MINISTERO DELLA SALUTE | Architetto.info

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 20 novembre 2001: Attuazione della direttiva 2001/21/CE della Commissione del 5 marzo 2001, concernente l'iscrizione delle sostanze attive "amitrolo, diquat, piridato e tiabendazolo" nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (GU n. 18 del 22-1-2002)

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 20 novembre 2001

Attuazione della direttiva 2001/21/CE della Commissione del 5 marzo
2001, concernente l’iscrizione delle sostanze attive “amitrolo,
diquat, piridato e tiabendazolo” nell’allegato I del decreto
legislativo 17 marzo 1995, n. 194.

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, relativo
all’attuazione della direttiva 91/414/CEE del 15 luglio 1991, in
materia di immissione in commercio di prodotti fitosanitari ed in
particolare l’art. 6;
Visto il regolamento della commissione 3600/92/CEE dell’11 dicembre
1992, relativo alle disposizioni per l’attuazione della prima fase
del programma di cui all’art. 8 par. 2 della direttiva 91/414/CEE,
modificato da ultimo dal regolamento CE 2230/95, con i quali e’
stabilito l’elenco delle sostanze attive dei prodotti fitosanitari da
valutare ai fini della loro eventuale inclusione dell’allegato I
della direttiva;
Tenuto conto che i Paesi designati come relatori per lo studio
degli effetti delle sostanze attive “amitrolo, diquat, piridato e
tiabendazolo” sulla salute umana e sull’ambiente, hanno effettuato il
lavoro di valutazione su tali sostanze attive, presentando alla
Commissione le relative relazioni di valutazione e raccomandazioni,
in conformita’ all’art. 7. paragrafo 1, lettera c), del regolamento
(CEE) n. 3600/92;
Considerato che le relazioni di valutazione sono state riesaminate
nell’ambito del Comitato fitosanitario permanente ed i riesami si
sono conclusi il 12 dicembre 2000, sottoforma dei rispettivi rapporti
di riesame della Commissione;
Considerato che i fascicoli e le informazioni desunte dal riesame
delle sostanze attive su richiamate sono stati trasmessi per
consultazione anche al Comitato scientifico per le piante, e il
Comitato stesso ha formulato alcune raccomandazioni di cui si e’
tenuto conto nella direttiva 2001/21/CE e nel relativo rapporto di
riesame;
Considerato che dalle valutazioni effettuate dal Comitato medesimo
si puo’ desumere che i prodotti fitosanitari contenenti le sostanze
attive “amitrolo, diquat, piridato e tiabendazolo”, soddisfano in
generale le esigenze della direttiva medesima, in particolare per
quanto riguarda gli impieghi esaminati e specificati nel rapporto di
riesame; per l’amitrolo dovranno essere presentate informazioni
complementari, come richiesto al punto 7 del rapporto di riesame;
Vista la direttiva della Commissione 2001/21/CE del 5 marzo 2001,
concernente l’iscrizione delle sostanze attive “amitrolo, diquat,
piridato e tiabendazolo” nell’allegato I della direttiva 91/414/CEE;
Ritenuto di dover procedere al recepimento della direttiva
2001/21/CE della commissione, con l’inserimento delle sostanze attive
“amitrolo, diquat, piridato e tiabendazolo” nell’allegato I del
decreto legislativo n. 194 del 17 marzo 1995;
Ritenuto, inoltre, che si deve tenere conto del rapporto di riesame
definitivo su ciascuna sostanza, nell’applicare i principi uniformi
per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, e
che detti rapporti sono tenuti a disposizione, per consultazione,
delle eventuali parti interessate;
Decreta:
Art. 1.
1. Le sostanze attive AMITROLO, DIQUAT, PIRIDATO E TIABENDAZOLO
sono iscritte, fino al 31 dicembre 2011, nell’allegato I del decreto
legislativo 17 marzo 1995, n. 194, con la definizione chimica ed alle
condizioni riportate nell’allegato al presente decreto.
2. Sara’ riesaminata l’iscrizione dell’amitrolo in allegato I
qualora non siano presentate entro il 1 gennaio 2002 le informazioni
complementari richieste come al punto 7 del rapporto di riesame.

Art. 2.
1. Il Ministero della salute adotta, entro il 1 luglio 2002, i
provvedimenti amministrativi necessari ad adeguare alle disposizioni
del presente decreto le autorizzazioni all’immissione in commercio di
prodotti fitosanitari contenenti le sostanze attive indicate
nell’art. 1.
2. Ai fini di cui al comma 1, i titolari di autorizzazioni di
prodotti fitosanitari aventi le caratteristiche prescritte dal
presente decreto ed i titolari di quelle per le quali si rende
necessario richiedere variazioni per adeguarsi alle condizioni
riportate nell’allegato al presente decreto, inviano al Ministero
della salute entro il 31 marzo 2002 un fascicolo rispondente ai
requisiti di cui all’allegato II del decreto legislativo 17 marzo
1995, n. 194, oppure un’autorizzazione all’accesso al fascicolo di
altro titolare, che soddisfi i requisiti del predetto allegato II.
3. Il Ministero della salute revoca le autorizzazioni
all’immissione in commercio di prodotti fitosanitari contenenti le
sostanze attive richiamate all’art. 1, non aventi le caratteristiche
di cui al presente decreto, nonche’ quelle per le quali i titolari
non hanno provveduto conformemente al comma 2.
4. I titolari di autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti
esclusivamente o amitrolo, o diquat, o piridato o tiabendazolo, come
sostanza unica, presentano al Ministero della salute entro il
31 dicembre 2004 un fascicolo conforme ai requisiti di cui
all’allegato III del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. Tali
autorizzazioni saranno adeguate entro il 1 gennaio 2006.
5. I titolari di autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti
esclusivamente o amitrolo, o diquat, o piridato o tiabendazolo,
insieme ad altra sostanza inclusa nell’allegato I del decreto
legislativo 17 marzo 1995, n. 194, presentano al Ministero della
salute un fascicolo conforme ai requisiti di cui all’allegato III del
predetto decreto legislativo entro tre anni, a decorrere
dall’inserimento dell’ultima delle sostanze attive inserite
nell’allegato I del sopracitato decreto.

Art. 3.
Il rapporto di riesame, ad eccezione delle informazioni riservate
ai sensi dell’art. 14 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194,
e’ messo a disposizione di eventuali interessati, per consultazione,
a seguito di specifica richiesta.

Art. 4.
E’ consentita fino al 30 giugno 2003 la commercializzazione delle
scorte dei prodotti fitosanitari non rispondenti alle caratteristiche
tecniche prescritte.
Il presente decreto, trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana, entrera’ in vigore il 1 gennaio 2002.
Roma, 20 novembre 2001
Il Ministro: Sirchia
Registrato alla Corte dei conti il 2 gennaio 2002
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 1, foglio n. 3

Vedere Allegato da pag. 19 a pag. 21 della G.U. in formato zip

MINISTERO DELLA SALUTE

Architetto.info