MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 29 dicembre 2009 | Architetto.info

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 29 dicembre 2009

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 29 dicembre 2009 - Ripartizione, su base regionale, delle risorse per agevolare gli interventi di ricollocazione dei lavoratori espulsi dal sistema produttivo. (10A05117) (GU n. 104 del 6-5-2010 )

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 29 dicembre 2009

Ripartizione, su base regionale, delle risorse per agevolare gli
interventi di ricollocazione dei lavoratori espulsi dal sistema
produttivo. (10A05117)

IL DIRETTORE GENERALE
degli ammortizzatori sociali
e degli incentivi all’occupazione

Visto l’art. 3 della legge 14 gennaio 1994, n. 20, che individua
gli atti, non aventi forza di legge, sui quali si esercita il
controllo preventivo di legittimita’ della Corte dei conti;
Visto l’art. 1, comma 7, della legge 19 luglio 1993, n. 236 e
successive modifiche e integrazioni, di conversione, con
modificazioni, del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, recante
interventi urgenti a sostegno dell’occupazione, che istituisce presso
il Ministero del lavoro e della previdenza sociale il Fondo per
l’occupazione;
Considerata la necessita’ di favorire interventi per contrastare le
crisi occupazionale e per predisporre misure idonee a sostenere il
reddito dei lavoratori;
Ritenuto di dover provvedere alla ripartizione tra le regioni di
risorse al fine di agevolare gli interventi di ricollocazione dei
lavoratori espulsi dal sistema produttivo fornendo agli stessi
strumenti che possano agevolarne il riposizionamento nel mercato del
lavoro;

Decreta:

Art. 1

1.1 Le risorse, pari a complessivi € 79.685.961,61 sono ripartite
tra le regioni come indicato ai successivi articoli.
1.2 Delle risorse complessive, pari ad € 79.685.961,61 si
provvedera’ a ripartire una prima quota pari ad € 39.400.000,00 come
indicato nella tabella sottostante.

Parte di provvedimento in formato grafico

Le risorse come sopra assegnate saranno accreditate con le seguenti
modalita’ distinte per tipologie di strumenti di intervento:
le risorse per l’erogazione degli incentivi per sostenere i
lavoratori nei percorsi di reinserimento, anche per l’autoimpiego,
verranno anticipate dall’INPS secondo gli elenchi forniti da Italia
Lavoro S.p.A. e/o dalle Regioni interessate, sulla base delle
selezioni effettuate su base regionale. Le somme erogate verranno
rimborsate all’Istituto dietro presentazione di apposita
rendicontazione contenente prospetto riepilogativo dei pagamenti
effettuati distinti per ciascuna regione;
gli incentivi sotto forma di bonus assunzionali alle imprese, che
saranno erogati alle aziende per il tramite delle regioni, verranno
trasferiti da questa Direzione generale secondo le seguenti
modalita’:
la prima quota, pari al 50% del totale destinato ai bonus
assunzionali, a fronte di specifica richiesta della regione,
all’avvio delle procedure di selezione delle aziende ai sensi della
vigente normativa nazionale e comunitaria;
la rimanente parte di contributo verra’ corrisposta previa
apposita richiesta della regione, opportunamente corredata della
documentazione attestante il dettaglio delle assunzioni da
effettuare.
Ai fini della rendicontazione in merito ai bonus assunzionali,
entro tre mesi dalla data di erogazione dell’incentivo alle aziende,
le regioni dovranno comunque fornire al Ministero del lavoro –
Direzione generale degli ammortizzatori sociali e incentivi
all’occupazione, avvalendosi dell’assistenza tecnica di Italia Lavoro
S.p.A., la dichiarazione attestante l’importo complessivo e
definitivo da erogare, indicando i datori di lavoro destinatari dei
bonus assunzionali, nonche’ i lavoratori assunti.

Art. 2

La spesa, pari ad € 39.400.000,00, gravera’ sul cap. 7207 per €
16.908.511,08 sul PG1 e per € 1.529.807,00 sul PG2, sui fondi
conservati di provenienza 2008, e sul cap. 7206 per € 20.961.681,92
sul PG1, sui fondi conservati di provenienza 2008.

Art. 3

Le ulteriori risorse, pari ad € 40.285.961,61 verranno assegnate,
con successivi provvedimenti di questa Direzione generale, sulla base
della valutazione degli interventi di ricollocazione dei lavoratori
sul mercato del lavoro effettuati e delle effettive esigenze che
dovranno essere rappresentati formalmente da ciascuna regione a
questa Direzione generale.
La relativa spesa gravera’ sul capitolo 7206 PG1, sui fondi
conservati di provenienza 2008.

Art. 4

Il presente decreto sara’ trasmesso ai competenti organi di
controllo per il visto di competenza.
Roma, 29 dicembre 2009

Il direttore generale: Mancini

Registrato alla Corte dei conti l’11 marzo 2010
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona dei beni culturali, registro n. 3, foglio n. 105

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 29 dicembre 2009

Architetto.info