Legge n. 208/1998 | Architetto.info

Legge n. 208/1998

Legge n. 208/1998 - Completamenti. (Deliberazione n. 74/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la delibera in data 9 luglio 1998, n. 70/1998 (pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 22 agosto 1998; errata corrige
in Gazzetta Ufficiale n. 209 dell’8 settembre 1998), con la quale
questo Comitato ha proceduto al riparto delle risorse di cui
all’art. 1, comma 1, della legge 30 giugno 1998, n. 208,
attribuendo, tra l’altro, 3.500 miliardi di lire (pari a 1.807,599
milioni di euro) alle intese istituzionali di programma per il
finanziamento di opere di completamento e, nei limiti del 3%, per
il cofinanziamento del 50% di studi di fattibilita’;
Vista la delibera in data 21 aprile 1999, n. 52/1999 (pubblicata
nel supplemento ordinario n. 133 alla Gazzetta Ufficiale del 16
luglio 1999), con la quale questo comitato ha ripartito su base
territoriale tra le regioni meridionali l’importo di 2.914,58
miliardi di lire (pari a 1.505,255 milioni di euro) per opere di
completamento, di cui 337,279 miliardi di lire (pari a 174,190
milioni di euro) destinati in particolare al completamento di opere
commissariate ex art. 13 del decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67,
convertito dalla legge 23 maggio 1997, n. 135;
Vista la delibera in data 6 agosto 1999, n. 135/1999 (pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 242 del 14 ottobre 1999), con la quale
questo Comitato ha ripartito la quota riservata al centro-nord a
valere sul citato importo complessivo di 3.500 miliardi di lire
(pari a 1.807,599 milioni di euro) riservato alle infrastrutture, e
visto in particolare il punto 2.6.5 che prevede il definanziamento
per i completamenti imputati sulla competenza 1999 ed i cui lavori
non siano stati aggiudicati entro il 30 giugno 2000;
Vista la delibera in data 22 giugno 2000, n. 58/2000, con la quale
e’ stato prorogato il termine per il riavvio degli interventi
commissariati;
Vista la nota del 26 luglio 2000 con la quale la regione Veneto
chiede, il differimento del termine di cui sopra in considerazione
delle obiettive difficolta’ che ne hanno impedito il rispetto,
facendo presente che la problematica interessa altre regioni del
centro-nord;
Considerato che la conferenza dei presidenti delle regioni e delle
province autonome, con nota del 3 agosto 2000, ha generalizzato la
richiesta a tutte le regioni del centro-nord, rilevando come
l’operativita’ della delibera n. 135/1999 abbia coinciso con un
periodo di particolare difficolta’ tecnico-amministrativa per le
amministrazioni regionali a causa dell’impossibilita’ di effettuare
variazioni al bilancio 1999 per il cofinanziamento degli interventi
e stante la concomitanza con le scadenze elettorali;
Considerato che, anche in relazione alle circostanze rappresentate,
il periodo intercorso tra la pubblicazione della citata delibera n.
135/1999 e la scadenza in essa fissata per le regioni del centro-
nord non sempre e’ risultato adeguato per risolvere le criticita’
che dette opere incompiute spesso presentano e per procedere
all’aggiudicazione dei relativi lavori, soprattutto se di entita’
superiore alla soglia comunitaria, e considerato che analoghi
ritardi intervenuti nella pubblicazione della delibera n. 52/1999
hanno a suo tempo indotto questo Comitato a prevedere dilazioni nei
confronti delle regioni meridionali;
Ritenuto quindi di accogliere la richiesta di cui sopra, fissando
peraltro un termine ultimativo per l’aggiudicazione dei lavori in
questione che assicuri una sollecita riapertura dei cantieri con
positivi riflessi anche di ordine occupazionale;
Ritenuto, al fine di fluidificare l’attivita’ di questo comitato,
di demandare alla commissione infrastrutture la soluzione di
ulteriori problematiche che emergano in sede di attuazione delle
delibere sopra richiamate;
Delibera:
1. Il termine stabilito al punto 2.6.5 della delibera n. 135/1999
per l’aggiudicazione dei lavori di completamento finanziati con la
delibera stessa, che siano imputati sulla competenza 1999 e non
siano riconducibili alla categoria delle opere commissariate, e’
differito al 31 ottobre 2000. La segreteria di questo Comitato
provvedera’ a dare comunicazione del differimento del termine in
questione alle regioni interessate.
2. Eventuali ulteriori problematiche che emergano in sede di
attuazione delle delibere n. 52/1999 e n. 135/1999, nonche’ in sede
di attuazione delle delibere concernenti gli studi di fattibilita’
finanziati a valere sulle risorse riservate alle infrastrutture con
la delibera n. 70/1998 verranno sottoposte alla commissione
infrastrutture, che assumera’ le definitive determinazioni in
materia.
Roma, 4 agosto 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrata alla Corte dei conti il 3 ottobre 2000
Registro n. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 166

Legge n. 208/1998

Architetto.info