Erogazione dei contributi previsti dall'art. 12, comma 1, della legge 7 dicembre 1999, n. 472, a favore delle regioni a statuto ordinario quale concorso dello Stato per la copertura dei disavanzi relativi all'anno 1997 | Architetto.info

Erogazione dei contributi previsti dall’art. 12, comma 1, della legge 7 dicembre 1999, n. 472, a favore delle regioni a statuto ordinario quale concorso dello Stato per la copertura dei disavanzi relativi all’anno 1997

Erogazione dei contributi previsti dall'art. 12, comma 1, della legge 7 dicembre 1999, n. 472, a favore delle regioni a statuto ordinario quale concorso dello Stato per la copertura dei disavanzi relativi all'anno 1997 nel settore del trasporto pubblico locale.

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE
DECRETO 27 giugno 2000
Erogazione dei contributi previsti dall’art. 12, comma 1, della
legge 7 dicembre 1999, n. 472, a favore delle regioni a statuto
ordinario quale concorso dello Stato per la copertura dei disavanzi
relativi all’anno 1997 nel settore del trasporto pubblico locale.
IL DIRIGENTE GENERALE
dell’unita’ di gestione autotrasporto di persone e cose
Vista la legge 7 dicembre 1999, n. 472, recante “Interventi nel
settore dei trasporti”;
Visto in particolare l’art. 12, comma 1, della stessa legge n.
472/1999 nel quale e’ previsto un contributo quindicennale in
favore delle regioni a statuto ordinario di lire 35 miliardi a
decorrere dall’anno 1999, quale concorso dello Stato alla copertura
dei disavanzi di esercizio non ripianati, relativi all’anno 1997,
dei servizi di trasporto pubblico locale di competenza delle
regioni medesime;
Tenuto conto che nello stesso art. 12, comma 1, e’ previsto che il
contributo e’ ripartito con i criteri e le modalita’ indicate
all’art. 2, commi 1 e 2, della legge 18 giugno 1998, n. 194;
Visto il decreto dirigenziale n. 3636 del 19 novembre 1998, emanato
in attuazione della legge 18 giugno 1998, n. 194, art. 2, commi 1 e
2, con il quale sono state stabilite le quote del contributo
attribuite a ciascuna regione di cui allo stesso art. 2 della legge
n. 194/1998;
Visto il decreto dirigenziale n. 7 del 3 aprile 2000 con il quale
e’ stata impegnata per l’anno 1999 e sino all’anno 2013 la somma di
lire 35 miliardi;
Viste le certificazioni trasmesse dalle regioni interessate;
Tenuto conto che occorre procedere alla ripartizione del contributo
quindicennale complessivo per il periodo 1999/2013;
Considerate le percentuali – derivanti dalle quote attribuite in
attuazione del menzionato comma 1, art. 2 della legge n. 194/1998 e
riportate alla colonna n. 1 della tabella A/1 allegata, formante
parte integrante del presente decreto – in base alle quali viene
ripartito il 50% del contributo annuo (lettera “a”);
Atteso che, sulla base delle differenze tra il 30 per cento dei
disavanzi certificati (colonna 5, tabella A/1) e i disavanzi
ripianabili (colonna 3, tabella A/1) con le attribuzioni di cui al
precedente comma, viene ripartito il residuo 50% del contributo
(lettera “b”) come risulta alla colonna 9 della tabella A/2
allegata, formante parte integrante del presente decreto;
Vista la nota della regione Basilicata prot. n. 319 del 17 marzo
1999, con la quale e’ stato comunicato a questo Ministero che, con
delibera del 23 febbraio 1999, n. 314, la regione medesima ha
integrato il disavanzo a suo tempo certificato in attuazione della
legge 18 giugno 1998, n. 194, art. 2, comma 1, di un ulteriore
importo di 12.400 milioni per il comune di Potenza;
Ritenuto non opportuno, in sede di emanazione del decreto
dirigenziale n. 3636 del 19 novembre 1998, procedere alle
conseguenti rettifiche in quanto cio’ avrebbe comportato modifiche
alle quote gia’ impegnate sino al 2012 per sei regioni;
Ritenuto, pertanto, di procedere alle rettifiche e compensazioni in
sede di assegnazione del contributo di cui alla legge n. 472/1999;
Considerato quindi che per effetto del maggiore disavanzo
certificato dalla regione Basilicata, come risulta alla colonna n.
2 della tabella B/1, formante parte integrante del presente
decreto, la quota quindicennale relativa alla regione medesima, in
adempimento della legge n. 194/1998, viene rideterminata come
risulta nella colonna n. 11 delle tabelle B/1 e B/2 in lire 668
milioni per l’anno 1998 e 1336 milioni a decorrere dall’anno 1999 e
sino all’anno 2013 da compensarsi sulle quote quindicennali
assegnate ai sensi della legge n. 472/1999 mediante riduzione per
le regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia e Toscana;
Visto il decreto del capo del Dipartimento dei trasporti terrestri
prot. n. 072 dell’11 aprile 2000 con il quale e’ affidata al capo
dell’unita’ di gestione APC, per l’anno finanziario 2000, la
gestione delle risorse finanziarie disponibili sul capitolo 1251;
Ritenuto, pertanto, di dover procedere alla ripartizione del
contributo ed alla relativa assegnazione per il corrente anno a
favore delle regioni a statuto ordinario;
Decreta:
Art. 1.
Il contributo di cui all’art. 12, comma 1, della legge 7 dicembre
1999, n. 472 e’ ripartito tra le regioni a statuto ordinario per
gli anni 1999 e sino all’anno 2013 secondo quanto indicato nelle
premesse e come risulta complessivamente alla tabella A/2 nella
colonna n. 11.
Art. 2.
Le quote quindicennali attribuite alle regioni Basilicata, Abruzzo,
Campania, Lazio, Liguria, Lombardia e Toscana, con decreto
dirigenziale n. 3636 del 19 novembre 1998, emanato in attuazione
della legge 18 giugno 1998, n. 194, art. 2, comma 1, sono
rideterminate come risulta alla tabella C nella colonna n. 3 per
l’anno 1999 e nella colonna n. 5 per l’anno 2000 e sino all’anno
2013, secondo quanto indicato nelle premesse.
Art. 3.
E’ autorizzato il pagamento della somma di L. 35.000.000.000 sul
capitolo 1251 (ex 1668) dello stato di previsione della spesa del
Ministero dei trasporti e della navigazione, iscritto nell’unita’
previsionale di base 2.1.2.6. “Trasporti pubblici locali” del
centro di responsabilita’ amministrativa “trasporti terrestri” per
l’anno finanziario 2000, in conto residui 1999 a favore delle
regioni a statuto ordinario secondo le quote indicate alla colonna
3 della tabella C allegata e come appresso indicato.
I singoli importi sono da versare sul c/c che ogni regione
intrattiene presso la tesoreria centrale dello Stato ed i cui
numeri di individuazione sono indicati a fianco di ciascuna di
esse:
Regioni a statuto ord. (cap. 1251) Residui 1999 c/c n.
Abruzzo 1.430.000.000 22701
Basilicata 836.000.000 22712
Calabria 862.000.000 22702
Campania 7.367.000.000 22711
Emilia-Romagna 1.300.000.000 22713
Lazio 8.194.000.000 22700
Liguria 2.919.000.000 22708
Lombardia 5.676.000.000 22718
Marche 408.000.000 22706
Molise 93.000.000 22704
Piemonte 1.572.000.000 22710
Puglia 1.071.000.000 22705
Toscana 1.738.000.000 22703
Umbria 269.000.000 22707
Veneto 1.265.000.000 22717
Totale 35.000.000.000

Il presente decreto verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 27 giugno 2000
Il dirigente generale: Ricozzi

Tabelle
pag. 28
pag. 29
pag. 30
pag. 31
pag. 32

Erogazione dei contributi previsti dall’art. 12, comma 1, della legge 7 dicembre 1999, n. 472, a favore delle regioni a statuto ordinario quale concorso dello Stato per la copertura dei disavanzi relativi all’anno 1997

Architetto.info