DELIBERA 7 giugno 2001: Disposizioni in tema di portabilita' del numero tra operatori del servizio di comunicazione mobile e personale (mobile number portability). (Delibera n. 12/01/CIR). (GU n. 143 del 22-6-2001 | Architetto.info

DELIBERA 7 giugno 2001: Disposizioni in tema di portabilita’ del numero tra operatori del servizio di comunicazione mobile e personale (mobile number portability). (Delibera n. 12/01/CIR). (GU n. 143 del 22-6-2001

DELIBERA 7 giugno 2001: Disposizioni in tema di portabilita' del numero tra operatori del servizio di comunicazione mobile e personale (mobile number portability). (Delibera n. 12/01/CIR). (GU n. 143 del 22-6-2001

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERA 7 giugno 2001
Disposizioni in tema di portabilita’ del numero tra operatori del
servizio di comunicazione mobile e personale (mobile number
portability). (Delibera n. 12/01/CIR).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Nella seduta della Commissione per le infrastrutture e le reti del
31 maggio 2001 e nella sua prosecuzione del 7 giugno 2001;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante “Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’”, in
particolare, gli artt. 1 e 2;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318, recante “Regolamento per l’attuazione delle direttive
comunitarie nel settore delle telecomunicazioni”;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 24 aprile 1997,
recante “Istituzione della commissione per la normativa tecnica sulla
numerazione delle telecomunicazioni”;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni 25 novembre 1997,
recante “Disposizioni per il rilascio delle licenze individuali nel
settore delle telecomunicazioni”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
n. 283 del 5 dicembre 1997;
Visto il provvedimento del Comitato dei ministri del 4 aprile 1998,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 93 del 22 aprile 1998, in
particolare, l’art. 11, comma 2, che prevede che entro il 1o luglio
1999 i gestori di servizi di comunicazione mobili e personali sono
tenuti a consentire agli utenti la portabilita’ del numero tra reti
mobili;
Visto il decreto ministeriale 23 aprile 1998, recante “Disposizioni
in materia di interconnessione nel settore delle comunicazioni”,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 133 del 10 giugno 1998;
Vista la delibera n. 17/1998 del 16 giugno 1998, recante
l’approvazione, tra l’altro, del regolamento concernente
l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 169 del 22 luglio 1998;
Vista la propria delibera n. 69/1999 del 9 giugno 1999, recante
“Misure atte a garantire condizioni di effettiva concorrenza nel
mercato delle comunicazioni mobili e personali da parte di tutti gli
operatori e criteri e modalita’ per l’assegnazione di frequenze”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 139, del 16 giugno 1999, in
particolare l’art. 12, comma 1;
Vista la direttiva 96/2/CE della Commissione del 16 gennaio 1996
che modifica la direttiva 90/388/CEE in relazione alle comunicazioni
mobili e personali;
Vista la direttiva 98/61/CE del Consiglio e del Parlamento europeo,
del 24 settembre 1998, che modifica la direttiva n. 97/33/CE per
quanto concerne la portabilita’ del numero di operatore e la
preselezione del vettore;
Vista la propria delibera n. 4/CIR/1999 del 7 dicembre 1999,
recante “Regole per la fornitura della portabilita’ del numero tra
operatori (Service Provider Portability)”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 303 del 28 dicembre 1999;
Vista la propria delibera n. 6/00/CIR del 8 giugno 2000, recante
“Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e
disciplina attuativa”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 169 del
21 luglio 2000;
Vista la propria delibera n. 388/00/CONS, del 21 giugno 2000,
recante “Procedure per il rilascio delle licenze individuali per i
sistemi di comunicazioni mobili di terza generazione e misure atte a
garantire condizioni di effettiva concorrenza”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2000;
Vista la normativa ETSI 03.66 “Digital cellular telecommunications
system (Phase 2-); Support of Mobile Number Portability (di seguito
MNP); Technical Realisation; Stage 2”;
Vista la relazione del presidente della commissione per la
normativa tecnica sulla numerazione delle comunicazioni del 6 marzo
2001;
Considerato che, come rilevato dall’Autorita’ garante per la
concorrenza ed il mercato nel parere reso in data 13 giugno 2000,
relativo allo schema di provvedimento successivamente adottato
dall’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni con delibera n.
388/00/CONS, la portabilita’ del numero favorisce la realizzazione di
un mercato pienamente competitivo e, in considerazione dell’ampiezza
della clientela radiomobile, e’ necessario procedere in tempi brevi
all’introduzione della portabilita’ del numero al fine di stimolare
il livello di concorrenza del mercato;
Considerato che, ai sensi dell’art. 11, comma 2, del provvedimento
del Comitato dei ministri del 4 aprile 1998, i gestori dei servizi di
comunicazione mobile e personale erano tenuti a consentire la MNP a
partire dal 1o luglio 1999 e che l’Autorita’ ha confermato tale
obbligo riservandosi di definire la data di avvio e le modalita’ di
offerta, sicche’ gli operatori mobili hanno avuto a disposizione un
congruo periodo di tempo per pianificare l’introduzione del servizio
di MNP;
Considerato che la soluzione tecnica da adottare per l’offerta
della prestazione di MNP e’ quella di “Direct Routing”, come
dichiarato da tutti gli operatori titolari di licenza per il servizio
di comunicazione mobile e personale (di seguito denominati “operatori
mobili”) nell’ambito della commissione per la normativa tecnica sulla
numerazione delle telecomunicazioni;
Rilevato che:
1) la regolamentazione del servizio di MNP comprende sia la
portabilita’ definita con riferimento al fornitore del servizio
(Mobile Service Provider Portability) sia la portabilita’ definita
con riferimento al servizio GSM e UMTS (Mobile Service Portability),
non essendo la stessa prevista in caso di passaggio dal GSM (UMTS) al
TACS, al fine di incentivare il completo passaggio dell’utenza ai
piu’ efficienti sistemi numerici;
2) la soluzione tecnica per le procedure di tipo “Call Related” e
“Non Call Related” da adottare, per l’offerta del servizio, e’ quella
di:
a) “Direct Routing” (denominata nello standard ETSI 03.66 “NP
Query in Originating Network” per le procedure “Call Related” e
“Direct Routing” per le procedure “Non Call Related”) per le chiamate
originate dalle reti mobili nazionali e dirette a numerazioni mobili
nazionali;
b) “Onward Routing” (denominata nello standard ETSI 03.66 “NP
Query in Number Range Holder Network” per le procedure “Call Related”
e “Indirect Routing” per le procedure “Non Call Related”);
c) “Onward Routing” per le chiamate originate al di fuori del
territorio nazionale per le chiamate originate dalle reti fisse
nazionali dirette a numerazioni delle reti per i servizi mobili
nazionali;
3) la soluzione “Direct Routing” sara’ adottata anche per le
chiamate originate dalle reti fisse nazionali dirette a numerazioni
delle reti per i servizi mobili nazionali con calendario stabilito da
un successivo provvedimento;
Considerato che gli operatori Blu e Wind, hanno dichiarato, anche
in sede di audizione, di aver provveduto ovvero di essere in procinto
di adeguare, al piu’ tardi entro ottobre 2001, le proprie reti per
offrire la prestazione di MNP e che le societa’ IPSE e H3G si sono
dichiarate pronte ad offrire la funzionalita’ di MNP in concomitanza
con l’avvio del servizio;
Considerato che, nel corso dell’istruttoria, le societa’ Telecom
Italia Mobile e Omnitel Pronto Italia, pur impegnandosi a realizzare
comunque gli adeguamenti previsti nel minor tempo possibile, hanno
stimato, allo stato, in almeno quindici mesi, a decorrere
dall’adozione delle deliberazioni dell’Autorita’, il tempo necessario
per adeguare le proprie reti e i sistemi informativi necessari per
l’offerta della prestazione, in considerazione dell’elevato numero di
clienti e della particolare complessita’ e diffusione territoriale
delle proprie reti;
Considerato che la maggior parte delle societa’ manifatturiere
fornitrici di apparati agli operatori di reti mobili dispongono delle
soluzioni “Direct Routing” e “Onward Routing” in quanto gia’
sviluppate e operanti in fase di collaudo in altri Paesi europei e
considerato che i tempi di consegna, installazione, messa in opera e
collaudo finale variano in funzione dei costruttori e della
complessita’ di realizzazione da un minimo di tre mesi ad un massimo
di circa dodici mesi;
Considerato che la maggioranza dei Paesi europei ha gia’ avviato il
processo di implementazione della prestazione di MNP e che in
particolare la prestazione e’ attiva in Danimarca, Olanda, Spagna e
Regno Unito e che sara’ disponibile nel corso del 2002 nella quasi
totalita’ dei Paesi europei;
Considerato che, in base a quanto dichiarato dai costruttori e come
dimostrato dalle esperienze europee, al fine di promuovere un mercato
pienamente competitivo e’ ragionevole stabilire un termine di dieci
mesi per l’introduzione della prestazione e d’altra parte garantire
al tempo stesso una fase iniziale di introduzione della prestazione
anche tenendo conto degli operatori che hanno gia’ adeguato le
proprie reti;
Ritenuto necessario, al fine di garantire una graduale introduzione
della prestazione di MNP, avviare entro il 30 giugno 2001 tutte le
procedure per l’attuazione della prestazione e dall’autunno 2001 una
fase iniziale, su un campione di utenza significativo e che riguardi
tutti gli elementi distintivi della prestazione;
Ritenuto di istituire una apposita Unita’ di monitoraggio che segua
puntualmente l’avanzamento della messa in opera della MNP e riferisca
all’Autorita’ anche circa il calendario, nonche’ sull’avvio e
condizioni di offerta della fase iniziale;
Ritenuto necessario fissar…

[Continua nel file zip allegato]

DELIBERA 7 giugno 2001: Disposizioni in tema di portabilita’ del numero tra operatori del servizio di comunicazione mobile e personale (mobile number portability). (Delibera n. 12/01/CIR). (GU n. 143 del 22-6-2001

Architetto.info