MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO | Architetto.info

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DELIBERAZIONE 27 dicembre 2001: Criteri per l'iscrizione all'albo nella categoria 5 (raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi) ai sensi dell'art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443. (GU n. 21 del 25-1-2002)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

DELIBERAZIONE 27 dicembre 2001

Criteri per l’iscrizione all’albo nella categoria 5 (raccolta e
trasporto di rifiuti pericolosi) ai sensi dell’art. 1, comma 15,
della legge 21 dicembre 2001, n. 443.

IL COMITATO NAZIONALE DELL’ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE
EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Visto il decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22, e successive
modifiche ed integrazioni;
Vista la legge 21 dicembre 2001, n. 443, ed, in particolare, l’art.
1, comma 15, recante la disciplina della continuazione delle
attivita’ di gestione dei rifiuti la cui classificazione e’ stata
modificata dalle decisioni della Commissione europea e del Consiglio;
Visto il decreto 28 aprile 1998, n. 406 del Ministro dell’ambiente
di concerto con i Ministri dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, dei trasporti e della navigazione, e del tesoro,
del bilancio e della programmazione economica, recante il regolamento
di organizzazione e funzionamento dell’albo, ed in particolare l’art.
6, comma 1, lettera b), che attribuisce alla competenza del Comitato
nazionale dell’albo la determinazione dei criteri di iscrizione nelle
diverse categorie e classi;
Ritenuto che, ai fini della prosecuzione delle attivita’ in
esercizio, e’ necessario precisare le modalita’ e i criteri della
domanda per l’iscrizione all’albo nella categoria 5, ai sensi
dell’art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443, delle
attivita’ di raccolta e trasporto dei rifiuti non pericolosi che in
base alle citate decisioni della Commissione europea e del Consiglio
e dalla entrata in vigore delle stesse vengono ad essere classificati
pericolosi;
Considerato che, al fine di garantire alle imprese che presentano
la domanda nei termini previsti dall’art. 1, comma 15, della legge 21
dicembre 2001, n. 443, la prosecuzione dell’attivita’, e’ opportuno
prevedere un periodo transitorio relativamente ai requisiti del
responsabile tecnico stabiliti con deliberazione del Comitato
nazionale 16 luglio 1999, prot. n. 003/CN/ALBO per l’iscrizione nella
categoria 5;
Considerato che ai medesimi fini, tenuto conto del limitato periodo
di tempo previsto per la presentazione della domanda e dell’obiettivo
primario dell’art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443,
di assicurare l’esercizio delle attivita’ in essere senza alcuna
soluzione di continuita’, si ritiene necessario consentire alle
imprese gia’ iscritte all’albo per l’attivita’ di raccolta e
trasporto di rifiuti non pericolosi di continuare a svolgere, nelle
more dell’iscrizione nella categoria 5 e comunque per un periodo
transitorio temporalmente circoscritto, dette attivita’ con i
medesimi mezzi compresi nel provvedimento d’iscrizione e per gli
stessi rifiuti che in base alle decisioni della Commissione europea e
del Consiglio 2000/532/CE, 2001/118/CE e successive modifiche e
integrazioni hanno una nuova classificazione;
Delibera:
Art. 1.
Domanda d’iscrizione all’albo
1. Per la prosecuzione delle attivita’ di raccolta e trasporto dei
rifiuti non pericolosi che in base alle decisioni della Commissione
europea e del Consiglio 2000/532/CE, 2001/118/CE e successive
modifiche e integrazioni vengono ad essere classificati rifiuti
pericolosi, i soggetti interessati devono, ai sensi e per gli effetti
dell’art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443:
a) presentare domanda d’iscrizione all’albo nella categoria 5,
qualora non iscritti in tale categoria;
b) presentare domanda di variazione dell’iscrizione con richiesta
di integrazione delle tipologie di rifiuti per i quali si intende
proseguire l’attivita’, qualora gia’ iscritti nella categoria 5;
c) presentare domanda di passaggio di classe, qualora la
quantita’ di rifiuti per i quali si intende proseguire l’attivita’
comporti il superamento della quantita’ complessiva autorizzata in
base alla classe della categoria 5 nella quale sono gia’ iscritti.
2. Per la presentazione della domanda d’iscrizione o di variazione
di cui al comma 1, deve essere utilizzato il modello allegato sotto
la lettera A.
3. La domanda d’iscrizione o di variazione di cui al comma 1, deve
essere corredata dalla documentazione prevista dall’art. 12 del
decreto ministeriale 28 aprile 1998, n. 406, ad esclusione della
documentazione gia’ in possesso della sezione regionale cui l’impresa
richiedente dovra’ fare riferimento. Le imprese gia’ iscritte
all’albo possono adeguare le dotazione di mezzi e di personale
previste per l’iscrizione nella categoria 5 dalla deliberazione del
Comitato nazionale 17 dicembre 1998, prot. n. 002/CN/ALBO, entro sei
mesi dalla data di scadenza del termine di trenta giorni di cui
all’art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443.
4. Qualora la domanda d’iscrizione o di variazione di cui al comma
1 non venga presentata nel termine di trenta giorni previsto
dall’art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443,
l’iscrizione all’albo per le tipologie di rifiuti la cui
classificazione e’ modificata dalle decisioni della Commissione
europea e del Consiglio 2000/532/CE, 2001/118/CE e successive
modifiche e integrazioni, si intende decaduta a decorrere dalla data
di scadenza del predetto termine di trenta giorni.
5. L’eventuale richiesta di estendere l’iscrizione nella categoria
5 a tipologie di rifiuti ulteriori e diverse da quelle per le quali
l’impresa interessata risulta gia’ iscritta alla data di entrata in
vigore della legge 21 dicembre 2001, n. 443, resta sottoposta alla
procedura ordinaria prevista per le nuove iscrizioni.

Art. 2.
Responsabile tecnico
1. Il responsabile tecnico delle imprese che presentano domanda
d’iscrizione o di variazione nella categoria 5 ai sensi dell’art. 1,
comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443, deve essere in
possesso dei requisiti stabiliti per la medesima categoria dalla
deliberazione del Comitato nazionale 16 luglio 1999, prot. n.
003/CN/ALBO.
2. Limitatamente alla prosecuzione delle attivita’ di raccolta e
trasporto dei rifiuti la cui classificazione e’ stata modificata
dalle decisioni della Commissione europea e del Consiglio
2000/532/CE, 2001/118/CE e successive modifiche e integrazioni, i
requisiti di cui al comma 1 possono essere soddisfatti, entro un anno
dalla data di scadenza del termine di trenta giorni di cui all’art.
1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443; fino alla scadenza
del predetto termine di un anno la funzione di responsabile tecnico
puo’ essere affidata ad uno dei soggetti di cui all’art. 10, comma 1,
del decreto ministeriale 28 aprile 1998, n. 406.

Art. 3.
Garanzia finanziaria
1. Alla domanda presentata ai sensi dell’art. 1, comma 15, della
legge 21 dicembre 2001, n. 443, per l’iscrizione nella categoria 5 o
per la variazione di classe all’interno della medesima categoria,
deve essere allegata idonea garanzia finanziaria immediatamente
efficace a copertura dei rischi connessi all’ esercizio
dell’attivita’ svolta.
Roma, 27 dicembre 2001
Il presidente: Pernice
Il segretario: Onori

Allegato A

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE
CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

SEZIONE REGIONALE ………………………….

Domanda di iscrizione/variazione ai sensi dell’art. 1, comma 15,
della legge 21 dicembre 2001, n. 443

Il sottoscritto …., in qualita’ di legale rappresentante
della ditta ……. con sede in …………..
non iscritta all’albo*
iscritta all’albo nella/e categoria/e …. con il n. …. chiede
ai sensi dell’art. 1, comma 15, della legge 21 dicembre 2001, n. 443:
l’iscrizione nella categoria 5, classe…, per le sottoelencate
tipologie di rifiuti:
l’integrazione delle sottoelencate tipologie di rifiuti nella
categoria 5:
il passaggio dalla classe ………………. alla classe
……………, della categoria 5 con integrazione delle
sottoelencate tipologie di rifiuti:

=====================================================================
Tipologie di rifiuti raccolti Tipologie di rifiuti per le quali
e trasportati ** si richiede l’scrizione**
———————————————————————
Codice CER Tipologia Codice dell’elenco dei Tipologia
rifiuti di cui alle
decisioni della
Commissione europea e
del Consiglio 2000/532/CE,
2001/118/CE, e successive
modifiche e integrazioni
———————————————————————

* imprese che effettuano attivita’ di raccolta e trasporto dei
rifiuti, classificati non pericolosi in base alla previgente
disciplina, da esse stesse prodotti, la cui classificazione e’ stata
modificata dalle decisioni della Commissione europea e del Consiglio
2000/532/CE, 2001/118/CE e successive modifiche e integrazioni.
** tipologie di rifiuti classificati non pericolosi in base alla
previgente disciplina, la cui classificazione e’ stata modificata
dalle decisioni della Commissione europea e del Consiglio
2000/532/CE, 2001/118/CE e …

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Architetto.info