Legge n. 208/1998 | Architetto.info

Legge n. 208/1998

Legge n. 208/1998 - Opere commissariate. (Deliberazione n. 58/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la delibera in data 9 luglio 1998, n. 70/1998 (pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 22 agosto 1998; errata-corrige
in Gazzetta Ufficiale n. 209 dell’8 settembre 1998), con la quale
questo Comitato ha proceduto al riparto delle risorse di cui
all’art. 1, comma 1, della legge 30 giugno 1998, n. 208,
attribuendo, tra l’altro, 3.500 miliardi di lire (pari a 1.807,599
milioni di euro) alle intese istituzionali di programma per il
finanziamento di opere di completamento e, nei limiti del 3%, per
il cofinanziamento del 50% di studi di fattibilita’;
Vista la delibera in data 21 aprile 1999, n. 52/1999 (pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 165 del 16 luglio 1999), con la quale
questo Comitato ha ripartito su base territoriale tra le regioni
meridionali l’importo di 2.914,58 miliardi di lire (pari a
1.505,255 milioni di euro) per opere di completamento, di cui
337,279 miliardi di lire (pari a 174,190 milioni di euro) destinati
in particolare al completamento di sedici opere commissariate ex
art. 13 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito dalla
legge 23 maggio 1977, n. 135;
Visto il punto 6.4, comma 2, della delibera da ultimo citata che
prevedeva il definanziamento per gli interventi commissariati non
riavviati entro sei mesi dalla pubblicazione della delibera stessa;
Visti i risultati della ricognizione effettuata dall’Unita’ di
verifica del Dipartimento per le politiche di sviluppo e di
coesione del Ministero del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica;
Preso atto che delle sedici suddette opere commissariate tredici
risultano riavviate, nove delle quali entro il termine stabilito
dalla delibera di finanziamento, mentre tre interventi presentano
situazioni di criticita’ che hanno finora impedito la ripresa dei
lavori;
Considerato che per il completamento della “Caserma dei Carabinieri
di Messina Ganzirri e di Comiso” i lavori non sono ripresi in
quanto e’ in corso di formalizzazione la nomina del nuovo
commissario straordinario, in sostituzione del precedente,
dimissionario;
Ritenuto di confermare il finanziamento agli interventi riavviati
anche oltre il termine stabilito, tenendo conto che la consegna dei
relativi lavori e’ avvenuta in tempi ravvicinati e che con la
consegna stessa sono stati comunque conseguiti gli obiettivi alla
base della delibera di finanziamento;
Ritenuto altresi’ di concedere un ulteriore termine per la
soluzione delle criticita’ presenti per gli altri interventi, in
considerazione delle motivazioni addotte;
Preso atto che la commissione 3a (Infrastrutture), nella seduta del
15 giugno 2000, ha proposto di concedere una proroga della medesima
durata per tutti gli interventi di cui sopra, individuando al
riguardo il termine di sei mesi dalla data di pubblicazione del
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di nomina del
nuovo commissario per lo specifico intervento sopra indicato;
Delibera:
1. E’ confermato il finanziamento assegnato con delibera n. 52/1999
del 21 aprile 1999 alle opere commissariate i cui lavori alla data
odierna risultano ripresi sia pure oltre il termine stabilito dalla
delibera stessa.
2. Per gli altri interventi non ancora riavviati, i lavori dovranno
essere ripresi entro sei mesi dalla data di pubblicazione del
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con il quale
sara’ nominato il nuovo commissario straordinario per l’opera
“Caserma dei Carabinieri di Messina Ganzirri e di Comiso” di
competenza del Ministero dei lavori pubblici. Qualora gli
interventi non vengano riavviati entro il termine suddetto, gli
stessi sono automaticamente definanziati e le risorse cosi’
liberate sono attribuite alle intese istituzionali di programma
stipulate con le regioni interessate.
Roma, 22 giugno 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrata alla Corte dei conti il 31 luglio 2000
Registro n. 3 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 206

Legge n. 208/1998

Architetto.info