DELIBERAZIONE 14 marzo 2001: Approvazione delle modifiche ai regolamenti numeri 1 e 2/2000 | Architetto.info

DELIBERAZIONE 14 marzo 2001: Approvazione delle modifiche ai regolamenti numeri 1 e 2/2000

DELIBERAZIONE 14 marzo 2001: Approvazione delle modifiche ai regolamenti numeri 1 e 2/2000 del Garante. (GU n. 185 del 10-8-2001)

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

DELIBERAZIONE 14 marzo 2001
Approvazione delle modifiche ai regolamenti numeri 1 e 2/2000 del
Garante.

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Nella riunione odierna, con la partecipazione del prof. Stefano
Rodota’, presidente, del prof. Giuseppe Santaniello, vice presidente,
del prof. Ugo de Siervo e dell’ing. Claudio Manganelli, componenti, e
del dott. Giovanni Buttarelli, segretario generale;
Visto l’art. 33 della legge 31 dicembre 1996, n. 675 e successive
modificazioni e integrazioni;
Vista la propria deliberazione n. 15 del 28 giugno 2000, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 162 del
13 luglio 2000, con la quale sono stati adottati i regolamenti numeri
1, 2, e 3/2000, concernenti rispettivamente il trattamento giuridico
ed economico del personale del Garante, l’organizzazione e il
funzionamento dell’ufficio, la gestione amministrativa e la
contabilita’;
Considerato che e’ emersa la necessita’ di apportare alcune
modifiche di natura ordinamentale al regolamento n. 1/2000,
integrando il contenuto dell’art. 10 tenendo conto dei principi
stabiliti dall’art. 56 del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n.
29, e successive modificazioni ed integrazioni, nonche’ al
regolamento n. 2/2000 per cio’ che concerne le procedure selettive e
i relativi requisiti di partecipazione;
Considerato altresi’ che, contestualmente a tale modifiche, sono
state predisposte alcune circoscritte modifiche al regolamento n.
2/2000, che tengono conto dei problemi applicativi emersi in sede di
prima attuazione del regolamento stesso, sulla base delle intese di
massima intercorse tra le organizzazioni sindacali del personale e il
segretario generale del Garante anche in vista della sottoscrizione
del protocollo per le relazioni collettive;
Vista la propria deliberazione in data odierna con la quale il
Garante ha confermato l’adesione ai protocolli sulle relazioni
sindacali sottoscritti in data 13 marzo 2001 dalle organizzazioni
sindacali rappresentative del personale e dal segretario generale del
Garante;
Ritenuta la necessita’ di apportare le predette modifiche;
Visti la documentazione e gli atti preparatori alle predette
modifiche regolamentari;
Accertata la disponibilita’ di fondi nel bilancio preventivo per
l’esercizio finanziario 2001;
Viste le osservazioni formulate dal segretario generale ai sensi
dell’art. 15, comma 1, del regolamento n. 1/2000 sull’organizzazione
e il funzionamento dell’ufficio;
Relatore il prof. Giuseppe Santaniello;
Delibera:
1. Di apportare ai regolamenti n. 1 e 2/2000 le modifiche riportate
nell’allegato A.
Il segretario generale curera’ la pubblicazione delle modifiche ai
regolamenti nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell’art. 33, comma
1-bis, della legge 31 dicembre 1996, n. 675 e successive
modificazioni.
Roma, 14 marzo 2001
Il presidente: Rodota’

Allegato A

MODIFICHE AL REGOLAMENTO n. 1/2000 SULL’ORGANIZZAZIONE E IL
FUNZIONAMENTO DELL’UFFICIO DEL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI
PERSONALI.

All’art. 8, comma 5, sono apportate le seguenti modifiche:
a) le parole: “affari giuridici “A “, “affari giuridici “B ” e
“affari giuridici “C “, sono rispettivamente sostituite dalle parole:
“realta’ economiche e produttive”, “liberta’ pubbliche e sanita’” e
“comunicazioni e reti telematiche”;
b) nel quarto periodo, sono soppresse alla lettera g) le parole:
“e registro dei trattamenti” e dopo la lettera h) e’ aggiunta la
seguente: “i) dipartimento registro dei trattamenti”.
2. All’art. 10, comma 1, sono aggiunti in fine i seguenti periodi:
“Al funzionario puo’ essere attribuita anche, per motivate esigenze
e per la durata di un anno rinnovabile per due volte, una funzione
dirigenziale individuata ai sensi dell’art. 9, comma 1, o la
responsabilita’ di una unita’ temporanea di primo livello individuata
ai sensi dell’art. 8, comma 6, nel limite dei posti di dirigente non
coperti nel ruolo organico dell’Ufficio, con diritto alla
retribuzione iniziale di livello della qualifica di dirigente, ove
superiore a quella in godimento.”.

MODIFICHE AL REGOLAMENTO n. 2/2000 CONCERNENTE IL TRATTAMENTO
GIURIDICO ED ECONOMICO DEL PERSONALE DEL GARANTE PER LA PROTEZIONE
DEI DATI PERSONALI.

1. All’art. 2, comma 2, del regolamento e’ aggiunto, in fine, il
seguente periodo: “Il regolamento recepisce gli accordi negoziali in
materia con le organizzazioni sindacali.”.
2. All’art. 3 del regolamento, dopo le parole: “nelle disposizioni”
sono inserite le seguenti: “e negli accordi”.
3. All’art. 5, dopo il comma 3, e’ aggiunto il seguente:
“3-bis. L’Autorita’ puo’ bandire annualmente procedure selettive
nel limite del 40% dei posti disponibili nelle diverse qualifiche,
avuto riguardo alle disponibilita’ di bilancio e su proposta del
segretario generale, alle quali possono partecipare i dipendenti di
ruolo dell’Ufficio che non abbiano demeritato e che siano in possesso
del titolo di studio prescritto per l’accesso alle aree e che abbiano
maturato un’anzianita’ presso l’Ufficio di almeno due anni, oltre ai
seguenti ulteriori requisiti:
a) per l’accesso all’area dirigenziale, siano collocati nella
scala stipendiale dei funzionari in un livello non inferiore al
ventunesimo;
b) per l’accesso alla qualifica di funzionario, siano collocati
nella fascia “A della scala stipendiale degli impiegati operativi;
c) per l’accesso alla qualifica di impiegato operativo, siano
collocati nella fascia “A della corrispondente scala stipendiale
degli impiegati esecutivi.
Possono essere altresi’ ammessi a partecipare alle procedure
selettive per le sole qualifiche di funzionario ed impiegato
operativo, e per particolari profili professionali determinati
annualmente dall’Autorita’, i dipendenti in possesso del titolo di
studio immediatamente inferiore a quello richiesto per l’accesso alla
relativa qualifica, che non abbiano demeritato, che siano collocati
nella fascia “A della corrispondente scala stipendiale e che abbiano
maturato un’anzianita’ in qualifiche corrispondenti a quelle
considerate per l’inquadramento nel ruolo organico dell’Ufficio di
almeno cinque anni, di cui almeno quattro presso il Garante. Le
procedure selettive si svolgono sulla base di valutazione comparativa
dei candidati ammessi alle selezioni e di una prova selettiva
determinata nel bando.”.
4. Al comma 4 dell’art. 20 del regolamento, le parole da: “ovvero
di eta’ compresa” fino alla fine del periodo sono sostituite dalle
seguenti: “Dopo il compimento del primo anno di eta’ del bambino e
sino al compimento del terzo anno i predetti soggetti hanno diritto a
trenta giorni di permessi straordinari retribuiti per ciascun anno di
vita del bambino. I predetti soggetti hanno diritto a cinque giorni
di permessi straordinari retribuiti per malattia del bambino di eta’
compresa tra tre e otto anni.”.
5. L’art. 23 del regolamento e’ cosi’ modificato:
a) al comma 2, le parole: “puo’ avere la durata sino ad un anno
ed” sono soppresse;
b) al comma 3, dopo le parole: “in relazione” sono inserite le
seguenti: “alla durata e”.
6. Al comma 1 dell’art. 57 le parole da: “, in base ai criteri”
fino alla fine del periodo sono sostituite dalle seguenti: “che
recepisce gli accordi negoziali con le organizzazioni sindacali in
materia.”.
7. Al comma 5 dell’art. 64, e’ aggiunto, in fine, il seguente
periodo:
“A decorrere dal completamento delle procedure concorsuali di cui
all’art. 65, al personale diverso da quello risultato vincitore delle
medesime procedure e che non abbia demeritato, tali scatti sono
attribuiti, mediante assorbimento di quelli gia’ corrisposti, nella
misura di uno scatto per ciascun biennio, o frazione di esso pari o
superiore ad un anno, con un minimo di tre scatti ed un massimo di
nove, di servizio di ruolo prestato nelle qualifiche della carriera
corrispondente a quella considerata per l’inquadramento e in quelle
della carriera immediatamente inferiore.”.

DELIBERAZIONE 14 marzo 2001: Approvazione delle modifiche ai regolamenti numeri 1 e 2/2000

Architetto.info