Finanziamento della quota nazionale dei progetti di cui all'art. 56 - 2B del Trattato CECA per l'anno 1999 | Architetto.info

Finanziamento della quota nazionale dei progetti di cui all’art. 56 – 2B del Trattato CECA per l’anno 1999

Finanziamento della quota nazionale dei progetti di cui all'art. 56 - 2B del Trattato CECA per l'anno 1999 e integrazione 1992, ai sensi della legge n. 183/1987

L’ISPETTORE GENERALE CAPO
per i rapporti finanziari con l’Unione europea
I.G.R.U.E.
Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle
Comunità europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli atti
normativi comunitari;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, recante il regolamento sulla organizzazione e sulle
procedure amministrative del predetto Fondo di rotazione e
successive modificazioni ed integrazioni;
Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, che, all’art. 3, ha previsto
il trasferimento dei compiti di gestione tecnica e finanziaria, già
attribuiti al C.I.P.E., alle amministrazioni competenti per
materia;
Vista la delibera C.I.P.E. n. 141/99 del 6 agosto 1999, concernente
il riordino delle competenze del C.I.P.E., che devolve al Ministero
del tesoro, del bilancio e della programmazione economica la
determinazione, d’intesa con le amministrazioni competenti, e nel
rispetto delle attribuzioni del Ministero degli affari esteri e del
Ministro per il coordinamento delle politiche dell’Unione europea,
della quota nazionale pubblica dei programmi, progetti ed altre
iniziative cofinanziati dall’Unione europea, nell’ambito delle
direttive generali dettate dal C.I.P.E. ai sensi dell’art. 2, comma
1, lettera b), della legge 16 aprile 1987, n. 183;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica 15 maggio 2000, relativo all’attribuzione
delle quote di cofinanziamento nazionale a carico della legge n.
183/1987 per gli interventi di politica comunitaria che, al fine di
assicurare l’intesa di cui alla predetta delibera C.I.P.E. n.
141/99, ha istituito un apposito gruppo di lavoro presso il
Dipartimento della ragioneria generale dello Stato – I.G.R.U.E.;
Vista la convenzione tra il Governo italiano e la commissione delle
Comunità europee, firmata a Bruxelles il 18 dicembre 1990, intesa a
stabilire le modalità e le condizioni per la concessione delle
sovvenzioni previste all’art. 56, paragrafo 2, lettera B), del
Trattato C.E.C.A. per progetti da attivare a seguito di mutamenti
profondi nel mercato del carbone e dell’acciaio;
Vista la nota del Ministero del lavoro e della previdenza sociale
n. 9124 del 17 ottobre 2000, con la quale si richiede il
cofinanziamento della quota nazionale dei progetti di cui all’art.
56, paragrafo 2B del Trattato C.E.C.A. per l’anno 1999 e
integrazione 1992;
Riconosciuta l’esigenza di assicurare il finanziamento della quota
nazionale dei richiamati progetti per l’anno 1999 e integrazione
1992 per complessive L. 3.283.913.920;
Viste le risultanze del gruppo di lavoro presso il Dipartimento
della ragioneria generale dello Stato – I.G.R.U.E, di cui al citato
decreto del Ministero del tesoro 15 maggio 2000, nella riunione
svoltasi in data 13 dicembre 2000, con la partecipazione delle
amministrazioni interessate;
Decreta:
[Articolo unico]
1. Al cofinanziamento della quota nazionale dei programmi di cui
all’art. 56, paragrafo 2, lettera B), del Trattato C.E.C.A., per
l’anno 1999, e integrazione 1992, ammontante a complessive L.
3.283.913.920, si provvede a carico del Fondo di rotazione di cui
all’art. 5 della legge n. 183/1987. L’elenco dei progetti ammessi è
riportato nell’allegata tabella A, che forma parte integrante del
presente decreto.
2. La quota a carico del Fondo di rotazione viene erogata a seguito
delle richieste inoltrate dal Ministero del lavoro e della
previdenza sociale.
3. Il Fondo di rotazione è autorizzato ad erogare la quota
stabilita dal presente decreto anche negli anni successivi, in
relazione all’intervento comunitario corrispondente.
4. Il Ministero del lavoro e della previdenza sociale effettua i
controlli di competenza.
5. Il presente decreto viene trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Tabella A
disponibile in banca dati

Finanziamento della quota nazionale dei progetti di cui all’art. 56 – 2B del Trattato CECA per l’anno 1999

Architetto.info