Determinazione delle percentuali di riparto tra le regioni delle disponibilita' giacenti al 30 giugno 2000 | Architetto.info

Determinazione delle percentuali di riparto tra le regioni delle disponibilita’ giacenti al 30 giugno 2000

Determinazione delle percentuali di riparto tra le regioni delle disponibilita' giacenti al 30 giugno 2000 sul fondo rotativo istituito presso l'Isveimer dalla legge n. 60/1965.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 19, comma 8, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.
112 il quale dispone che con decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri, su proposta della conferenza Stato regioni siano
definiti i criteri di riparto di risorse, recanti anche eventuali
quote minime relative alle diverse finalita’ di rilievo nazionale
previste, nonche’ quelle relative alla diverse tipologie di
concessione disposte dal decreto legislativo medesimo;

Visto l’art. 47, comma 4 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.
112, il quale dispone che “i fondi relativi alle funzioni in
materia di agevolazione alle imprese, a qualunque titolo conferite
alle regioni, confluiscono nel fondo di cui al comma 6 dell’art. 19
e sono ripartiti tra le regioni sulla base di quanto previsto dal
comma 8 del medesimo articolo”;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15
dicembre 1999, di definizione, ai sensi dell’art. 19, comma 8, del
decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, dei criteri di riparto,
per l’anno 2000, delle risorse relative alle agevolazioni alle
imprese conferite alle regioni;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 10
febbraio 2000, di determinazione delle percentuali di riparto, per
l’anno 2000, delle risorse in materia di agevolazioni alle imprese;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26
maggio 2000, recante “Individuazione dei beni e delle risorse
umane, finanziarie, strumentali e organizzative da trasferire alle
regioni per l’esercizio delle funzioni in materia di incentivi alle
imprese di cui agli articoli 19, 30, 34, 40, 41 e 48 del decreto
legislativo 31 marzo 1998, n. 112”;

Vista la proposta di definizione delle percentuali di riparto tra
le regioni delle disponibilita’ giacenti al 30 giugno 2000 sul
fondo istituito presso l’Isveimer, di cui alla legge n. 60/1965,
formulata dalla conferenza Stato regioni nel corso della riunione
del 9 novembre 2000;

Ritenuto opportuno modificare ed integrare in tal senso il citato
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 febbraio
2000;

Vista la delega del Ministro senza portafoglio per la funzione
pubblica ad esercitare le funzioni di coordinamento delle
attivita’, anche di carattere normativo, inerenti l’attuazione
delle leggi 15 marzo 1997, n. 59, 15 maggio 1997, n. 127, 16 giugno
1998, n. 191 e della legge 8 marzo 1999, n. 50;

Decreta:

1. A parziale modifica e ad integrazione del decreto del Presidente
del Consiglio dei Ministri 10 febbraio 2000, recante
“Determinazione delle percentuali di riparto tra le regioni, per
l’anno 2000, delle risorse in materia di agevolazioni alle
imprese”, le percentuali di riparto tra le regioni delle
disponibilita’ giacenti al 30 giugno 2000 sul fondo rotativo
istituito presso l’Isveimer dalla legge n. 60/1965, sono cosi
determinate:

Regioni Percentuali
Abruzzo…. 11,68%
Molise…. 3,70%
Campania…. 38,30%
Puglia…. 27,71%
Basilicata…. 5,36%
Calabria…. 13,25%

Roma, 29 dicembre 2000

p. Il Presidente: Bassanini

Registrato alla Corte dei conti il 19 gennaio 2001
Registro n. 1 Ministeri istituzionali, foglio n. 144

Determinazione delle percentuali di riparto tra le regioni delle disponibilita’ giacenti al 30 giugno 2000

Architetto.info