introduzione della propulsione nucleare e di
nuovi tipi di navi (hovercraft, anfibi, aliscafi, ecc.) anche con
riguardo al naviglio fluvio-marittimo – Vigilanza sul registro
italiano navale e sull’Istituto nazionale per studi ed esperienze di
architettura navale – Disciplina del naviglio da diporto e ogni altro
problema attinente.
Divisione II – Regime fiscale delle navi: Studi
sulla legislazione doganale e fiscale internazionale – Esame dei
prezzi delle costruzioni navali sul mercato internazionale –
Autorizzazioni all’importazione e all’esportazione di naviglio di
nuova costruzione – Agevolazioni fiscali per i contratti navali –
Esenzioni doganali – Reintegrazioni daziarie e fiscali per i materiali
ed i prodotti nazionali – Esenzioni fiscali per combustibili e
lubrificanti – Stralcio di questioni in materia di provvidenze per il
recupero e la rimessa in efficienza di navi.
Divisione V – Disciplina
amministrativa del naviglio mercantile: Individuazioni delle navi –
Assegnazione del nome alle navi maggiori – Nazionalizzazioni –
Documenti di bordo – Iscrizioni e cancellazioni dalle matricole e dai
registri – Proprietà navale – Armamento – Privilegi e ipoteche –
Sequestri – Autorizzazioni al trasferimento dal traffico alla pesca e
viceversa, d’intesa con la Direzione generale della pesca marittima –
Acquisti di navi all’estero – Finanziamenti e questioni valutarie,
doganali e fiscali – Dimissioni di bandiera – Schedario generale del
naviglio – Ritrovamento e ricupero di relitti fuori dei porti –
Sinistri marittimi – Inchieste e nomina delle relative commissioni –
Avarie – Assistenza e salvataggio.
Ispettorato generale delle
costruzioni navali e della utilizzazione del naviglio nell’interesse
pubblico.
Divisione III – Costruzioni navali: Politica dell’industria
dell’armamento e delle costruzioni navali Studi comparati delle
legislazioni estere – Provvedimenti a favore dell’industria delle
costruzioni navali e dell’armamento – Credito navale – Accordi con la
Direzione generale della pesca marittima per la programmazione di
costruzioni per la pesca – Vigilanza dell’attività
economico-amministrativa dei cantieri e stabilimenti per costruzioni e
riparazioni navali, in quanto prevista da leggi speciali – Stralcio di
pratiche relative a provvedimenti previsti da leggi non più in vigore,
in materia di costruzioni navali – Apprestamenti difensivi sulle navi.

Divisione IV – Utilizzazione del naviglio nell’interesse pubblico:
Requisizione e noleggio di navi per conto dello Stato – Determinazione
e liquidazioni dei compensi – Indennità di perdita e di avaria – Danni
di guerra – Valutazioni di navi, galleggianti ed attrezzature portuali
e da pesca, sotto l’aspetto amministrativo – Assicurazioni – Schedario
speciale del naviglio (2).
Direzione Generale della navigazione e del
traffico marittimo
Segreteria del direttore generale.
Ispettorato
generale della politica della navigazione e dei traffici.
Divisione I
(Politica della navigazione). Cooperazione marittima internazionale –
Organizzazioni marittime internazionali – Trattati e convenzioni
internazionali – Accordi economici e di navigazione – Diritto
marittimo di gue…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO MINISTERIALE 22 maggio 1964

Architetto.info