MINISTERO DELLA DIFESA | Architetto.info

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA - DECRETO 1 agosto 2002: Modalita' e procedure per l'acquisizione in economia di beni e servizi da parte di organismi dell'Amministrazione della difesa. (GU n. 226 del 26-9-2002)

MINISTERO DELLA DIFESA

DECRETO 1 agosto 2002

Modalita’ e procedure per l’acquisizione in economia di beni e
servizi da parte di organismi dell’Amministrazione della difesa.

IL MINISTRO DELLA DIFESA

Visto il regio decreto 18 novembre 1923, n. 2440, e successive
modificazioni;
Visto il regio decreto 23 maggio 1924, n. 827, e successive
modificazioni;
Vista la legge 5 agosto 1978, n. 468, e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 24 luglio 1992, n. 358;
Visto il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 157;
Vista la legge 27 dicembre 1997, n. 449;
Visto il decreto legislativo 28 dicembre 1998, n. 496;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 18 aprile 1994, n.
573;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20 aprile 1994, n.
367, e successive modificazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 1976, n.
1076;
Visto il decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 dicembre 1983,
n. 939, e successive modificazioni;
Visto l’art. 26 della legge 23 dicembre 1999, n. 488;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20 agosto 2001, n.
384;
Visto il parere del Consiglio di Stato, espresso nell’adunanza
della Sezione terza del 16 aprile 2002;
Considerato che, ai sensi di quanto disposto dall’art. 2, comma 1,
del decreto del Presidente della Repubblica 20 agosto 2001, n. 384,
e’ necessario individuare con apposito provvedimento i beni e servizi
con i correlati limiti di importo per le singole voci di spesa la cui
acquisizione puo’ essere eseguita con procedura in economia da parte
degli uffici centrali e periferici dell’amministrazione della difesa;
Decreta:
Art. 1.
Oggetto del provvedimento

1. Il presente provvedimento disciplina l’ambito di applicazione, i
limiti di spesa e le procedure da seguire per l’acquisizione in
economia di beni e servizi da parte degli organismi
dell’Amministrazione della difesa.
2. Le acquisizioni in economia possono essere eseguite soltanto per
i beni e servizi per i quali non sia disponibile alcuna convenzione
quadro stipulata ai sensi dell’art. 26 della legge 13 dicembre 1999,
n. 488, che stabilisce l’obbligo per le amministrazioni centrali e
periferiche dello Stato di approvvigionare i beni e servizi per i
quali siano disponibili tali convenzioni mediante adesione alle
stesse.
3. Per l’esecuzione dei lavori in economia resta ferma la
disciplina di cui al decreto del Presidente della Repubblica 21
dicembre 1999, n. 554, nonche’ la disciplina di cui al decreto del
Presidente della Repubblica 5 dicembre 1983, n. 939.

Art. 2.
Ambito di applicazione

1. Possono essere eseguite mediante ricorso alla procedura in
economia, nei limiti di importo di cui al successivo art. 3, le
sottonotate tipologie di spese:
a) acquisizione di beni e servizi necessari a fronteggiare
l’immediato pericolo o necessari per la difesa da ogni genere di
calamita’ ed evento naturale o azione prodotta dall’uomo ovvero
necessari per le riparazioni dei danni da questi causati;
b) provvidenze urgenti per l’igiene e la sicurezza del personale
nel corso dei lavori e dei primi soccorsi in caso di infortunio;
c) spese relative ai corsi per l’addestramento militare e
professionale in Italia o all’estero del personale militare e civile;
d) acquisizione di beni e servizi per assicurare il funzionamento
dei fari e dei segnalamenti marittimi, delle telecomunicazioni, di
assistenza al volo e di difesa aerea, nonche’ tutte le spese
necessarie per assicurare le attivita’ operative inerenti alle
manovre, alle esercitazioni, ai trasporti ed ai connessi servizi di
supporto tecnico-logistico;
e) acquisizione di beni e servizi da effettuare necessariamente
con imprese straniere per i quali i fornitori non intendano
impegnarsi con contratti ovvero si ricorra ad agenzie od organismi
internazionali appositamente costituiti;
f) studi, consulenze specialistiche, indagini e rilevazioni,
progettazioni e costruzioni di modelli e di prototipi di armi,
macchine, apparati, impianti e materiali speciali, attinenti alla
difesa militare;
g) acquisizione di beni e servizi per la rimozione di ostacoli di
qualunque genere alla navigazione marittima ed aerea, nonche’
necessari per l’agibilita’ dei campi di volo e degli specchi d’acqua
destinati all’ammaraggio di velivoli;
h) spese per il funzionamento delle sale mediche e delle
strutture veterinarie, compreso l’acquisto dei medicinali, delle
apparecchiature e dei materiali sanitari;
i) spese per il funzionamento del servizio sanitario e
veterinario e per l’acquisto del vettovagliamento, del vestiario,
dell’equipaggiamento, dei combustibili, dei carbolubrificanti e
dell’ossigeno;
l) spese per il funzionamento delle carceri militari;
m) acquisizione di beni e servizi necessari per le riparazioni
dei mezzi navali, degli aeromobili, del materiale di volo, delle
telecomunicazioni e dell’assistenza al volo, dei veicoli dotati di
ruote e cingolati, dei mezzi da combattimento, delle armi, degli
impianti, dei gruppi elettrogeni, nonche’ le spese necessarie per il
funzionamento dei laboratori, delle officine per riparazione dei
mezzi terrestri, navali ed aerospaziali, degli impianti e delle
apparecchiature a bordo ed a terra;
n) spese finalizzate a garantire il servizio dei trasporti di
personale e materiali; spese relative alle attrezzature speciali;
spese attinenti ai noli, all’imballaggio, allo sdoganamento,
all’immagazzinamento, al facchinaggio, nonche’ al carico e scarico
dei materiali;
o) spese per il funzionamento degli uffici militari all’estero;
spese di campagna per i reparti; spese per il funzionamento dei
servizi sulle navi e sugli aeromobili; spese inerenti ai rifornimenti
per i reparti, le navi e gli aeromobili militari all’estero e le
unita’ navali dislocate in localita’ distanti da apprestamenti
logistici navali;
p) spese per le esigenze dell’approntamento e del funzionamento
dei contingenti costituiti all’occorrenza da un’unita’ organica o da
un complesso di unita’ organiche, anche a carattere interforze, per
particolari esigenze connesse a missioni ed a operazioni in Italia o
all’estero o delle unita’ assimilabili;
q) acquisizione di beni e servizi per la riparazione immediata e
diretta dei danni causati da esercitazioni;
r) spese per polizze di assicurazione;
s) spese per acquisto, noleggio, riparazione e manutenzione di
autoveicoli, comprese le parti di ricambio;
t) acquisizione di beni e servizi per assicurare il servizio di
casermaggio, nonche’ le spese necessarie per assicurare i servizi
relativi alla leva, all’arruolamento ed al reclutamento; locazione di
scorte, di carbolubrificanti, di ossigeno, di combustibili, di generi
non deperibili e di materiali di commissariato e materiali per il
supporto tecnico e logistico dei mezzi terrestri, navali ed
aeronautici, ai fini del loro possibile acquisto;
u) spese per l’acquisto e la manutenzione di terminali, personal
computers, stampanti e materiale informatico di vario genere e spese
per i servizi informatici; acquisto, manutenzione e riparazione di
mobili, arredi, climatizzatori ed attrezzature varie; attrezzi e
materiali ginnico-sportivi;
v) spese per acquisto, noleggio, installazione, gestione e
manutenzione degli impianti di riproduzione e degli impianti
telefonici, telegrafici, radiotelefonici, elettronici,
meccanografici, televisivi, di amplificazione e diffusione sonora;
z) spese per la stampa ovvero la litografia di pubblicazioni e
bollettini; acquisto, noleggio e manutenzione di attrezzature e
materiali per la tipografia, la litografia, la riproduzione grafica,
la legatoria, la cinematografia e la fotografia; acquisto, noleggio e
manu-tenzione delle macchine per scrivere e per calcolo, dei servizi
di microfilmatura, nonche’ acquisto e noleggio di attrezzature
accessorie e di materiali speciali e di consumo e fornitura dei
servizi per i centri elettronici, per i centri radiotelegrafonici,
meccanografici e telematici;
aa) spese per la pulizia, la derattizzazione, il disinquinamento,
la disinfestazione di aree e locali, per la raccolta ed il trasporto
dei rifiuti, per l’illuminazione di emergenza, per la conservazione
dei materiali, per l’acquisto di imballaggi, nonche’ quelle per la
manovalanza e per garantire la sicurezza, la guardiania, la
sorveglianza ed il controllo dei locali, delle caserme e delle
installazioni militari;
bb) spese per l’illuminazione, per le utenze telefoniche, per il
riscaldamento dei locali, per la fornitura di acqua, di gas e di
energia elettrica, anche mediante l’impiego di macchine e relative
spese di allacciamento;
cc) spese per conferenze, mostre, cerimonie;
dd) spese per acquisto e rilegatura di libri, stampe, gazzette
ufficiali e collezioni; acquisto di materiali di cancelleria,
materiali per il disegno e valori bollati; acquisto ovvero
abbonamento a riviste, giornali, pubblicazioni, agenzie di stampa e
servizi stampa; divulgazione di bandi di concorso o avvisi a mezzo
stampa od altri mezzi di informazione; spese per la traduzione e
l’elaborazione di pubblicazioni e riviste edite dall’amministrazione,
ivi compresa la corresponsione di com…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELLA DIFESA

Architetto.info