Direttiva Del Consiglio Del 6 Febbraio 1979 | Architetto.info

Direttiva Del Consiglio Del 6 Febbraio 1979

Direttiva Del Consiglio Del 6 Febbraio 1979 Riguardante il ravvicinamento delle legislazioni degli stati membri relative al materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva , per il quale si applicano taluni metodi di protezione ( 79/196/cee )

Direttiva Del Consiglio Del 6 Febbraio 1979

Riguardante il
ravvicinamento delle legislazioni degli stati membri relative al
materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera
esplosiva , per il quale si applicano taluni metodi di protezione (
79/196/cee )
IL CONSIGLIO DELLE COMUNITÀ EUROPEE ,
visto il trattato
che istituisce la Comunità economica europea , in particolare l ‘
Art.100,
vista la proposta della Commissione ( 1 ) ,
visto il parere
del Parlamento europeo ( 2 ) ,
visto il parere del Comitato economico
e sociale ( 3 ) ,
considerando che le disposizioni vigenti negli
Stati membri , dirette a garantire la sicurezza del materiale
elettrico destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva , sono
diverse da uno Stato membro all ‘ altro ed ostacolano quindi gli
scambi ; che occorre pertanto procedere al ravvicinamento di tali
legislazioni ;
considerando che la direttiva 76/117/CEE del Consiglio
, del 18 dicembre 1975 , riguardante il ravvicinamento delle
legislazioni degli Stati membri relative al materiale elettrico
destinato ad essere utilizzato in atmosfera esplosiva ( 4 ) , ha
definito in particolare le procedure di esame alle quali deve
soddisfare detto materiale per poter essere importato ,
commercializzato e utilizzato liberamente dopo aver superato i
controlli ed essere stato dotato dei marchi e simboli stabiliti ;

considerando che la direttiva 76/117/CEE stabilisce , all ‘ Art.4 ,
paragrafo 4 , che direttive particolari preciseranno le norme
armonizzate da applicare in tutti gli Stati membri per questo
materiale ;
considerando che la direttiva 76/117/CEE stabilisce , all
‘ Art.5 , che le direttive particolari preciseranno le disposizioni
che potranno essere adeguate al progresso tecnico in conformità della
procedura prevista all ‘ Art.7 della direttiva suddetta ;

considerando che la direttiva 76/117/CEE stabilisce , all ‘ Art.8 ,
paragrafo 1 , secondo comma e all ‘ Art.9 , paragrafo 5 , che le copie
dei certificati di conformità e di controllo vengano trasmesse
soltanto agli Stati membri ; che , per garantire la libera
circolazione di detto materiale , è opportuno che la Commissione possa
pubblicarne estratti nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee ;
che occorre pertanto che esse vengano inviate anche alla Commissione ;

considerando che la direttiva 76/117/CEE stabilisce , all ‘ Art.8 ,
paragrafo 2 , e all ‘ Art.9 , paragrafo 6 , una procedura di revoca
del certificato ; che occorre che gli Stati membri , la Commissione e
l ‘ interessato siano informati della revoca e delle relative
motivazioni ,
HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA :
Art.1
La presente
direttiva riguarda il materiale elettrico destinato ad essere
utilizzato in atmosfera esplosiva , per il quale si applicano uno o
più dei seguenti metodi di protezione :
– immersione in olio ” o ” ,

– sovrappressione interna ” p ” ,
– immersione sotto sabbia ” q ” ,

– involucro antideflagrante ” d ” ,
– sicurezza aumentata ” e ” ,

sicurezza intrinseca ” i ” .
Art.2
1 . Gli Stati membri non possono
, per motivi attinenti alla sicurezza di fabbricazione , vietare la
vendita , la libera circolazione , o l ‘ uso conforme alla sua
destinazione , del materiale elettrico destinato ad essere utilizzato
in atmosfera esplosiva che sia conforme alle prescrizioni della
presente direttiva e della direttiva 76/117/CEE del Consiglio , per
quanto riguarda gli aspetti di sicurezza contemplati dalla presente
direttiva .
2 . Per quanto riguarda gli aspetti relativi alla
sicurezza che non sono contemplati dalla presente direttiva , restano
in vigore le disposizioni nazionali , purché non esistano disposizioni
comunitarie .
Art.3
Ai fini della presente direttiva , le norme
armonizzate di cui all ‘ Art.4 , paragrafo 4 , della direttiva
76/117/CEE sono le norme i cui riferimenti figurano nell ‘ allegato I
.
Art.4
1 . Il materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in
atmosfera esplosiva è sottoposto alle procedure di cui all ‘ Art.4 ,
paragrafo 1 , della direttiva 76/117/CEE . Le informazioni trasmesse
agli organismi autorizzati , nel quadro di tali procedure , sono
riservate .
2 . Ai fini della presente direttiva , il marchio
distintivo comunitario di cui all ‘ Art.4 , paragrafo 1 , ed all ‘
Art.10 della direttiva 76/117/CEE deve corrispondere all ‘ allegato II
; il marchio deve essere apposto in modo visibile , leggibile e
duraturo su ciascun apparecchio .
3 . Gli Stati membri adottano tutte
le disposizioni necessarie per vietare l ‘ impiego , sul materiale
oggetto della presente direttiva , di marchi o di iscrizioni che
possano creare confusione con il marchio di cui all ‘ allegato II .

Art.5
Conformemente all ‘ Art.5 , paragrafo 1 , della direttiva
76/117/CEE , il contenuto delle norme armonizzate di cui all ‘
allegato I , nonché l ‘ allegato II , possono essere modificati
secondo la procedura di cui all ‘ Art.7 della direttiva 76/117/CEE .

Art.6
1 . Entro un mese dal rilascio del certificato di conformità o
di controllo , una copia di detto certificato è trasmessa alla
Commissione . Essa riceve inoltre , su richiesta , copia del fascicolo
tecnico definitivo del materiale e dei verbali degli esami o controlli
cui esso è stato sottoposto . Tali informazioni sono riservate .
2 .
La Commissione provvede a pubblicare nella Gazzetta ufficiale delle
Comunità europee estratti significativi di detti certificati .
Art.7

1 . L ‘ organismo che ha rilasciato il certificato di conformità o di
controllo , se revoca detto certificato per i motivi di cui all ‘
Art.8 , paragrafo 2 , e all ‘ Art.9 , paragrafo 6 , della direttiva
76/117/CEE , deve informare di tale revoca gli altri Stati membri e la
Commissione . La revoca va motivata in termini precisi . Essa viene
pubblicata conformemente all ‘ Art.6 , paragrafo 2 .
2 . La revoca ,
nonché il rifiuto di rilasciare un certificato di conformità o di
controllo , sono immediatamente comunicati all ‘ interessato , con l ‘
indicazione dei ricorsi esperibili in virtù delle legislazioni degli
Stati membri e del rispettivo termine di presentazione .
Art.8
Gli
Stati membri mettono in vigore le disposizioni necessarie per
conformarsi alla presente direttiva entro un termine di diciotto mesi
dalla sua notifica e ne informano immediatamente la Commissione .
Gli
Stati membri provvedono a comunicare alla Commissione il testo delle
disposizioni di diritto interno che essi adottano nel settore
disciplinato dalla presente direttiva .
Art.9
Gli Stati membri sono
destinatari della presente direttiva .
( 1 ) GU n . C 4 del 6 . 1 .
1978 , pag . 2 .
( 2 ) GU n . C 131 del 5 . 6 . 1978 , pag . 84 .
(
3 ) GU n . C 269 del 13 . 11 . 1978 , pag . 45 .
( 4 ) GU n . L 24
del 30 . 1 . 1976 , pag . 45 .
ALLEGATO I NORME ARMONIZZATE
Le norme
armonizzate , alle quali deve essere conforme il materiale secondo il
suo metodo di protezione , sono le norme europee i cui riferimenti
figurano nella tabella che segue .
Norme europee
( definite dal
Cenelec , 2 rue de Brùderode , Boîte 5 , 1 000 Bruxelles )
Numero
Titolo Edizione Data
EN 50 014 Materiale elettrico per atmosfera
esplosiva : norme generali 1 Marzo 1977
EN 50 015 Materiale elettrico
per atmosfera esplosiva : immersione in olio ” o ” 1 Marzo 1977
EN 50
016 Materiale elettrico per atmosfera esplosiva : sovrappressione
interna ” p ” 1 Marzo 1977
EN 50 017 Materiale elettrico per atmosfera
esplosiva : immersione sotto sabbia ” q ” 1 Marzo 1977
EN 50 018
Materiale elettrico per atmosfera esplosiva : involucro
antideflagrante ” d ” 1 Marzo 1977
EN 50 019 Materiale elettrico per
atmosfera esplosiva : sicurezza aumentata ” e ” 1 Marzo 1977
EN 50 020
Materiale elettrico per atmosfera esplosiva : sicurezza intrinseca ” i
” 1 Marzo 1977
ALLEGATO II
Marchio distintivo comunitario
Sedile :
vedi G.U .

Direttiva Del Consiglio Del 6 Febbraio 1979

Architetto.info