MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DECRETO 22 febbraio 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE – DECRETO 22 febbraio 2011

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DECRETO 22 febbraio 2011 - Adozione dei criteri ambientali minimi da inserire nei bandi gara della Pubblica amministrazione per l'acquisto dei seguenti prodotti: tessili, arredi per ufficio, illuminazione pubblica, apparecchiature informatiche. (11A03510) - (GU n. 64 del 19-3-2011 - Suppl. Ordinario n.74)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

DECRETO 22 febbraio 2011

Adozione dei criteri ambientali minimi da inserire nei bandi gara
della Pubblica amministrazione per l’acquisto dei seguenti prodotti:
tessili, arredi per ufficio, illuminazione pubblica, apparecchiature
informatiche. (11A03510)

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

Visto l’art. 1, comma 1126, della legge 27 dicembre 2006, n. 296
che prevede la predisposizione da parte del Ministero dell’ambiente e
della tutela del territorio e del mare, con il concerto dei Ministri
dell’economia e delle finanze e dello sviluppo economico, e con
l’intesa delle Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano,
del «Piano d’azione per la sostenibilita’ ambientale dei consumi
della pubblica amministrazione» (di seguito PAN GPP);
Visti i commi 1126 e 1127 dell’art. 1 della citata legge n.
296/2006 che stabiliscono che detto Piano adotti le misure volte
all’integrazione delle esigenze di sostenibilita’ ambientale nelle
procedure d’acquisto pubblico in determinate categorie merceologiche
oggetto di procedure di acquisti pubblici;
Visto il decreto interministeriale n. 135 dell’11 aprile 2008 del
Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di
concerto con i Ministri dello sviluppo economico e dell’economia e
finanze che, ai sensi del citato art. 1, comma 1126, della citata
legge n. 296/2006, ha adottato il PAN GPP individuando, ai sensi
dell’art. 1, comma 1127, della legge n. 296/2006, 11 categorie di
prodotti e servizi da affrontare prioritariamente ai fini del
raggiungimento di obiettivi di sostenibilita’ ambientale;
Visto il decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del
territorio e del mare GAB/DEC/185/2007 del 18 ottobre 2007,
modificato dal successivo DM GAB/DEC/33/2009 del 14 aprile 2009, che
secondo quanto indicato al punto 6. del citato PAN GPP, ha istituito
un comitato interministeriale (denominato Comitato di gestione) per
la gestione del PAN GPP che vede, la presenza di funzionari del
Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e
dei Ministeri dello sviluppo economico e dell’economia e finanze,
nonche’ di funzionari di enti ricerca e rappresentanti delle regioni;
Visti i documenti tecnici, allegati al presente decreto, relativi
ai «Criteri ambientali minimi per i prodotti tessili», «Criteri
ambientali minimi per gli arredi per ufficio», «Criteri ambientali
minimi per l’illuminazione pubblica» e «Criteri ambientali minimi per
le apparecchiature informatiche» (computer da scrivania, computer
portatili, stampanti, fotocopiatrici e apparecchi multifunzione) che
sono stati elaborati nell’ambito del citato Comitato di Gestione,
secondo quanto previsto dal punto 4.4 del citato PAN GPP, e condivisi
con le parti interessate attraverso le procedure di confronto
previste dal Piano stesso;
Visto quanto indicato dall’art. 2 del citato decreto
interministeriale n. 135 dell’11 aprile 2008 dove si prevede
l’emanazione di «criteri ambientali minimi» per le categorie
merceologiche indicate al punto 3.6 PAN GPP tramite decreto del
Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare,
sentiti i Ministri dello sviluppo economico e dell’economia e
finanze;
Preso atto che, in ottemperanza a quanto disposto dal citato art. 2
del decreto interministeriale n. 135 dell’11 aprile 2008, con note
GAB-2010-33916 e GAB-2010-33923 del 22 ottobre 2010 e’ stato chiesto
ai Ministeri sviluppo economico e economia e finanze di formulare
eventuali osservazioni documenti relativi a citati criteri relativi
ai prodotti: tessili, arredi per ufficio, illuminazione pubblica e
apparecchiature informatiche;
Considerato che entro il termine di «trenta giorni dalla ricezione
della presente nota» cosi’ come indicato nelle citate note non sono
pervenute osservazioni dal Ministero sviluppo economico;
Considerato che con nota prot. GAB -2010- 40215 del 30 dicembre
2010 il Ministero economia e finanze ha fatto pervenire le proprie
osservazioni;
Ritenuto, tenuto conto delle osservazioni formulate dal Ministero
economia e finanze, necessario adottare i criteri ambientali di cui
ai documenti tecnici sopra citati;

Decreta:

Art. 1

Criteri ambientali minimi

Ai sensi dell’art. 2 del decreto interministeriale n. 135 dell’11
aprile 2008, citato in premessa, dove si prevede l’emanazione di
«criteri ambientali minimi» per le diverse categorie merceologiche
indicate al punto 3.6 PAN GPP, sono adottati i criteri ambientali di
cui agli allegati tecnici del presente decreto, facenti parte
integrante del decreto stesso, per i prodotti di seguito indicati :
Tessili, rientranti nella categoria G «prodotti tessili e
calzature» di cui al punto 3.6 del PAN GPP (Allegato 1);
Arredi per ufficio, rientranti nella categoria A «arredi» di cui
al punto 3.6 del PAN GPP) (Allegato 2);
Illuminazione pubblica (acquisto di lampade HID e sistemi a LED,
corpi illuminanti e impianti di illuminazione pubblica), rientranti
nella categoria E «servizi energetici» di cui al punto 3.6 del PAN
GPP (Allegato 3);
Apparecchiature informatiche (computer da scrivania, computer
portatili, stampanti, fotocopiatrici e apparecchi multifunzione),
rientranti nella categoria F «elettronica» di cui al punto 3.6 del
PAN GPP (Allegato 4).

Art. 2

Modifiche

I criteri verranno aggiornati alla luce delle dell’evoluzione
tecnologica del mercato e delle indicazioni della Commissione
europea, con cadenza almeno biennale.
Il presente decreto unitamente agli allegati e’ pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 22 febbraio 2011

Il Ministro: Prestigiacomo

Allegato 1

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato 2

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato 3

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato 4

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE – DECRETO 22 febbraio 2011

Architetto.info