LEGGE 30 novembre 1998, n. 416 | Architetto.info

LEGGE 30 novembre 1998, n. 416

LEGGE 30 novembre 1998, n. 416 - Modifiche alla legge 31 marzo 1998, n. 73, recante disposizioni per accelerare la realizzazione del programma di metanizzazione del Mezzogiorno, gli interventi nelle aree depresse, nonché il completamento dei progetti FIO. (G.U. n. 284, 4 dicembre 1998, Serie Generale)

LEGGE 30 novembre 1998, n. 416

Modifiche alla legge 31 marzo 1998,
n. 73, recante disposizioni per accelerare la realizzazione del
programma di metanizzazione del Mezzogiorno, gli interventi nelle aree
depresse, nonché il completamento dei progetti FIO.

(G.U. n. 284, 4
dicembre 1998, Serie Generale)

La Camera dei deputati ed il Senato
della Repubblica hanno approvato;
IL PRESIDENTE DELLA
REPUBBLICA
Promulga
la seguente legge:

Art. 1.

1. La documentazione
di collaudo di cui al comma 5 dell’articolo 2 della legge 31 marzo
1998, n. 73, deve, a pena di decadenza delle agevolazioni, essere
trasmessa al Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato per l’istruttoria finale entro sei mesi dalla data di
entrata in vigore della presente legge(1).

2. Per gli interventi non
ultimati entro il 31 dicembre 1996 di cui al comma 6 dell’articolo 2
della legge 31 marzo 1998, n. 73, i lavori possono essere completati
con presentazione della documentazione da cui risulti lo stato finale
della spesa al Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 1993, n.
96, entro trenta mesi dalla data di entrata in vigore della presente
legge(1).

3. Al comma 6 dell’articolo 2 della legge 31 marzo 1998, n.
73, dopo il primo periodo, è inserito il seguente: “Il Ministero
dell’industria, del commercio e dell’artigianato può concedere, previa
motivata e documentata richiesta, proroghe del termine previsto nel
decreto di concessione per il completamento dei lavori, dandone
comunicazione al Ministero del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica ai fini della emissione del decreto di
accertamento finale della spesa, purché tale proroga non ecceda il
termine precedentemente fissato”.

4. Per i progetti per i quali non
sia stato presentato lo stato finale di spesa di cui al comma 6
dell’articolo 2 della legge 31 marzo 1998, n. 73, entro trenta mesi
dalla data di entrata in vigore della presente legge(1), è dichiarata
la decadenza, con decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica, di concerto con il Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato, dei relativi
finanziamenti nazionali e comunitari. Analogamente si provvede qualora
la documentazione di collaudo non sia trasmessa al Ministero
dell’industria, del commercio e dell’artigianato entro quarantadue
mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.

5. Il
comma 7 dell’articolo 2 della legge 31 marzo 1998, n. 73, è
abrogato.

6. Le istanze di cui al comma 8 dell’articolo 2 della legge
31 marzo 1998, n. 73, devono pervenire al Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica entro tre mesi dalla data di
entrata in vigore della presente legge. La presente legge, munita del
sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti
normativi della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque
spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello
Stato.

(1)Termine differito al 31 dicembre 2002 dall’art.
8-quinquies, D.L. 23 novembre 2001, n. 411, convertito dalla L. 31
dicembre 2001, n. 463.

LEGGE 30 novembre 1998, n. 416

Architetto.info