MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 21 aprile 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 21 aprile 2011

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 21 aprile 2011 - Assegnazione all'Istituto Superiore di Sanita' di euro 5.000.000,00, come quota parte della «Riserva per interventi urgenti individuati dal Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali», accantonata con delibera CIPE n. 97 del 18 dicembre 2008. (11A10188) - (GU n. 175 del 29-7-2011 )

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 21 aprile 2011

Assegnazione all’Istituto Superiore di Sanita’ di euro 5.000.000,00,
come quota parte della «Riserva per interventi urgenti individuati
dal Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali»,
accantonata con delibera CIPE n. 97 del 18 dicembre 2008. (11A10188)

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto l’articolo 20 della legge 11 marzo 1988, n. 67 e successive
modificazioni, che autorizza l’esecuzione di un programma pluriennale
di interventi in materia di ristrutturazione edilizia e di
ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico e di
realizzazione di residenze sanitarie assistenziali per anziani e
soggetti non autosufficienti, per l’importo complessivo di 24
miliardi di euro;
Visto l’articolo 4, comma 15, della legge 30 dicembre 1991, n. 412,
modificato dall’art. 63 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, che
dispone che gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico,
gli Istituti zooprofilattici sperimentali, i Policlinici universitari
a gestione diretta, gli Ospedali Classificati e l’Istituto superiore
di sanita’ possano essere ammessi direttamente a beneficiare delle
risorse di cui all’articolo 20 della citata legge n. 67/1988, a
valere su una apposita quota di riserva determinata dal CIPE, su
proposta del Ministro della sanita’, previo parere della Conferenza
Stato-Regioni;
Vista la delibera CIPE 18 dicembre 2008, n. 97 di riparto delle
risorse finanziarie stanziate dalla legge 24 dicembre 2007, n. 244,
per la prosecuzione del programma pluriennale nazionale straordinario
di investimenti in sanita’ – art. 20 legge 11 marzo 1988, n. 67, e
successive modificazioni, nella quale viene riservata una quota nella
misura di Euro 10.000.000,00 quale «Riserva per interventi urgenti
individuati dal Ministro del lavoro, della salute e delle politiche
sociali», da ripartire con successivo provvedimento;
Visto l’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo 5 dicembre
1997, n. 430, come sostituito dall’articolo 3 della legge 17 maggio
1999, n. 144, che trasferisce ai Ministeri competenti le funzioni di
gestione tecnica, amministrativa e finanziaria attribuite al Comitato
interministeriale per la programmazione economica;
Visto l’articolo 4 lett. b) della delibera CIPE del 6 agosto 1999,
recante «Regolamento concernente il riordino delle competenze del
CIPE», che attribuisce, tra le altre, al Ministero della sanita’ la
funzione di ammissione a finanziamento dei progetti in materia di
edilizia sanitaria suscettibili di immediata realizzazione, di cui
all’art. 20, comma 5-bis della legge 11 marzo 1988, n. 67, e
successive modificazioni;
Visto l’Accordo tra Governo, le Regioni e le Province Autonome di
Trento e di Bolzano del 28 febbraio 2008 per la “Definizione delle
modalita’ e procedure per l’attivazione dei programmi di investimento
in sanita’” a integrazione dell’Accordo del 19 dicembre 2002;
Visto l’articolo 50, comma 1, lettera c) della legge 23 dicembre
1998, n. 448, integrato dall’articolo 4-bis del decreto-legge del 28
dicembre 1998, n. 450, convertito con modificazioni dalla legge 26
febbraio 1999, n. 39, che dispone ulteriori finanziamenti per
l’attuazione del programma di investimenti, nonche’ la tabella F
delle leggi finanziarie 23 dicembre 1999 n. 488, 23 dicembre 2000 n.
388, 28 dicembre 2001, n. 448 e 27 dicembre 2002 n. 289, 24 dicembre
2003 n. 350, 30 dicembre 2004 n. 311, 23 dicembre 2005 n. 266, 27
dicembre 2006 n. 296, 24 dicembre 2007 n. 244, 22 dicembre 2008 n.
203 e 23 dicembre 2009 n. 191;
Visto il programma di interventi prioritari in materia di sicurezza
nell’ambito di un programma generale di adeguamento, per un importo
pari a € 5.000.000,00;
Ritenuto di dover valutare la richiesta in relazione ai criteri
fissati e dato che il programma degli interventi presentato ha il
carattere di estrema urgenza, atteso che si riferisce ad interventi
urgenti di adeguamento alla vigente normativa in materia di sicurezza
degli ambienti di lavoro;
Acquisita in data 23 marzo 2011 l’Intesa espressa dalla Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province
autonome di Trento e Bolzano,

Decreta:

Art. 1

1. E’ assegnata all’Istituto Superiore di Sanita’ la somma di euro
5.000.000,00, a valere sulla delibera CIPE n. 97/2008 richiamata in
premessa, per interventi urgenti di adeguamento alla vigente
normativa in materia di sicurezza degli ambienti di lavoro.

Art. 2

1. L’intervento sara’ ammesso a finanziamento con successivo atto,
secondo le procedure previste dall’Accordo tra Governo, le Regioni e
le Province Autonome di Trento e di Bolzano del 28 febbraio 2008,
concernente la semplificazione delle procedure per l’attivazione dei
programmi di investimento in sanita’, su richiesta dell’Istituto
Superiore di Sanita’, dopo avere acquisito da parte del Ministero
dell’economia e delle finanze l’assenso tecnico sulla base delle
risorse di bilancio disponibili.
Il presente decreto sara’ inviato agli organi di controllo secondo
la normativa vigente e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana
Roma, 21 aprile 2011

Il Ministro: Fazio

Registrato alla Corte dei conti il 6 giugno 2011
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 8, foglio n. 262

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 21 aprile 2011

Architetto.info